Rispondi a: Fa che il tuo cibo sia la medicina…

Home Forum SALUTE Fa che il tuo cibo sia la medicina… Rispondi a: Fa che il tuo cibo sia la medicina…

#57643

Anonimo

http://www.tuttogreen.it/gli-ingredienti-della-cucina-naturale-semi-e-olio-di-girasole/

Gli ingredienti della cucina naturale: i semi e l’olio di girasole
di ALESSIA il 30 GENNAIO 2013 ·

Helianthus annus è il nome scientifico ma comunemente è noto con il nome di girasole, lo splendido fiore dalla corolla di colore giallo che l’antica popolazione Inca considerava simbolo di sovranità. Originario delle Americhe, solo alla fine del XVI secolo raggiunse il continente europeo. Si deve però attendere il XVIII secolo per assistere alle prime coltivazioni di girasole per la produzione di olio.

Il fiore può raggiungere gli 85 cm di diametro e il gambo si può estendere fino a 6 metri di altezza! I semi sono in realtà le mandorle contenute nel pericarpo dei piccoli frutti dell’infiorescenza.
I suoi semi contengono molte sostanze nutritive e sono ricchi di carboidrati e proteine. Nonostante l’elevato numero di calorie, sono fra i più leggeri dei semi oleosi.
Sono ricchi di acido linoleico, utile nel prevenire malattie cardiache e abbassare il colesterolo, e di fenoli, sostanze con proprietà preventive contro le malattie degenerative.

ra le vitamine presenti troviamo la A (40 mcg), la D (22 mcg), la E (31 mg) e la PP (3,3 mg) ma ciò che rende i semi di girasole davvero unici è la rarissima vitamina B12 e la B1, presente tra 1,36 mg e 2,2 mg, quantità in assoluto maggiore rispetto ad altri alimenti. Tra i minerali abbiamo il ferro e il magnesio e tra gli oligoelementi troviamo il selenio, il fosforo, lo zinco, il rame, il cobalto e il manganese. Le ultime ricerche hanno scovato anche la presenza di acido clorogenico, utile per la sua azione antibatterica e antinfettiva.

Come possiamo usare i semi di girasole? innanzitutto va precisato che non vanno tostati perché perdono molte sostanze nutritive ma se proprio non volete rinunciarvi suggeriamo di tostarli in casa. Se li mangiate al naturale, bastano 2 cucchiai al giorno, altrimenti potete metterli nell’impasto dei biscotti e del pane, nelle insalate oppure nelle zuppe come decorazione finale.

In cucina usate l’olio di semi di girasole spremuto a freddo e conservatelo in frigorifero perché tende a deteriorarsi. Anche nel campo della cosmetica i semi trovano largo impiego per le loro qualità emollienti, rigeneranti e idratanti. Non a caso l’olio di semi di girasole viene spesso utilizzato nei massaggi contro i dolori reumatici o muscolari.