Rispondi a: Tecniche di autoliberazione

Home Forum SALUTE Tecniche di autoliberazione Rispondi a: Tecniche di autoliberazione

#51677

mudilas
Partecipante

LEZIONE 9
TECNICA UNIFICATA DI DISTENSIONE

Questa tecnica è da assimilare in modo corretto e profondo, in modo tale da diventare l'unica che applicherete nella vita quotidiana. Ricordate: questa tecnica sarà il vostro unico alleato nelle situazioni difficili della vita. Quindi, non dovete affrontare questa lezione finche non avrete l'assoluta certezza di avere assimilato tutto quanto è stato spiegato nelle lezioni precedenti.
Se così non fosse, non potreste applicare automaticamente questa tecnica in modo corretto e quindi non otterreste i risultati desiderati. Pertanto è consigliabile ripassare nuovamente quanto è stato fatto fin qui, studiando le difficoltà e introducendo i necessari perfezionamenti.

Solo quando avrete una padronanza perfetta delle lezioni precedenti dedicatevi all'apprendimento di questa tecnica completa di distensione.
Ricordate la lezione n.4, in cui è stata spiegata l'esperienza di pace? Si tratta di questo. Procedete nel modo seguente: stringete fortemente un pugno, contraetene i muscoli, evocate l'esperienza di pace e sciogliete di colpo la tensione della mano, in modo che quando si produce la distensione nella mano, si manifesti anche l'esperienza di pace.

E' molto importante che comprendiate bene quanto spiegato. Tendete il pugno evocando l'esperienza e sciogliete di colpo la tensione della mano in modo che, quando distendete la mano, l'esperienza di pace si manifesti pienamente.

Per ottenere questo risultato dovete ripetere molte volte l'esercizio fino a quando l'esperienza di pace rimanga associata a questo gesto. Tendete i muscoli mentre evocate l'esperienza, poi distendeteli di colpo appena si produce il registro interno di distensione.

Ripetete questa tecnica molte volte; quando l'avrete imparata in modo corretto e sarete in grado di metterla in pratica rapidamente, applicatela nella vita quotidiana. Evitate di ricorrervi inutilmente; fatevi ricorso solo nelle situazioni difficili, cioè allorquando rischiate di perdere la calma.

Tutte le situazioni difficili creano tensione; quello che vi chiediamo è di utilizzare tale tensione per stringere la vostra mano, trasferendola dalla situazione al vostro pugno. In seguito distendete il pugno, rilassatelo, e si manifesterà la distensione completa. In questo modo riuscirete ad incanalare automaticamente la tensione eccessiva e a distendervi completamente in maniera immediata.

Ripensate all'esperienza di pace: utilizzavate come aiuto l'immagine della sfera trasparente che, espandendosi dal centro del petto verso l'esterno, toccava luminosamente i limiti del corpo; facendo così raggiungevate una distensione profonda.

Dunque, se avete registrato la corretta diffusione dell'immagine fino ai limiti estremi del corpo, avete sperimentato una pace profonda.

Al punto in cui siamo giunti non è necessario immaginare la sfera, che ci ha aiutati nel nostro precedente lavoro. Dobbiamo, invece, di quell'esperienza trattenere in noi la sensazione di espansione dal centro del petto verso i limiti del corpo, ottenendo una profonda distensione, che va dall'interno fino ai muscoli più esterni.

In sintesi, se contraete rapidamente i muscoli della mano, e, nel momento in cui si produce una tensione, evocate l'esperienza di pace nel centro del petto, quando distenderete poi i muscoli della mano, vi rilasserete completamente; la distensione cioè passerà dal centro del petto alle estremità del corpo e voi otterrete in questo modo un relax completo.

Non è difficile comprendere questo meccanismo anche se la sua applicazione concreta presenta notevoli difficoltà. E' quindi necessario che ripetiate l'esercizio più volte e in situazioni diverse finche lo avrete assimilato in maniera permanente.