Rispondi a: MMS – diossido di cloro – il più potente agente antimicrobico conosciuto dall'uomo

Home Forum SALUTE MMS – diossido di cloro – il più potente agente antimicrobico conosciuto dall'uomo Rispondi a: MMS – diossido di cloro – il più potente agente antimicrobico conosciuto dall'uomo

#54633

meskalito
Partecipante

Guardate invece cosa s'inventano per debellare la malaria questi quì #ha

Le zanzare si uccidono col laser

Per combattere la malaria ogni arma è lecita: anche abbattere miliardi di insetti a colpi di laser.

[ZEUS News – http://www.zeusnews.com – 01-04-2009]
Laser uccide zanzare Jordin Kane
Foto via Fotolia

Se un raggio laser può abbattere un missile (come previsto dal programma di difesa spaziale americano familiarmente noto come Guerre Stellari), chissà quali danni potrà provocare a una zanzara: seguendo un ragionamento di questo tipo l'astrofisico Jordin Kare ha realizzato un prototipo di laser che stermina i fastidiosi insetti.

L'obiettivo finale del dottor Kare non è lo sterminio delle zanzare in quanto tale (sebbene il progetto probabilmente abbia dei sostenitori), ma la cancellazione della malaria, portata avanti eliminando il suo veicolo principale: la zanzara anofele.

Dipingendo uno scenario che delizierebbe Bill Gates, Kane e colleghi vedono un futuro in cui una barriera laser circonda ogni casa – o, su scala diversa, ogni centro abitato – sterminando gli insetti così temerari da arrivare a portata di tiro.

Il percorso è tuttavia pieno di difficoltà: bisogna riuscire a realizzare un laser che non faccia del male agli esseri umani e che non colpisca gli insetti utili, ma solo le odiate zanzare.

“Si potrebbero uccidere miliardi di zanzare in una notte, e senza far del male alle farfalle” spiega Nathan Myrhvold, un ex impiegato di Microsoft che, incaricato da Bill Gates di trovare nuovi modi per combattere la malaria, ha scovato Jordin Kare e Lowell Wood, uno degli ideatori del progetto Guerre Stellari.

Vedere all'opera il prototipo è interessante: il dispositivo individua una zanzara e poco dopo questa prende fuoco, cadendo incenerita. Tra l'individuazione e l'incenerimento un raggio laser – invisibile – l'ha colpita.

http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=9935&numero=999