Rispondi a: Vegetariano, si ma come?

Home Forum SALUTE Vegetariano, si ma come? Rispondi a: Vegetariano, si ma come?

#57274
Richard
Richard
Amministratore del forum

Io ho una visione diversa, queste discussioni è normale che finiscano all'infinito, ho cercato di dare un altro punto di vista
Per me tutto è spirito/informazione, la morte non esiste, tu prendi informazione in vario modo dall'esterno e la immetti nel tuo interno, è un ciclo dal macro al micro e cosi via, è informazione sotto varie forme…è un ciclo di evoluzione.
Per rispetto intendo che ho visto e letto cose che ritengo mostruose e che non ritengo giustificabili e necessarie per produrre carne da alimentazione.
In questa realtà esiste cio che percepiamo male e cio che percepiamo bene, esiste vita e morte…ognuno ha la sua percezione ma ritengo che serva un punto di equilibrio.
Se io per mangiare uccido un animale, senza torturarlo e senza allevarlo in scatola ad esempio, è un conto, se io allevo animali in gabbia o in scatola senza nemmeno permettere loro di vedere la luce o ammassati tutti come sassi, poi ne ammazzo un numero enorme perche mi fa comodo e la maggior parte va buttata ecc…questo è altro conto.
Tutti dobbiamo morire, la morte è una fase della trasformazione a cui è sottoposta l'informazione di cui siamo composti.
Perchè non può essere corretto pensare che portando l'informazione dell'animale in te, non lo aiuti ad evolvere a livello spirituale e magari a divenire in un futuro un essere umano?
Se tutto è coscienza che si incarna, alla fine quello che conta è la coscienza e l'evoluzione di questa.
Io non trovo cosi corretto, benchè lo capisca e ami gli animali, pensare che mangiarli sia per forza una mancanza d'amore e una violenza…trovo che faccia parte di un ciclo.
Forse in un lontano passato la mia coscienza era sotto forma animale e mi hanno mangiato.
Può accadere anche che io venga mangiato da un animale.
Se io dovessi sopravvivere con mezzi scarsi, non penso di mancare di amore e rispetto se mi nutro di un animale, perchè penso sia parte della natura che l'animale sia mangiato da altri animali e anche dall'uomo.
Quello che trovo molto sbagliato è che in funzione del mercato e dell'economia si maltrattino gli animali per fare tonnellate di carne che poi viene anche buttata..

Giusto per aggiungere altra fonte che può farvi forse pensare è che anche Cayce, non escludeva la carne dalla dieta http://www.edgarcayce.it/dieta.htm
————————-
Questo non è certamente un tentativo di dire al corpo (un vegetariano) di tornare a mangiare la carne. Ma fornisci allora, in tutte le forze del corpo, l’integrazione o in vitamine o in sostituti della carne. Questo è necessario per chi si attiene a queste influenze vegetariane. 5401-1

Un’Opzione Vegetariana
Quando venne interrogato se la richiedente, una vegetariana, dovesse continuare a seguire la sua dieta senza carne, Edgar Cayce rispose: “ …questa, da un’angolazione materiale, non è una necessità assoluta – ma in ogni buona coscienza mantieni ciò che la tua anima (non abbiamo detto cuore) – la tua anima – desidera.” (1554-6)

http://www.edgarcayce.it/media/lecarni.htm

Mangia moltissimi frutti di mare, volatili e occasionalmente dell’agnello. Questi sarebbero gli unici tipi di carni. Non cambiare del tutto verso la dieta vegetariana, poiché questo farebbe indebolire troppo le condizioni del corpo. 4031-1

http://www.edgarcayce.it/

vi segnalo questo solo come spunto di riflessione e come parere, ma poi magari sbaglio io..
——————-

Voglio dire che questo tipo di pensiero estremo a mio avviso forse andrebbe equilibrato, questo è il mio punto di vista e io amo gli animali e li rispetto.
Concordo sulla questione che da un punto di vista vibrazionale-spirituale possa essere meglio diventare vegetariani.
Comunque sia negli ultimi anni io ho ridotto il consumo di carne rispetto al passato anche per questione istintiva.

Per quanto riguarda la possibilita di nutrirsi bene in modo vegetariano non l'ho negato, ho detto che bisogna saperlo fare bene, è un consiglio serio.

http://www.edgarcayce.it/media/glianimalihanno.htm
D- Le forme inferiori della creazione come gli animali hanno o dovrebbero avere qualche vita sul piano spirituale ?
R- Tutti hanno la forza dello spirito. L’uomo in quanto creato porta la forza dell’anima, ciò che in principio è stato reso uguale al Creatore, nella produzione relativa sul suo (dell’uomo) piano di esistenza. Perciò la necessità di sviluppo di quell’energia dell’anima. Soltanto quando viene raggiunto in quella dell’uomo troviamo … sia l’entità spirituale sia l’entità fisica… 900-24

D- Gli animali hanno la facoltà mentale nota come subconscio ?
R- No. La mente dell’animale appartiene alle condizioni che vorrebbero portare la continuazione della specie e del cibo, e in quel modo tutti nel regno animale; appartenendo quindi alla Mente e allo Spirito; l’uomo raggiunge quello sviluppo in cui l’anima diventa l’individuo che può diventare il compagno e Tutt’uno con il creatore.
… Perciò l’uomo si sviluppò, diventa signore e padrone sul regno animale. L’uomo degradato diventa il compagno, uguale alla bestia, o l’uomo bestiale. 900-31