Rispondi a: Vaccinazioni pediatriche

Home Forum SALUTE Vaccinazioni pediatriche Rispondi a: Vaccinazioni pediatriche

#53731

meskalito
Partecipante

martedì 30 giugno 2009

Disintossicarsi dal mercurio (e tenere lontani anche gli altri veleni)

Un documento lungo, articolato e molto interessante su come disintossicarsi dal mercurio, e su come tenere lontani molti altri veleni) utile per tutti, ma soprattutto per chi soffre di malattie auto-immuni e di autismo.

Prime cose da fare, documento di Generation Rescue, tratto da http://www.genitoricontroautismo.org

18-03-2005

traduzione dell'articolo inglese pubblicato a questo http://www.generationrescue.org/what_treatment.html

TRATTAMENTI

Se un medico dice ad un genitore che suo figlio soffre di avvelenamento da arsenico, la sola cosa che il genitore vorrebbe sapere è “Come posso eliminare l'arsenico?”. Non dovrebbe essere diverso per l'avvelenamento da mercurio. La cosa più importante che un genitore può fare per guarire il figlio avvelenato dal mercurio è mandar fuori dal corpo e dal cervello del figlio il mercurio, la seconda sostanza più tossica della terra.

Ciò è controverso solo perchè è controversa la fonte primaria di esposizione al mercurio, i vaccini infantili. E' controverso perchè la maggior parte dell'avvelenamento ha cause iatrogene, o causate dai medici, e molti sono coloro che non vogliono che la verità emerga. Questo però non cambia i fatti: autismo, Asperger, PDD-NOS, ADHD/ADD e molti altri problemi dello sviluppo e di salute dei bambini sono tutti sintomi di avvelenamento da mercurio. La tossicità del Mercurio si manifesta in molti modi diversi nelle diverse persone sulla base della diversa biochimica, età e quantità di esposizione, sesso e presenza di altre tossine durante l'esposizione stessa. La cosa più importante è, comunque, che la rimozione del mercurio risolverà la maggior parte di tutti i sintomi.

Il seguente articolo è il tentativo da parte di Generation Rescue di fornire ai genitori un punto di partenza per curare il proprio figlio ed è basato sui protocolli generali usati dai medici che stanno trattando oggi l'avvelenamento da mercurio. Non sono consigli medici. Sono opinioni di genitori, non di medici. La cosa più importante da fare ora è trovare un medico qualificato per aiutarvi a trattare il vostro bambino. Ciò che è scritto qui ha solo scopo informativo.

IN GENERALE
Il Mercurio è una neurotossina devastante e crea problemi multisistemici al corpo. La tossicità del Mercurio può portare ad un abbassamento delle difese immunitarie, allergie ai cibi, problemi gastrointestinali, con il sonno, e neurologici come ritardo del linguaggio, disordini di integrazione sensoriale, disturbi della coordinazione grosso e fine motoria, isolamento sociale, ansia, irritabilità e depressione. I sintomi varieranno in ogni persona e in genere saranno piùpronunciati nei bambini più piccoli.
L'obiettivo ultimo del trattamento è rimuovere il mercurio dal corpo del vostro bambino attraverso un processo detto chelazione (key – LAY – shun) o attraverso altre procedure di detossificazione. La chelazione/detossificazione richiede che il bambino sia in buona salute e supportato nutrizionalmente. Per i bambini più gravi, la rimozione del mercurio può necessitare di due anni o più. Per quelli colpiti in maniera più moderata puù occorrere meno tempo. Leggere dei trattamenti biomedici per l'autismo e per altri disordini neurologici indotti dal mercurio può essere stressante e può essere utile tenere in mente questi concetti generali.

Le 5 tappe più importanti del trattamento sono le seguenti:
1. Abbassare il livello di tossine
2. Aiutare l'intestino a guarire
3. Aumentare il livello dei nutrienti
4. Dare gruppi metilici
5. Portare i metalli fuori

Ulteriori dettagli su ogni tappa:

1 – ABBASSARE IL LIVELLO DI TOSSINE

Ogni ulteriore tossina nell'ambiente del bambino aggiunge stress ad un sistema giaà sempre sovraccarico. A più tossine il bambino sarà esposto, più sarà ciò che il bambino deve processare ed espellere dal suo sistema. Sfortunatamente, viviamo in un mondo tossico e, come specie, non ci siamo evoluti abbastanza velocemente in modo da tollerare le tossine del nostro ambiente. Questo è particolarmente vero per i bambini, e ancora più vero per i bambini che già soffrono di avvelenamento da mercurio. Il seguente elenco è rappresentativo delle cose che si possono fare per tenere basso il carico tossico che si scontra con il vostro bambino. Nessun genitore può fare tutto ciò che è elencato sotto; nessun genitore può fare dei cambiamenti così drastici improvvisamente. Vi incoraggiamo a lavorare con il vostro medico per vedere quale di queste cose può avere maggior senso per voi e vostro figlio.

