Rispondi a: le nostre ricette

Home Forum SALUTE le nostre ricette Rispondi a: le nostre ricette

#54043
sphinx
sphinx
Partecipante

[color=#3333ff]Ragazze/i vogliamo provare a mangiare anche i fiori? Abitualmente ne consumiamo pochissimi tipi,in realtà ci sono molti fiori commestibili..( attenzione però, che ce ne sono anche di velenosi..informarsi prima)
Leggete che bella ricetta ! Chi ha voglia di cimentarsi ?
[/color]

[color=#ff0000]Budino di latte di riso e rubinia[/color]

[link=hyperlink url]http://lacucinadellacapra.wordpress.com/2012/05/07/budino-di-latte-di-riso-e-robinia/[/link]

I fiori che la Capra ha raccolto ieri sera non potevano rischiare di sciuparsi, perciò oggi doppio post!! La seconda ricetta facilissima è un budino estremamente light e profumato, senza glutine e assai economico, nonchè a prova di cuoco pasticcione! E ovviamente è completamente vegetale, quindi privo di colesterolo e amico degli animali! La pianta usata per questo dolce è la robinia pseudoacacia, che in questo periodo è un’esplosione di fiori e profumo, e si trova facilmente in tutti i campi e parchi, basta saperla riconoscere, ma in questi giorni ci potete riuscire anche ad occhi chiusi col solo naso! I fiori della robinia possono essere utilizzati per uso alimentare, cosa che la Capra ignorava finchè non ha trovato una ricetta in un libro francese che la prevedeva per la panna cotta, ma siccome la Capra aveva voglia di un dolce leggero ha preso spunto ma ha modificato la ricetta, che peraltro non era completamente vegetale.

Ingredienti:

500ml di latte di riso

50g di fiori di robinia + un mazzetto per decorare

2 cucchiai di farina di riso

30g di zucchero di canna

la scorza di un limone

2 cucchiaini di agar agar

Procedimento: portate a bollore il latte, aggiungete i fiori di robinia privati della parte verde, spegnete la fiamma, coprite e lasciate raffreddare completamente. Filtrate con un colino il latte, rimettetelo in un tegame, versate la farina di riso, mescolate bene con una frusta per evitare che si formino grumi, aggiungete anche lo zucchero e la scorza di limone, mettete sul fuoco finchè inizia a bollire, aggiungete l’agar agar e mescolate benissimo, fate bollire per 30 secondi e spegnete il fuoco. Versate il composto in 4 stampini monoporzione e riponete in frigorifero per alcune ore, finchè raffreddando il budino non sarà completamente solidificato. Al momento di servire rovesciatelo su un piattino e decorate coi fiori tenuti da parte.

Nota, per chi non lo conoscesse, l‘AGAR AGAR è il sostituto vegetale dei fogli di colla di pesce, che invece contengono parti animali come la cotenna del maiale (arghhhh!!). E’ ricavato da un’alga e viene utilizzato spesso per preparazioni ipocaloriche, dolci o salate. Ormai è molto diffuso anche in Italia, lo trovate nei negozi di alimentazione naturale ma anche nelle catene dei supermercati, se non l’avete mai provato fateci un pensierino

:bay: :cor: