Rispondi a: Scimmie ogm di seconda generazione

Home Forum SALUTE Scimmie ogm di seconda generazione Rispondi a: Scimmie ogm di seconda generazione

#55213
Richard
Richard
Amministratore del forum

Avete costruito strumenti in merito?

Si. Nel nostro laboratorio, secondo un mio progetto, sono stati creati dei generatori che possono sviluppare dei flussi eterogenei che possono essere destrorsi o sinistrorsi. Se noi, in una cultura di tessuto umano, immettiamo un flusso sinistrorso, vi osserviamo un forte aumento della moltiplicazione cellulare. Invece la sintesi dei processi energetici cellulari resta inalterata. Il generatore che produce il campo di torsione, utilizza una energia debolissima data da una comunissima pila. Non possiamo dunque parlare di un’influenza energetica potente, ma semplicemente di un campo informativo. Noi crediamo che la causa di questa influenza informativa sia dovuta a flussi eterogenei. Se io metto le stesse cellule nel campo destrorso, smettono di moltiplicarsi ma aumenta la sintesi dell’albumina e dei polisaccaridi. Questo prova che, l’interazione delle cellule con i campi eterogenei è di carattere fondamentale, e questi influiscono anche sulla materia definita inerte.
Altro strumento è un generatore elettromagnetico.
Se prendiamo un campione di materia cristallina e la sottoponiamo ad un campo di torsione e poi depositiamo i cristalli in una struttura cellulare, aumenta del doppio sia la mitosi cellulare che la fittezza dello strato cellulare. Questo dimostra che la materia cristallina assorbe l’informazione e la trasmette alle cellule, ed è una prova fondamentale.
Abbiamo anche dimostrato che se sottoponiamo il cervello umano al campo di torsione, dopo una breve applicazione, cambia l’encefalogramma. Abbiamo effettuato tanti esperimenti, ed ormai è un dato certo.
Abbiamo anche costruito un sistema a specchi concentrici detti specchi di Koziriev. Se mettiamo un volontario all’interno di questi, dove la concentrazione eterica varia, otteniamo dei risultati terapeutici straordinari, nonostante internamente agli specchi non ci sia nessun campo energetico conosciuto.
Abbiamo sperimentato e costruito numerosi strumenti che usano l’emissione laser: se esponiamo un substrato a questo campo di torsione a puntamento laser, come effetto otteniamo che il substrato resta integro. Se invece ci sovrapponiamo nel flusso diretto su di un substrato biologico, con la radiazione informativa di un medicinale, il substrato comincia a reagire al medicinale anche se questo non è presente che a livello vibrazionale. Praticamente noi parliamo di teleportazione: importazione a distanza di informazioni sul substrato.
http://www.edicolaweb.net/nonsoloufo/ad02_06i.htm