Rispondi a: Vaccinazioni pediatriche

Home Forum SALUTE Vaccinazioni pediatriche Rispondi a: Vaccinazioni pediatriche

#53702

deg
Partecipante

VACCINAZIONI PEDIATRICHE
Dr. Roberto Gava (medico) – Prefazione del suo libro
Quando ho esaurito il mio primo libro su questo argomento (Dobbiamo
vaccinare i nostri figli?) credevo che con 2-3 mesi di lavoro sarei riuscito
ad aggiornarlo e ristamparlo. Invece, da allora sono passati 18 mesi, un
tempo addirittura doppio a quello che avevo impiegato per scrivere quel
primo testo. Uno dei motivi è che l'argomento è tristemente diventato di
grande attualità scientifica e gli studi che affrontano il problema dei
danni da vaccini sono in continuo aumento.
Il motivo principale, però, è forse un altro: una trattazione su questo
argomento è estremamente delicata, perchè bisogna riuscire a distinguere la
letteratura scientifica vera da quella che parte da un piccolo aspetto della
verità per giungere a conclusioni non vere.

Mi spiego meglio.
Come si capirà dalla lettura del testo, purtroppo, oggi il mondo scientifico
sanitario è oggetto di enormi speculazioni economiche che in questi ultimi
10-15 anni sono diventate tanto macroscopiche quanto spudorate.
Che l'Industria farmaceutica persegua fini commerciali è giusto normale, ma,
diversamente dal passato, ora pare i Ministeri della Salute dei vari Governi
nazionali abbiano in gran parte perso quel senso responsabilità di eticità
prima facevano loro accettare bene e fuggire quello che era male per la
salute pubblica.

Oggi pare che tutto ciò non esista più e che l'unico loro obiettivo sia
l'accaparramento di una svariata miscela di soldi e potere.

Infatti, gli stessi dirigenti dell'Industria farmaceutica occupano cariche
politiche oppure appartengono a prestigiose commissioni con potere
decisionale sulle politiche sanitarie internazionali e/o sono a loro
saldamente legati da interessi economici.
Grazie a ciò, l'Industria farmaceutica si serve del suo enorme potere
economico per alterare parte della verità e perseguire solo i suoi obiettivi
speculativi, ma agendo in modo subdolo e sotterraneo, mentre all'esterno la
sua azione appare come una filantropica grande opera per il bene della
società e spesso anche in favore del Terzo Mondo.

Questo accade in tutto il Mondo Sanitario, ma specialmente in quei settori
che permettono maggiori guadagni, perchè coinvolgono grandi numeri di
persone, come le patologie cardiovascolari, le patologie neoplastiche, le
patologie neuropsichiatriche e il mondo dei vaccini.

La scoperta dei vaccini, come grande occasione di guadagno, è un'idea
recente dell'Industria farmaceutica ed è nata dopo aver scoperto che:
– la ricerca scientifica è totalmente nelle sue mani ed è facilmente
manipolabile;
– si poteva far pressione presso i Governi per promuovere vaccinazioni
obbligatorie o fortemente consigliate;
– oggi c'è una grande insicurezza per tutto ciò che riguarda la salute;
– i mass-media sono facilmente manipolabili e sono sensibili a tutto ciò che
fa notizia, specie se tocca il mondo della salute e suscita preoccupazione;
– la gente ha sempre più paura ed è disposta a fare sacrifici per tentare di
esorcizzarla;
– togliendo dal commercio i vaccini singoli si costringono i genitori ad
usare i vaccini multipli il cui prezzo, essendo specialità e associazioni
sempre nuove, è più facile da incrementare;
– con le tecniche attuali è relativamente facile costruire vaccini sempre
nuovi;
– per i vaccini non vengono richiesti tutti i test di tossicità e di
tollerabilità che sono invece obbligatori per gli altri farmaci.

I grandi colossi mondiali dell'Industria farmaceutica però, in un certo loro
delirio di onnipotenza, non hanno calcolato o hanno totalmente sottovalutato
le reazioni di quei medici e di quei genitori che sono abituati a ragionare
con la loro testa e che non amano accettare incondizionatamente ciò che non
viene detto loro. Ecco allora sorgere ovunque i Movimenti Antivaccini, quasi
sempre organizzati da coloro che hanno fatto la tragica e irreversibile
esperienza di alcuni gravi danni dei vaccini proprio sui loro stessi figli:
patologie croniche di tipo neurologico, metabolico o psichiatrico e,
tutt'altro che in via eccezionale, la morte.

