Rispondi a: IL FRIGO DEGLI ORRORI

Home Forum SALUTE IL FRIGO DEGLI ORRORI Rispondi a: IL FRIGO DEGLI ORRORI

#56849
farfalla5
farfalla5
Partecipante

Anche questa notizia non è proprio adatta a questo topic…ma se arrivasse qui il latte “umano” della mucca clonata :scare:

Clonazione: mucca argentina produce latte umano

La notizia è vera e anche se è una mucca non è una bufala. Anzi è il primo esperimento al mondo che vede l’inserimento di due geni in un unico animale clonato, pratica per ora bandita in Europa.

L’annuncio è stato fatto nientemeno da Cristina Kirchner Presidente dell’Argentina. Rosita, questo il nome dato alla mucca razza Jersey, è stata clonata il 6 aprile scorso e le sono stati impiantati 2 geni umani che le consentiranno di produrre un latte simile a quello delle mamme. Ha detto la Kirchner:

Potrebbe essere molto utile per quei bambini che, per qualche ragione non hanno accesso al seno. Questa innovazione è un vero e proprio orgoglio per gli argentini.

L’esperimento è stato condotto da Germain Kaiser, Nicola Mucci (Gruppo Biotecnologie Balcarce INTA) e Adrian Mutto tre ricercatori che lavorano per l’Istituto Balcarce dell’INTA.

Per migliorare il latte i ricercatori hanno inserito attraverso un vettore, nel genoma di Rosita ISA due geni poiché producono proteine dalle caratteristiche specifiche: il lisozima antimicotico, antibatterico e antivirale e la lattoferrina che consente una migliore sintesi del ferro.

Le reazioni sono state durissime. Scrive la Lav nel suo comunicato stampa:

Negli ultimi dieci anni gli esperimenti di clonazione animale sono stati numerosissimi e perlopiù fallimentari, con bassa efficienza delle procedure, ovvero con perdita di vite animali: un dato che molti scienziati si guardano bene dal dichiarare pubblicamente. Infatti la maggior parte degli embrioni animali clonati muore nei primi mesi di gravidanza o, nel caso si concluda il periodo gestazionale, in molti casi nasce morto o con deformità incompatibili con la vita. Più di uno studio, infatti, riferisce risultati allarmanti in materia di clonazione animale: sia quelli dell’Efsa (“ogni 100 animali clonati, 40 presentano problemi di salute, una percentuale che può essere ancora superiore per i cuccioli di meno di sei mesi”), che il precedente studio basato su dati INFIGEN (una delle multinazionali clonatrici) e su studi di Atsuo Ogura del National Institute of Infectious Diseases di Tokyo, secondo cui il 75% degli embrioni animali clonati muore entro i primi due mesi di gravidanza e il 25% nasce morto o con deformità incompatibili con la vita; da 100 cellule di partenza, mediamente una sola diverrà un animale “adulto e sano”.
http://www.ecoblog.it/post/12709/clonazione-mucca-argentina-produce-latte-umano?utm_source=newsletter&utm_medium=mail&utm_campaign=Newsletter:+ecoblog/it+(ecoblog)


IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.