a. Rimuovere caseina e glutine dalla dieta. E' stato scritto tanto sulla dieta GFCF. La nostra esperienza è che la dieta tende ad essere benefica per la maggior parte dei bambini che soffrono di avvelenamento da mercurio. La spiegazione semplice è che le proteine del glutine e della caseina sono più difficili da digerire rispetto alle altre, spesso permeano l'intestino dei bambini con avvelenamento da mercurio, passano in circolo dove non dovrebbero e possono creare annebbiamento del cervello, letargia e/o irritabilità. Molti genitori vedono risultati più veloci nella detossificazione quando eliminano glutine e caseina. Se questo vi scorggia, provate prima a togliere la caseina, monitorate eventuali cambiamenti nel bambino. Togliere la caseina non priverà vostro figlio di nutrienti, in particolare se seguirete alcune delle linee guida dello step 3.

b. Rimuovere altri allergeni alimentari dalla dieta. I più comuni allergeni sono la caseina, il glutine, la soia, le uova e il mais. La maggior parte dei bambini sensibili alla caseina è sensibile anche alla soia. (Provate ad usare latte di riso o un latte sostitutivo invece della soia). Un test ELISA su sangue che misuri gli anticorpi IgE e IgG vi aiuterà a determinare se il bambino ha sensibilità alimentari. Molti bambini tossici al mercurio hanno sensibilità alimentari.

c. Non utilizzare cibi nocivi o zucchero. Sono stressatori aggiuntivi tutto ciò che contiene la parola “hydrogenato”, i coloranti artificiali, gli insaporanti artificiali, iconservanti artificiali, i nitrati (negli hot dog e nelle carni conservate) e l'aspartame (Nutrasweet). Vi raccomandiamo di provare a sostituirli con cibi naturali e organici. Inoltre, utilizzare al minimo dolci e zuccheri semplici, in quanto questi possono portare ad un aumento di candida che è comune nel sistema gastro intestinale danneggiato di questi bambini.

d. Eliminare i normali detersivi per la casa. C'è una versione naturale di quasi tutti i detergenti per la casa disponibili presso il Whole Foods o in altri negozi di cibi naturali. Detersivi convenzionali come 409, Ajax, etc sono pieni di tossine che verrebbero a contatto con vostro figlio attraverso l'aria che dovrebbe processarle di nuovo. Detersivi naturali sono molto meno tossici.

e. Aggiungere un filtro per l'aria HEPA nella stanza del bambino.Questo aiuterà a tenere basse le tossine nell'aria della vostra casa.

f. Cucinare con sistemi non tossici. Cucinare solo in acciaio inossidabile. (non-stick pans contengono alluminio) ed evitare di utilizzare i fogli di alluminio, in quanto l'alluminio è una neurotossina di per se e agisce sinergicamente con il mercurio. Evitare il forno a microonde e non conservare il cibo in contenitori di plastica (componenti della plastica si attaccano al cibo)

g. Usare dentifricio senza fluoro. C'è una ragione per la quale le ditte devono scrivere sull'etichetta del dentifricio “contact poison control”: se il fluoro ingerito è tossico. I dentifrici naturali svolgono ugualmente la stessa funzione di prevenire il deteriorarsi dei denti senza essere velenosi.

h. Evitare abiti non infiammabili. Questi contengono un altro metallo tossico chiamato antimonio. L'esposizione a questo agente tossico aggrava ulterirmente un sistema già compromesso. Vestiti di cotone al 100% sono più sicuri. Assicuratevi di lavare i vestiti nuovi 2 – 3 volte prima di indossarli.

i. Limitare l'uso di pesticidi, insetticidi e fertilizzanti chimici. Questi agenti chimici passano nell'aria e nel terreno dove il vostro bambino può essere esposto ad essi. Non lasciate che il bambino metta in bocca o lecchi qualcosa di sporco, terra, sabbia e altri elementi che possano contenere tossine.

j. Non ristrutturate la casa mentre ci abitate. Un progetto di rinnovo in genere comporta l'uso di sostanze chimiche, solventi e altre tossine. Nuove pitture, nuovi pavimenti e sostanze sigillanti producono composti organici volatili che sono difficili per il corpo da processare.

k. Se il vostro bambino ha bisogno di lavori dentistici, non usate otturazioni d'argento in quanto contengono mercurio. Se vostro figlio ha otturazioni d'argento fatele rimuovere da un dentista specializzato nel limitare l'esposizione al mercurio durante la rimozione.

l. Se vostro figlio deve essere vaccinato, assicurarsi che il vaccino sia senza thimerosal.