Ormai le Associazioni contro le vaccinazioni, che si stimano a centinaia nel
mondo e che si stanno organizzando anche a livello continentale, iniziano a
contare anche sui primi aiuti da parte della Classe Medica, ma ho potuto
sperimentare che se la cavano benissimo anche senza di noi, perchè la forza
della verità e la forza dell'amore per i propri figli, alla lunga, sono
infinitamente più potenti del potere economico basato sulla non verità e
sull'egoismo.

Invito il Lettore a riflettere, perchè alla fine, prima o poi, dovrà anche
lui scegliere da che parte stare dato che tra poco l'Industria farmaceutica,
facendo leva su ragionamenti puramente speculativi, PROPORRÀ ANCHE A LUI DI
VACCINARSI.

– Citazione –

> > > > > > > > > > > > > > > > > > > > > > > > > > > > > > > > > > > > > > > >
Vaccini e alterazioni cromosomiche:
Knuutila S, “Maggiore incidenza di alterazioni cromosomiche e di Sister
Cromatid Exchange (SCE) in linfociti in vivo di 12 pazienti vaccinati contro
la varicella”, Hum Genet, 23 feb. 1978; 41(1):89-96

Cherkeziia SE, “Disfunzioni dell'apparato dei cromosomi della murena indotti
per vaccinazione con un complesso di vaccini antivirali”, Vopr Virusol,
sett. 1979, (5):547-550

Vaccini ed autoimmunità
“Autoimmunità indotta da vaccino”, Journal of Autoimmunity 1996 Vol 9

Romanov VA, “Ruolo dei processi autoimmuni nella patogenesi delle lesioni
post-vaccinali del sistema nervoso”, Zh Mikrobiol Epidemiol Immunobiol, ott.
1977, 10:80-83

Grachev VP, “Formazione di auto-anticorpi in animali da laboratorio dopo
iniezione con virus di diversa virulenza”, Acta Virol (Praha), luglio 1973,
17:319-326

Vautier G, Carty JE, “Artrite reumatoide acuta poitiva all'analisi del siero
a seguito di antiepatite B”, Br. J. Rheumatol., 1994; 33:991

Movsesiants AA, “Studi sperimentali sull'abilità di diversi ceppi di virus
vaccinali nell'indurre la formazione di autoanticorpi”, Vopr Virusol,
maggio-giugno 1975; (3):297-302

Hassan W, Oldman R, “Sindrome di Reiter e artrite reattiva nella salute di
assistenti sociali dopo le vaccinazioni”, Br. Medical J., 1994, 309: 94

Negina IP, “Formazione di auto-anticorpi a seguito della vaccinazione con
diversi tipi di vaccini tifoidi”, Zh Mikrobiol Epidemiol Immunobiol, maggio
1980; (5):69-72

Tratto da: http://www.mednat.org/vaccini/vaccin…ediatriche.htm


dr. G. Paolo Vanoli – Giornalista pubblicista – Consulente in Scienza della
Nutrizione e Medicine Naturali
http://www.mednat.org/curriculum.htm
“Prima ti ignorano. Poi ti deridono. Poi ti combattono. E poi tu vinci”
(Gandhi)

Dopo vari anni di confronto tra i bambini vaccinati e quelli non vaccinati,
mi sono reso conto che i vaccini pediatrici possono causare molti danni
fisici, ma ultimamente mi sto accorgendo che possono causare anche vari
danni mentali, come lAutismo, con le sue mille sfaccettature, e i sempre pi
frequenti Disturbi da Deficit di Attenzione ed Iperattivit (ADHD). Ho
trattato questo argomento in molte pagine del mio libro sui vaccini (Gava R.
Le Vaccinazioni Pediatriche. Ed. Salus Infirmorum, Padova, 2008), ma qui
desideravo fornire alcuni spunti di riflessione, attraverso lesperienza
clinica di un famoso pediatra omeopata indiano, di quelle che possono essere
le caratteristiche infantili pi comuni per giungere ad una diagnosi precoce
e quindi ad una pi precoce terapia di queste patologie.
L'obiettivo, pertanto, di sensibilizzare il maggior numero di persone
(medici, genitori e non) affinch si giunga ad una diagnosi pi precoce di
questi disturbi che stanno diventando comunissimi, per giungere poi ad una
vera prevenzione attraverso il cambio delle attuali pericolose abitudini
vaccinali.
Infatti, come ho scritto nel mio libro suddetto, prima si interviene pi
facile antidotare, specie omeopaticamente e con una dieta e una integrazione
vitaminco-minerale appropriate, i danni che i vaccini o altri trattamenti
farmacologici ripetuti possono causare nei nostri piccoli.

Dott. Roberto Gava (medico)