Rispondi a: intolleraze non facilmente rilevabili

Home Forum SALUTE intolleraze non facilmente rilevabili Rispondi a: intolleraze non facilmente rilevabili

#55442

Medico omeopata
Partecipante

Capisco la tua interessante e parzialmente condivisibile riflessione windrunner ma il dibattito sul fatto che l'uomo sia più carnivoro o più erbivoro è ancora aperto ed è lungi dall'essere risolto inequivocabilmente. Il mio parere sta nel mezzo e cioè che l'uomo sia un animale che possa mangiare di tutto tra gli alimenti che mangiava centinaia di migliaia di anni fa.

La riflessione che fai sulla dentatura non fa che confermare quanto da me detto, è vero che i nostri canini saranno “levigati” ma sono pur sempre canini che gli erbivori “puri” (mucche, cavalli, ecc.) infatti non possiedono. Perchè invece noi, pur se piccoli, li abbiamo?

Inoltre a me viene molta più acquolina in bocca a vedere un bel barbecue con bistecche alla brace che una pera. E l'uomo ha imparato a cuocere gli alimenti da un pezzo.

Se poi qualcuno ha avversioni personali a mangiare carne per motivi ideologici o altro questa è una sua rispettabilissima decisione. Ma che non può essere imposta agli altri.

L'aspetto psicologico infatti è come al solito l'aspetto più importante. Possiamo mettere a dieta una persona dicendogli di togliere la carne a vita perchè fa male, perchè si uccidono animali ecc ecc ma se quella persona non è “pronta” o convinta ad un passo del genere ti assicuro che prima o poi inizierà a sognare polli arrosti in continuazione e sarà molto stressata dal non poter essere accontentata.

Se noi invece togliamo il pane e la pasta anche ai più abitudinari vediamo che dopo alcuni giorni queste persone non li cercano più e si sentono molto meglio; è come se si fossero disintossicati da alimenti a loro estranei e i disturbi citati da Ariadne scompaiono o migliorano subito nettamente.
Il fatto che una persona si senta meglio mangiando alcuni alimenti invece che altri è la prova inconfutabile che si è già fatto un bel passo in avanti. Questo è più importante di qualsiasi teoria, ideologia, test o esame diagnostico. E' la persona che viene al primo posto e l'uomo è fatto di mente, corpo e spirito.

Dobbiamo quindi trovare una dieta che sia, oltrechè salutare, anche fattibile nel tempo e dalla maggior parte delle persone a prescindere dalle proprie convinzioni ideologiche.

Altrimenti se vogliamo pensare solo alla salute FISICA la dieta più salutare che esista è certamente quella che consenta di mangiare solo insetti, frutta e verdura alternandoli a lunghi periodi di digiuno.

Alzi la mano chi di voi la seguirà e riuscirà a farla seguire ai propri familiari…a vita!