Rispondi a: MACROBIOTICA. Dieta di Ohsawa a rischio: troppo sale, conserve e cottura

Home Forum SALUTE MACROBIOTICA. Dieta di Ohsawa a rischio: troppo sale, conserve e cottura Rispondi a: MACROBIOTICA. Dieta di Ohsawa a rischio: troppo sale, conserve e cottura

#57126

sephir
Partecipante

[quote1253131524=altair]
Grazie per la dettagliata risposta sephir. 🙂

Io sull'alimentazione ho rinunciato a capire quale sia la strada migliore da seguire, le teorie in materia sono praticamente infinite e ogni giorno ne nasce una nuova.

Mi affido al buon senso e ad alcune semplici regole:

-limitare la quantità.

-prediligere i cibi vegetali e di origine vegetale.

-limitare quanto più possibile i prodotti di origine animale, senza essere tuttavia rigidi e radicali; nella nostra tradizione mediterranea carne, pesce, uova, latte e derivati vengono consumati da millenni e non può essere una scelta sbagliata. Ci tengo a precisare che il mio consumo di questi alimenti è molto ridotto e quello dei derivati del latte ridottissimo.

-ridurre al minimo il cibo o digiunare se si accusa una sensazione di malessere o ci si ammala.

-mangiare un frutto o frutta secca, anzichè altro, quando si accusa un senso di appetito al di fuori dei pasti.

[/quote1253131524]

Scusa altair solo ora ti rispondo.
Per la risposta, di nulla, anche se vorrei essere decisamente più preciso in merito.
Per quanto riguarda la tua dieta non sono certo un'esperto e non posso che dirti come non sia errata, per alcuni però uova e latticini vanno proprio eliminati…io le uova ogni tanto le mangio, con periodi di “astinenza”, i latticini per mesi e mesi li evito ma se in sardegna a casa mia mi mettono un buon dolce di macomer o un pecorino…non resisto! :hehe: so che acidifica molto.

La situazione comunque di chi è alla ricerca è più o meno simile alla tua: tanti tanti dubbi apertura ai consigli (quando si tratta di fonte sicura) e molta pazienza con se stessi e il mondo.
Quest'ultima a seconda dei periodi è molto poca…pensa che si potrebbe seguire una dieta precisa a seconda dell'acidità o basicità degli alaimenti che apporti, rispettando tipologie di composizione che complicano ancora più le già complesse scelte alimentari a cui uno va incontro…
di necessità si arriva ad u rilassamento con il cibo un pò come tu hai deciso… è certo che si tratta di un percorso molto eleborato e lungo.

Ciao Altair