Rispondi a: Vitamine – Minerali ed Erbe che fanno bene alla salute

Home Forum SALUTE Vitamine – Minerali ed Erbe che fanno bene alla salute Rispondi a: Vitamine – Minerali ed Erbe che fanno bene alla salute

#51272
farfalla5
farfalla5
Partecipante

Il sale della vita!!

Grazie a Aam Terranuova http://www.aamterranuova.it/default.asp, a Pino Shio Zammataro e al suo prezioso “Bioricettario”!!


<br oggi Quinton®Isotonic) ebbe un tale successo su una tale varietà di patologie, che nel 1907 il quotidiano L’Intransigeant scrisse: “I lavori di Pasteur apportano un concetto di malattia. Quelli di Quinton ci danno un concetto della salute…Cos’è un siero Pasteur? È un siero specifico per una malattia e contro questa malattia, un siero che attacca un dato microbo e nessun altro. Cos’è l’acqua di mare? Un siero che non attacca nessun microbo particolare, ma dà alla cellula la forza organica per lottare contro ogni microbo”.

Il sale comune, raffinato, subisce diversi trattamenti. Evaporata l’acqua salata e seccato al sole, esso viene ridisciolto, filtrato e fatto evaporare artificialmente, quindi ri-cristallizzato. Durante questo processo, quasi tutti gli elementi naturali vengono distrutti e la struttura chimica del sale alterata. Il risultato è NaCl (cloruro di sodio) quasi puro, un prodotto chimico che violenta le papille gustative e le desensibilizza, obbligandoci ad aumentare le dosi di condimento per apprezzare il gusto dei cibi; in questo caso gli effetti sul nostro organismo sono nefasti. Nel sale “arricchito”, gli elementi distrutti vengono rimpiazzati con magnesio carbonato, sodio carbonato, potassio iodale e destrosio (usato per stabilizzare lo iodio) e vengono aggiunti stabilizzanti, antiagglutinanti, decoloranti e agenti di cristallizzazione, ne risulta alla fine una sostanza artificiale inadatta e tossica per l’organismo. I cibi più comunemente consumati, quelli provenienti dall’industria alimentare, nascondono grandi quantità di sale di qualità scadente, che viene usato per rendere appetitosi alimenti troppo raffinati per conservare un sapore.* Inoltre, il consumo alimentare dei paesi civilizzati è basato largamente su prodotti e sottoprodotti del mondo animale, che già contengono dosi relativamente eccessive di sodio. Chi fa uso di questi cibi, dovrebbe ridurre l’assunzione ulteriore di sale, cosa che non accade. Chi consuma con frequenza cibi grassi, formaggi, latte, uova, burro/margarina, tende ad avere depositi di questi grassi nel sistema circolatorio, anche in questo caso, l’eccesso di sale, magari di cattiva qualità, può causare gravi danni. A proposito di ritenzione idrica, invece, bisogna tener presente che una delle funzioni del sale è quella di rendere permeabili ai liquidi le membrane dei vasi sanguigni. Se nel nostro sangue c’è la quantità giusta di sale, l’acqua in eccesso viene assorbita dai tessuti e sarà eliminata dai reni. Se gli eccessi alimentari, la cattiva qualità del cibo, la perdita dell’equilibrio ormonale, determinano una maggior presenza di sale nei tessuti che nel sangue, dai vasi sanguigni esce una maggior quantità d’acqua che non viene tutta riassorbita e diventa causa di gonfiori, edemi, cellulite.
Chi si nutre di prodotti vegetali, ha bisogno di sale di buona qualità, visto che il mondo vegetale è povero di sodio e privo di cloro, che ci sono indispensabili. Ma la quantità è individuale può variare da un giorno all’altro, nelle stagioni e nei luoghi, dovremmo diventare capaci di valutare la nostra condizione e dedurne le necessità. Ciò che è davvero importante è sotto quale forma consumarlo. Il sale cristallizzato, comune o integrale che sia, ha un impatto violento col nostro organismo, a cominciare dalle papille e dall’eccessiva stimolazione del sistema nervoso parasimpatico, che inibisce l’attività di reni, fegato, cuore, milza e tutti gli organi pieni. Dovrebbe essere sempre assorbito tramite l’alchimia della cucina, in combinazione con olio o con le sostanze organiche delle verdure. La chelazione è un processo che si incontra frequentemente in natura, durante il quale i metalli inorganici formano complessi con la materia organica; avviene anche in cucina con l’azione del fuoco e del tempo, della pressione o nei processi di fermentazione. Quindi crauti e insalatini sono ingredienti utili alla nostra dieta, così come i fermentati di soia, miso, shoyu, tamari, le straordinarie prugne umeboshi, il gomasio (sesamo e sale). Tutti sono fonti di sale chelato, quindi ottimi sostituti del sale in cristalli e costituiscono dei veri “integratori alimentari” naturali e degli ottimi rimedi casalinghi per un’infinità di piccoli e grandi malesseri.
http://wa-ciboperlapace.blogspot.com/search?updated-min=2012-01-01T00:00:00%2B01:00&updated-max=2013-01-01T00:00:00%2B01:00&max-results=3


IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.