Rispondi a: Propaganda Nobel

Home Forum SALUTE Propaganda Nobel Rispondi a: Propaganda Nobel

#51994
elerko
elerko
Partecipante

Il Nobel della Menzogna

Non credo ormai da tempo nella validità di un premio Nobel assegnato nel campo della Medicina o dell'Economia, sono ben conscio che in certi campi si possono premiare solo persone che seguono le direttive imposte dal grande business delle multinazionali farmaceutiche e della finanza internazionale. Siamo ormai abituati da tempo a vedere assegnati premi Nobel a persone asservite ai disegni di avvelenamento e di asservimento dei potenti.

Non suscita quindi in me particolare meraviglia l'assegnazione di un premio Nobel ad un certo Luc Montagnier per avere (udite udite!) isolato il virus dell'AIDS! http://scienzamarcia.blogspot.com/search/label/aids

Ma come, come … hanno dimenticato tutti quello che afferma da molti anni Montagnier, ovvero che l'HIV da solo non può essere la causa dell'AIDS? Ovvero che non abbiamo ancora dimostrato la correlazione causale fra HIV e AIDS?

Ma come insegna giustamente Hitler, che in questo campo era specialista, più la menzogna è grande e più la gente ci crede.

Per altro quell'illustre premio nobel (minuscolo di proposito) aveva affermato molti anni fa (ad un'intervista radiofonica) di non avere seguito le procedure standard (da lui stesso codificate nel 1978) per l'isolamento del retrovirus HIV. Sissignori, ha ammesso che l'isolamento dell'HIV in realtà non è stato mai effettuato, che la procedura da lui seguita non è stata mai portata a termine a regola d'arte e che, per quanto ne sapeva lui, nemmeno Gallo aveva fatto altrettanto.

Appena ho tempo messo on line i documenti relativi a questa scandalosa menzogna, che sono in ogni caso accessibili sul libro di Kremer La rivoluzione silenziosa della medicina del cancro e dell'AIDS http://www.macrolibrarsi.it/libri/__la_rivoluzione_silenziosa_della_medicina_del_cancro-dellaids.php?& .

E intanto Robert Gallo dov'è andato a finire? Lui che viene continuamente menzionato come scopritore dell'HIV pur essendo stato riconosciuto tempo fa da un giuria internazionale che il campione da cui avrebbe “isolato” l'HIV era stato sottratto all'équipe di Montagnier? Lui che aveva candidamente confessato di fronte ad un tribunale di non avere mai trovato la prova che l'HIV causi l'AIDS http://scienzamarcia.blogspot.com/2008/01/r-gallo-lo-scopritore-dellhiv-confessa.html ? Chissà poi cosa c'era di vero in quella (finta?) diatriba, solo una questione di soldi e di diritti sui test per la sieropositività, o ancora più subdolamente un depistaggio (parlare del male per non parlare del peggio, chi si immaginerebbe che quei due si possano essere inventati un retrovirus mai isolato quando le giurie internazionali spendono tanto tempo per capire chi dei due sia stato il vero “eroe” a scoprire il “virus mortale”?).

Il nobel per la medicina è andato anche al virologo tedesco Harald zur Hausen che ha isolato l'Hpv (Human Papilloma Virus) e che “l'ha riconosciuto come causa di uno dei tumori più frequenti nelle donne, il cancro della cervice uterina”.

E la prova? Scusate signori ma la prova? Sì, questa volta il virus è reale, ma la prova che causa un tumore dov'è signori? Non c'è? Ah, che peccato, non c'è una prova statisticamente significativa per questa irresponsabile affermazione. Insomma alcune donne che contraggono il virus HPV prima o poi sviluppano un cancro alla cervice; sì dicono proprio così i “premi nobel”, che il cancro causato dall' HPV a volte si sviluppa dopo 20 anni, un po' lenta l'azione di questo “terribile virus!

In realtà una percentuale dell'80% di tutte le donne si infetta col virus ma solo un 10% delle donne infettate manifesta qualche sofferenza ad esso correlata (il virus è sostanzialmente innocuo); e credete forse che in questa minoranza di donne tutte sviluppino il tumore? No, solo una piccola parte di esse, una minoranza della minoranza. E dov'è alora la prova del legame causale? [ringrazio il blog “i sette piani” http://isettepiani.blogspot.com/ da cui ho tratto alcuni dati qui riportati dove è presente un ottimo articolo http://isettepiani.blogspot.com/2008/10/propaganda-nobel.html che consiglio come approfondimento]

Va bene, d'altronde ci siamo abituati, è come per i vaccini http://scienzamarcia.blogspot.com/search/label/vaccini , non ci è mai stata data la prova che funzionino e che siano sicuri http://scienzamarcia.blogspot.com/2008/03/nessun-dato-scientifico-sostegno-dei.html , ed anche lì i “dati” statistici per provare la loro supposta utilità sono ridicoli (il tipico trucco dei medici consiste nel mostrare solo una parte del grafico dei casi di malatti in funzione del tempo, tagliando la parte del grafico che li metterebbe in difficoltà).

D'altronde i due discorsi sono legati, perchè il premio nobel al signor Zur Hausen viene dato proprio per dare una spinta al malefico programma di vaccinazione contro il virus HPV http://scienzamarcia.blogspot.com/2008/04/adolescenti-come-cavie-parte-la.html (spacciato per prevenzione contro il cancro della cervice uterina), con tutti i danni che ne derivano http://scienzamarcia.blogspot.com/2008/08/i-danni-del-vaccino-contro-il-papilloma.html .

Fonte: http://scienzamarcia.blogspot.com/2008/10/il-nobel-della-menzogna.html