Rispondi a: Pandemia influenza suina

Home Forum SALUTE Pandemia influenza suina Rispondi a: Pandemia influenza suina

#56490

CANERO
Partecipante

Un microbiologo sostiene che il vaccino per “l'influenza suina” della Baxter è una bioarma
Ultimo aggiornamento Mercoledì 23 Settembre 2009
Joseph Moshe (microbiologo della MOSSAD): “Il vaccino della suina è una bioarma”

Pubblicato su Unfictional.com Venerdì 21 agosto 2009 Oggi, i mass media non ne parlano più. Ieri, hanno voluto farci credere che Joseph Moshe era un pazzo e un terrorista, arrestato per aver minacciato di bombardare la Casa Bianca. Dettagli interessanti circa il suo arresto (la “cattura a Westwood”) sono che sembra essere rimasto illeso di fronte alle 5 bombolette di gas lacrimogeni e ai 5 galloni di spray al peperoncino legalmente autorizzati che gli hanno spruzzato in faccia.

Lui con molta calma è rimasto nella sua macchina, come mostrano le riprese video del suo arresto. Il professor Moshe aveva chiamato durante un programma in diretta alla radio condotto dal Dr. A. True Ott, in onda su Republic Broadcasting, sostenendo di essere un microbiologo che voleva fornire le prove a un avvocato in merito a dei vaccini contaminati contro l'influenza suina H1N1 e prodotti dalla Baxter Solutions BioPharma.

Ha detto che il laboratorio ucraino della Baxter stava di fatto producendo una bioarma mascherata come vaccino. Egli ha sostenuto che il vaccino contiene un eccipiente (additivo) progettato per indebolire il sistema immunitario e che è stato riprodotto a partire dall'RNA del virus responsabile dell'epidemia di influenza spagnola del 1918, causando così la malattia a livello mondiale e la morte di massa. Le fonti ci dicono che Bar-Joseph Moshe non ha fatto alcuna minaccia nei confronti del Presidente o della Casa Bianca. Egli non menziona alcuna bomba o attacco.

Ha poi proceduto ad informare la Casa Bianca che aveva intenzione di rendere pubbliche queste informazioni. Quando si era accorto della presenza di uomini in giacca e cravatta davanti alla sua casa, temendo che l'FBI stesse per trattenerlo, ha caricato alcune cose nella sua auto e, essendo un cittadino israeliano con doppia cittadinanza, ha cercato di raggiungere il consolato israeliano che si trova in stretta prossimità del Federal Building, dove ha avuto luogo la cattura. L'FBI e gli artificieri gli hanno impedito di raggiungerlo.

Chi è quest'uomo? Il suo profilo su biomedexperts.com dice che è un esperto di malattie delle piante, con numerose pubblicazioni a suo nome relative alla manipolazione genetica di virii. Prove fotografiche che Moshe dice di essere quello che è si possono trovare qui. Joseph Moshe subito dopo il suo arresto è stato mandato (o lasciato andare) in Israele. Da allora non si sente più parlare di lui. Il Servizio Segreto non corrispondeva all'agenzia coinvolta per la sorveglianza di Moshe nella sua casa in California. Ciò è stato fatto da parte dell'FBI, che aveva l'ordine di trattenerlo o arrestarlo.

Montata sul tetto di un grande veicolo nero utilizzato per il suo arresto vi era un'arma a microonde che avrebbe danneggiato le parti elettroniche dell'auto di Moshe così come tutti i dispositivi di comunicazione che aveva e che avrebbe potuto utilizzare per contattare i media o chiunque altro potesse aiutarlo. Moshe non ha subito gli stessi effetti del gas e e dello spray al peperoncino che altri avrebbero potuto subire, perché aveva rinforzato le sue difese immunitarie a quelle armi in conseguenza dell'addestramento nella Mossad. Moshe non è stato ammanettato perché non è stato posto agli arresti. Non sembra forse una folle teoria di complotto? Certamente.

