Rispondi a: Guerra al cancro – fallimento totale?

Home Forum SALUTE Guerra al cancro – fallimento totale? Rispondi a: Guerra al cancro – fallimento totale?

#55603
farfalla5
farfalla5
Partecipante

[quote1289662696=prixi]

Questa visione del problema, o teoria che dir si voglia, mi fu spiegata diversi anni fà da un medico, considerato dai molti colleghi, un ciarlatano visionario, ma che riscuoteva il consenso di una grande quantità di suoi pazienti e che, a riprova della loro fiducia e gratitudine, accompagnavano altri malati affollando l'anticamera del suo studio medico, ogni giorno, in maniera considerevole.
Quando me ne parlò, la cosa ovviamente mi riguardava, e questo modo di considerare la malattia, mi sembrò dal lato emozionale, un punto di vista assolutamente illuminante.
Mi convinsi profondamente della sua validità, forse più con il cuore che con la razionalità, ed intrapresi questo percorso “alternativo” di visualizzazione interiore e di ricerca della guarigione, cercando di individuare le cause psicologiche del conflitto che aveva generato la malattia.
E contemporaneamente a questa ricerca, iniziai ad avere con me stessa, un intimo colloquio interiore di visualizzazione di ciò che stava succedendo al mio corpo, e mi concentrai a creare nella mia mente (ma forse più nel cuore) la visione di un equilibrio che progressivamente ritornava.
Per la cronaca, pur dopo aver subito un intervento chirurgico, evitai tutto il ciclo cheramioterapico seguente, che tutti gli altri medici sostenevano essere indispensabile ed inevitabile e seguii anche una dieta alimentare rigorosissima che escludeva tutti gli alimenti contenenti grassi e proteine di tipo animale.

Che sia stata solo una fortuita casualità di eventi che si sarebbero comunque verificati, non posso affermarlo in assoluto, perchè ovviamente, non c'è modo di saperlo, ma se è vero che il nostro cuore conosce la verità, al di là della mente e della razionalità, allora la mia personale testimonianza e convinzione, non può fare altro che sostenere “l'ipotesi” di Bruce Lipton.
[/quote1289662696]
Carissima Prixi, forse mi sono persa qualcosa, ma posso sapere cosa ti è successo?
Io ho sempre pensato che la migliore cura per un malato grave sia la fede, e non mi riferisco alla fede in Dio, ma una fede forte in noi stessi, nella forza di reagire del nostro organismo e di riequilibrio naturale.


IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.