2 – AIUTARE L'INTESTINO A GUARIRE

L'avvelenamento da mercurio generalmente causa danni gastrointestinali, sbilanciamento della candida e sensibilità alimentari. Il sistema gastrointestinale è la prima linea di difesa immunitaria del corpo. Quando è compromesso il sistema immunitario tutto ne soffre. Alcune delle vie per aiutare l'intestino a guarire sono:
a. Rimuovere gli alimenti allergizzanti. Il glutine e la caseina sembrano essere i più comuni allergeni.
b. Cod Liver Oil. Il cod liver oil è un importantissimo supplemento per i bambini con avvelenamento da Mercurio che fornisce la necessaria Vitamina A e acidi grassi omega e che aiuta a riparare le sensibili pareti intestinali
c. Probiotici. I probiotici sono supplementi naturali che riempiono lo stomaco e il tratto gastrointestinale con flora batterica “buona” che spesso viene distrutta dal mercurio e dall'aumento della candida.
d. Enzimi Digestivi. Gli enzimi digestivi aiutano il corpo a digerire i cibi, cosa che può evitare che le grosse proteine passino direttamente nel circolo sanguigno.
e. Colostrum. Il colostro bovino è un supplemento naturale che ha molte proprietà curative per guarire l'intestino e aumentare le difese immunitarie. Sebbene sia normalmente derivato dalle mucche, la maggior parte delle forme di Colostrum non contiene caseina.

3 – AUMENTARE IL LIVELLO DEI NUTRIENTI

Il mercurio porta via all'organismo molte vitamine e minerali essenziali. Una vasta reintegrazione di vitamine e minerali, così come acidi grassi omega ed aminoacidi sono fondamentali per ristabilire la salute. I minerali sono particolarmente importanti perchè il mercurio impatta direttamente il trasporto dei minerali nell'organismo. Zinco, Selenio e Magnesio sono essenziali per le normali funzioni di molti sistemi nel corpo e sono spesso presenti in livelli bassi nei bambini intossicati dal mercurio. Anche la chelazione rimuove i minerali dal corpo, così come espelle i metalli, e quindi i minerali devono sia essere ricostituiti prima, sia riforniti durante il trattamento. Il medico lavorerà con voi per delineare un piano nutrizionale personalizzato in base ai bisogni peculiari di vostro figlio.

4 – FORNIRE GRUPPI METILICI

Il Mercurio interrompe alcuni processi nel corpo che trasferiscono atomi di carbonio tra molecole. Questi processi di “metilazione” sono le vie con cui le cellule comunicano tra loro e il loro danneggiamento contribuisce a molti dei sintomi dell'autismo. L'integrazione con nutrienti che contengono gruppi metilici (“donatori metilici”) possono aiutare a supportare e riparare il sistema di metilazione. I donatori metilici sono tipicamente prodotti naturali che si possono dare con sicurezza al proprio bambino e molti genitori riferiscono miglioramenti immediati dopo aver iniziato a darli sotto forma di supplementi.
I donatori metilici più comunemente usati ed importanti sono:
Glutathione, Methyl-b12 (generalmente somministrata per via sottocutanea), Acido Folinico, Betaina (Trimetilglicina o TMG) e SAM-e. Meglio chiedere al proprio medico quale è la giusta combinazione di supplementi donatori metilici per il proprio bambino.

5 – PORTARE I METALLI PESANTI FUORI DAL CORPO

Chelazione è un nome che spaventa, sebbene si tratti di un trattamento semplice e sicuro: un agente chelante entra nella circolazione sanguigna dove si lega ai metalli pesanti che si sono depositati nelle cellule del corpo e permette loro di essere espulsi tramite urine, feci, capelli, unghie, sudore e cellule della pelle. Gli agenti chelanti possono essere somministrati oralmente (pillole), per via endovenosa (IV), attraverso supposte o per via transdermica (applicata sulla pelle).
I tre agenti chelanti più utilizzati sono DMPS, DMSA, e EDTA. Ci sono anche molti agenti naturali che si pensa siano efficaci per chelare i metalli pesanti. Generation Rescue pensa che il DMPS in forma transdermica (TD-DMPS) sia il meno invasivo e più efficace agente chelante attualmente disponibile per rimuovere il mercurio:

a. Il DMPS è il più efficace chelante per il mercurio (il DMSA, per esempio è soprattutto usato per chelare il piombo) e venne messo a punto specificatamente per la rimozione del mercurio. E' stato utilizzato per più di 50 anni ed è stato provato che rimuove efficacemente il mercurio dal corpo.

b. La somministrazione orale di agenti chelanti (pillole) ha due svantaggi: prima di tutto provoca stress in un sistema gastrointestinale già stressato e poi, alcune quantità del chelante sono assorbite nello stomaco e non agiscono nel flusso sanguigno dove si possono poi legare ai metalli per l'eliminazione.

