Rispondi a: IMPORTANTE come scegliere le uova

Home Forum SALUTE IMPORTANTE come scegliere le uova Rispondi a: IMPORTANTE come scegliere le uova

#52839

deg
Partecipante

Uova alla diossina, allarme in Europa

In Germania, dove è partito lo scandalo, sono stati chiusi 4.700 allevamenti. Prodotti a rischio in Olanda e Gb
Oltre 4.700 allevamenti di polli e maiali chiusi in Germania, 527 tonnellate di mangime contaminato, 136mila uova “a rischio” esportate in Olanda e da qui spedite, sotto forma di prodotti alimentari, al Regno Unito. Sono i numeri dello scandalo diossina che si sta allargando a macchia d'olio, facendo tremare i consumatori europei.
LO SCANDALO – In Germania, dove è nato il problema e dove la magistratura ha già aperto un'inchiesta, sono stati chiusi temporaneamente migliaia di allevamenti a causa della contaminazione di uova e mangimi. Un colpo ulteriore al settore, che ha visto un drastico calo delle vendite. La società sotto accusa – la Harles & Jentzsch, che ha ammesso di “correggere” i mangimi con residui di olio biodiesel – sapeva già da marzo che i propri grassi alimentari contenevano elevati livelli di diossina, ma il Ministero dell'Agricoltura dello Schleswig-Holstein è stato informato solo il 27 dicembre dei risultati. Le analisi indicavano che i livelli di diossina rilevati nei grassi alimentari destinati alla produzione di mangimi sono due volte superiori alla norma. Il Ministero della Salute tedesco ha fatto sapere che la percentuale di diossina contenuta nelle uova è 3-4 volte superiore alla soglia consentita, ma «non pericolosa per la vita umana». Resta il fatto che si tratta di una sostanza tossica e persistente negli organismi.

LATTE A RISCHIO – Intanto l'allarme si estende. Secondo il quotidiano tedesco Bild un allevatore di bovini potrebbe avere usato il mangime sotto accusa ed è possibile che abbia prodotto latte contaminato, finito nei supermercati con gli altri prodotti sotto indagine: uova, carne di pollo e di maiale. «Il mangime contaminato da diossina è stato dato anche alle mucche – ha detto alla Bild Manfred Santen, di Greenpeace -. Negli animali la diossina si deposita nella parti grasse, quindi anche nel latte». Prudente Christiane Gross, portavoce dell'associazione non governativa Foodwatch che si batte per i diritti dei consumatori nel settore alimentare: «Al momento non è escluso che il latte contaminato da diossina abbia raggiunto gli scaffali dei supermercati». Il tabloid tedesco riporta il caso di Juergen Spreen-Ledebur, un allevatore di mucche dello Schleswig-Holstein, la regione a nord della Germania dove ha sede la Harles & Jentzsch: l'allevamento è fermo da tre giorni e Spreen-Ledebur è costretto a buttare 1.700 litri di latte al giorno. http://www.corriere.it/salute/nutrizione/11_gennaio_07/uova-diossina-germania_b71a23c8-1a5f-11e0-91c1-00144f02aabc.shtml