Rispondi a: Guerra al cancro – fallimento totale?

Home Forum SALUTE Guerra al cancro – fallimento totale? Rispondi a: Guerra al cancro – fallimento totale?

#55761

Genio
Partecipante

ACIDO ACETILSALICILICO CONTENUTO NELL'ASPIRINA

Funzione dell’aspirina
Erano gli inizi degli anni 70, quando lo scienziato John Vane ed i suoi colleghi riuscirono a dimostrare il funzionamento dell’aspirina, meritandosi il famoso Premio nobel per la Medicina.

Partiamo dalla constatazione che nessuno sa completamente come il dolore funziona. La sofferenza è un qualcosa che avverte il nostro cervello: per esempio, ipotizziamo che un martello ci cada su un dito. La parte danneggiata del nostro arto ha terminazioni nervose (piccoli rilevatori delle nostre articolazioni che attraverso la pelle, ci consentono di percepire il calore, le vibrazioni, il freddo.

Ora a seguito della martellata, alcune di queste sostanze chimiche, le prostaglandine e le cellule di lavoro dei tessuti danneggiati, lavorano usando un enzima chiamato cicloossigenasi 2 (COX-2) per trasmettere il segnale del dolore al cervello.

Vane dimostrò che l’aspirina bloccando la produzione delle summenzionate sostanze, attraverso l’inibizione dell’enzima cicloossigenasi coinvolto nella loro sintesi, riduceva l’infiammazione (quindi pure la sofferenza) del paziente.

Vi sono alcuni tipi di prostaglandine (trombossani), che sono coinvolti con la formazione di piccole particelle nel sangue (piastrine).

L’ASA inibisce la produzione dei suddetti ormoni bloccando (o diminuendo), la formazione dei coaguli.

Si evitano così dei possibili attacchi di cuore (causati da un’ ostruzione dei vasi sanguigni che portano l’ossigeno e l’energia al cuore).

Ecco spiegato il motivo per il quale tanti adulti prendano giornalmente piccole dosi l’acido acetilsalicilico [color=#ff0000](che diventa quindi un vasodilatatore), [/color]

Buongiorno colleghi del Forum, vedete che non vi racconto storie, lo studio Inglese che ho segnalato in precedenza ha riscontrato una buona prevenzione verso il cancro assumendo giornalmente l'Aspirina, i Ricercatori Inglesi come ho scritto in altre occasioni, pensano che la prevenzione del cancro con l'Aspirina la quale contiene Acido Acetilsalicilico sia dovuta all'antinfiammazione.

Invece come potete leggere anche voi l'Aspirina assunta giornalmente diventa un VASODILATATORE, grazie al quale aumenta l'Energia Elettrochimica in tutta l'area cellulare dove è presente il tumore, questo PROTETTIVO AUMENTO DI ENERGIA ELETTROCHIMICA dovuta al maggiore apporto di ossigeno disciolto paramagnetico, fa prevenzione e cura anche il tumore.

Per una cura del cancro migliore dell'Aspirina, sarebbe necessario INIETTARE DIRETTAMENTE UN FARMACO VASODILATATORE, nell'area cellulare dove sono presenti le cellule tumorali, in questo caso l'azione terapeutica sarebbe molto più efficace, iniettando direttamente il farmaco vasodilatatore si potrebbe eliminare totalmente il cancro in poche settimane.

Sono riuscito a spiegarmi?

E' perfettamente dimostrabile che, (logicamente sono necessarie le prove di laboratorio), tenendo presente le cause genetiche, tutti gli altri tipi di tumore sono causati dalle VASOCOSTRIZIONI ARTERIOSE le quali si verificano talvolta in un Organo del Corpo che ha ridotto la sua funzionalità, dove prima si riscontravano le protettive Vasodilatazioni, in seguito, a causa del ridotto funzionamento dell'Organo del Corpo si riscontreranno le più o meno rischiose Vasocostrizioni, le quali diminuiscono l'apporto di Energia Elettrochimica alle cellule causandone il deterioramento.

Appare chiaro che, essendo il cancro causato dalle Vasocostrizioni Arteriose (restringimento delle arterie), la cura più efficace è quella delle Vasodilatazioni Arteriose, le quali, rafforzando le Difese Immunitarie con l'aumento dell'Energia Elettrochimica nel sangue fanno prevenzione verso le malattie, producendo contemporaneamente anche LA RIGENERAZIONE DI NUOVE CELLULE.

In questa ricerca mi auguravo la collaborazione di qualcuno di voi, perchè l'unione fa la forza, e saremmo riusciti a convincere le Persone competenti a fare i controlli.