Rispondi a: RIFIUTI TOSSICI

Home Forum SALUTE RIFIUTI TOSSICI Rispondi a: RIFIUTI TOSSICI

#55141
farfalla5
farfalla5
Partecipante

Rifiuti, da Terzigno arriva il limone ‘mutante’[size=18]
[code][/code]

[code][/code]
La foto del limone dalla forma abnorme raccolto in un frutteto vicino la discarica Sari, a Terzigno ha fatto il giro del web e oltre che molta curiosità, suscita parecchie domande. Quali rischi corriamo nell’abitare vicino ad una discarica?
Del limone deforme sappiamo che è stato oggetto di un convegno sulle malattie da inquinamento che si è tenuto nella sala Consiliare di Terzigno, dove sono intervenuti tra gli ospiti l’Associazione Medici per l’Ambiente. E che è stato raccolto nel giardino di Maria Rosaria Esposito, attivista contro la discarica, che ha dichiarato
La pianta genera frutti da venti anni. Si trova nel giardino di casa mia e limoni così non ne ho mai visti. Ovviamente ora siamo preoccupati e temiamo per la nostra salute. Mia zia ha distrutto tutti gli altri, a vederli facevano impressione.

Se da un lato il limone vesuviano è diventato il simbolo dei comitati contro l’apertura della nuova discarica di Terzigno, come emblema dell’inquinamento atmosferico e idrico causato dalla discarica, come
prova inconfutabile e terribile della natura che si ribella, che non accetta compromessi, non si fa comprare dal vile denaro, cerca di sopravvivere al suo nemico

dall’altro lato la si pensa diversamente. Nel convegno stesso è stato fatto notare che innanzitutto il giardino della signora Esposito si trova a circa 3 km di distanza dal sito e che la pianta non è mai stata annaffiata con l’acqua del pozzo artesiano, e dunque non poteva essere stata contaminata dalle falde acquifere che, come risulta da analisi recenti compiute dall’Asìa, sono inquinate; e che le piante di agrumi sono soggette a queste anomalie, provocate da un piccolo animale, l’Acaro delle meraviglie (Eriophyes sheldoni EWING, 1937); oppure dalla ‘mano di Buddha‘, un’altra anomalia tipica dei limoni, dei cedri e delle clementine che alcune migliaia di anni fa in Oriente fu interpretata come segno divino della presenza di Buddha, la cui mano venne rinosciuta negli agrumi deformi dai fedeli. Ora il limone è in osservazione al dipartimento di biologia dell’Università Federico II di Napoli.
[Fonti: La Repubblica; Il Messaggero; Il Gazzettino Vesuviano]
[Foto: ilgazzettinovesuviano]


IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.