c. La somministrazione endovena, che viene fornita in una dose somministrata lentamente in 10 minuti o più, non è pensabile per bambini piccoli.

d. La somministrazione in via transdermale, semplicemente applicata sulla pelle in gocce tipo lozione, bypassa l'intestino ed è assorbita direttamente nel flusso sanguigno.

e. Il TD-DMPS viene applicato a giorni alterni, a differenza degli agenti chelanti orali che sono generalmente somministrati secondo un protocollo di 3 giorni di somministrazione ed 11 no. Gli 11 giorni senza somministrazione si rendono necessari per far riprendere l'intestino dallo stress provocato nei 3 giorni di utilizzo ed è uno degli svantaggi dei chelanti orali. E' stato dimostrato in alcuni studi scientifici che la più importante ragione dell'efficacia del DMPS è la frequenza d'uso, non il dosaggio, che rende l'approccio a giorni alterni vantaggioso. Sembra che espellere i metalli dal corpo in maniera continua sia fondamentale per la completa rimozione di tutti i metalli. Per informazioni più dettagliate, vedere http://www.tddmps.com.

f. Ci sono altri modi per rimuovere metalli e tossine dal corpo che tecnicamente non vengono considerati chelazioni, ma che comunque aiutano il corpo a detossificarsi. Questi includono l'integrazione di nutrienti per stimolare il sistema di detossificazione proprio del corpo (compresi il glutathione, altri minerali e vitamine anti-ossidanti, n-acetyl-cistina e B12 tra gli altri); rimedi naturali e prodotti da banco che includono clorella, aglio ed altri chelanti naturali; omeopatia; sauna; esercizio. Alcuni o tutti questi possono essere usati in concomitanza alla chelazione. La chelazione è la più diretta ed efficace via per rimuovere il mercurio ma esistono altre possibilità e bambini sono stati guariti utilizzando diversi protocolli di detossificazione.

Alcune considerazioni aggiuntive sulla terapia di chelazione:

1. La chelazione per un bambino avvelenato dal mercurio può richiedere 12 – 24 mesi per finire, a seconda della biochimica particolare del vostro bambino e dalla gravità dei sintomi causati dal mercurio. Il mercurio si nasconde profondamente all'interno delle cellule del corpo e ci vuole tempo per rimuoverlo. Inoltre la maggior parte dei bambini che soffrono di avvelenamento da mercurio sono sovraccarichi di altri metalli pesanti, perchè il mercurio ha distrutto la loro normale capacità di espellere tossine in generale. Per ragioni ancora non completamente chiare il mercurio è uno degli ultimi metalli ad essere rimosso dal corpo. I primi 3 – 6 mesi di chelazione possono rimuovere esclusivamente altri metalli quali arsenico, antimonio, nichel, stagno e piombo, prima che il mercurio venga espulso.Tuttavia, solitamente i bambini cominciano a migliorare lentamente sin dall'inizio. E' inoltre consigliabile e più facile per il sistema rimuovere i metalli tossici lentamente e costantemente.

2. La chelazione richiede la supervisione e l'assistenza di un medico qualificato.

3. Alcuni affermano che la chelazione è pericolosa perchè “i metalli vengono rimandati in circolo nel corpo”. La loro conclusione è che sarebbe meglio non disturbare alcun metallo che possa esser presente nel corpo del bambino piuttosto che smuovere i metalli nel tentativo di rimuoverli. Questo è assurdo dato che i metalli, il mercurio in particolare, continuano a danneggiare il corpo in ogni istante che rimangono nel vostro bambino. I potenziali effetti collaterali della chelazione sono davvero modesti in confronto agli “effetti collaterali” del permettere alla seconda sostanza più tossica sulla terra di rimanere negli organi e nel cervello del vostro bambino.

4. I bambini alcune volte regrediscono temporaneamente o si stabilizzano ad un dato punto durante il processo di chelazione. Nel momento in cui i metalli vengono smossi, alcuni dei sintomi da avvelenamento da mercurio si aggravano temporaneamente, ma quando si continua a rimuovere i metalli dal corpo, questi sintomi migliorano.

5. Il Dr. Buttar, che ha messo a punto il TD-DMPS, spesso dice che la guarigione definitiva di qualsiasi bambino è strettamente legata all'impegno e perseveranza dei genitori. La strada può essere tortuosa a volte, ma i risultati dicono che vale la pena percorrerla.

6. Molti genitori chiedono se esiste un'età per cui è troppo tardi per la terapia di chelazione. La nostra risposta è “assolutamente no”. Non è mai troppo tardi per rimuovere il mercurio dal cervello e dal corpo di un bambino. Se da un lato può essere vero che i bambini più piccoli possono essere recuperati più in fretta o più completamente, bambini di tutte le età stanno migliorando enormemente.

http://scienzamarcia.blogspot.com/2009/06/mercurio.html