A causa della scarsità e dell'anonimato delle fonti la potremmo archiviare come tale, se non fosse per alcuni fatti scomodi: la Baxter Pharmaceutical è stata colta in flagrante a diffondere un vaccino dell'aviaria H5N1, vivo e geneticamente modificato, come una letale arma biologica in tutto il mondo, destinata ad essere utilizzata per la vaccinazione umana. Questo è accaduto solo pochi mesi fa. E solo un caso fortunato ha impedito una catastrofe globale di proporzioni epiche.
La Baxter International Inc. ha miscelato dei virus dell'influenza aviaria, vivi e geneticamente modificati, con del materiale vaccino che è stato spedito in 18 paesi. Solo per pura fortuna un laboratorio ceco ha deciso di testare il vaccino su una dozzina di furetti, tutti morti in pochi giorni.

L'Organizzazione Mondiale della Sanità è stata avvertita e si è evitata la catastrofe. Questo è stato chiaramente un atto intenzionale da parte della Baxter, in quanto essa aderisce al BS3, il livello di bio-sicurezza tre. La Baxter ha ammesso “l'errore “. Tali errori magistrali sono totalmente impossibili a quel livello. Si sarebbero dovuti sabotare molti sistemi di sicurezza e corrompere molte figure chiave del personale. Semplicemente non può essere fatto senza una regia dall'interno. Non hanno distribuito una fiala sbagliata, bensì hanno prodotto decine di galloni di un'arma biologica (l'H5N1 vivo, geneticamente modificato/ il virus dell'influenza aviaria), che hanno poi distribuito come un “vaccino”. La Baxter sapeva benissimo che il loro vaccino era letale, perché l'anno prima l'aveva testato su alcune centinaia di senzatetto polacchi – ne risultarono decine di morti.

Qual è il nocciolo della questione? Beh, la Baxter è ora citata in giudizio per la deliberata e ripetuta contaminazione dei vaccini, con armi biologiche progettate – da loro – per l'omicidio di massa. Ecco la denuncia (PDF). Proviene forse da qualche pazzo eccentrico? Molto improbabile: Jane Burgermeister è una giornalista esperta e rispettata. Lei non è l'unica ad aver citato in giudizio la Baxter per la pianificazione e l'esecuzione di un piano di genocidio globale: anche altri stanno depositando delle denunce. Leggete una denuncia ben documentata qui (PDF). Motivo? L'ultima denuncia vi fa allusione.

Avete sentito parlare della Georgia Guidestones? Un monumento enorme, carico di simbolismo massonico costato milioni di dollari, è stato eretto da una potente élite sconosciuta (dei multimilionari con i mezzi per erigere monumenti ovunque lo desiderino, ovviamente) circa 30 anni fa. Esso offre “un'alternativa dei dieci comandamenti”, di cui il primo è lo sterminio di sei miliardi e mezzo di persone dalla faccia della Terra. Mezzo miliardo rimarrà. Questo è il numero di persone che il pianeta può sostenere all'infinito, in modo che i discendenti dei Rothschild e dei Rockefeller possano vivere in pace e nel benessere a tempo indeterminato. Gli schiavi sono necessari per produrre quel lusso, ma 500 milioni andranno bene. Ma come si fa a uccidere la maggior parte del mondo? “Vaccinare” il pianeta con una bioarma con quasi il 100% di mortalità sarebbe un abile stratagemma.

La Baxter fornirebbe sia la bioarma così come il vaccino contro di esso ai popoli occidentali “civilizzati”. Risultato: possiamo saccheggiare l'Africa, non siamo più in concorrenza con il Sud-Est asiatico, il petrolio ce lo prendiamo noi e forse rimarranno solo dei “pecoroni” occidentali e cinesi. Rockefeller ha detto nel 1994 ad una cena delle Nazioni Unite: “Siamo sull'orlo di una trasformazione globale. Tutto ciò di cui abbiamo bisogno è una gran bella crisi e così le nazioni accetteranno il Nuovo Ordine Mondiale “. Lo PNAC (cioè il Progetto per il nuovo secolo americano) ha detto qualcosa di simile subito prima dell'11 settembre.

http://www.theflucase.com/index.php?option=com_content&view=article&id=943%3Aun-microbiologo-sostiene-che-il-vaccino-per-qlinfluenza-suinaq-della-baxter-e-una-bioarma-&catid=1%3Alatest-news&Itemid=64&lang=en