Rispondi a: KRYON

Home Forum MISTERI KRYON Rispondi a: KRYON

#5563
farfalla5
farfalla5
Partecipante


Ascoltare meglio

Domanda: Kryon, in questa nuova energia quando saremo in grado di comunicare meglio con le nostre guide?

Kryon: La domanda dovrebbe essere “Quando saremo in grado di ascoltare meglio?”

La realtà è che voi state diventando molto più interdimensionali di quanto siate mai stati. Ciò permette un intenso flusso di comunicazione, che c’è sempre stato, che ora può essere “udito”. Nel corso del 2000 ne abbiamo parlato spesso facendovi notare che dovevate essere disposti a cambiare il paradigma delle vostre idee passate su ciò che una comunicazione assomiglia. Voi continuate a usare le vostre idee 4D quando meditate e nulla sta cambiando davvero per voi.

Sedete di fronte allo Spirito e chiedete di sintonizzarvi con la “terza lingua”. Poi non riservate del tempo per “ascoltare o chiedere”. Chiamate invece lo Spirito e celebrate la vostra vita ogni ora del giorno. Siate pronti a “sentire” idee, pensieri ed energie d’amore durante tutto il giorno e quando meno ve le aspettate. Siate consapevoli che questa nuova “terza lingua” si presenta attraverso l’energia delle guide nei momenti della vostra vita di ogni giorno quando l’energia è matura per questo, e non in modo speciale durante quelli che voi chiamate “momenti Spirituali”.

Vorrei farvi questa domanda: se aveste bisogno di una carta stradale durante un viaggio, cosa preferireste avere? a) Che vi si spieghi il percorso durante una seduta privata prima del viaggio, così che dovete ricordarvi tutto quello che dovete fare quando andate, oppure b) Una carta stradale dinamica che vi dica esattamente cosa dovete sapere mentre state andando?

Questa è la differenza tra la vecchia e la nuova energia!


IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.