Rispondi a: L’ACQUA: MEDICINA DEL FUTURO?

Home Forum SALUTE L’ACQUA: MEDICINA DEL FUTURO? Rispondi a: L’ACQUA: MEDICINA DEL FUTURO?

#58881
Richard
Richard
Amministratore del forum

[quote1390578427=Richard]
[quote1390568613=farfalla5]

Infatti un segnale capace di modificare un qualsiasi elemento della struttura gerarchica coerente induce al suo interno una dinamica complessiva che determina mutamenti molto più vasti del suo particolare contenuto; questo accade perché la struttura coerente ha un significato intrinseco capace di dialogare con lo stimolo esterno portato dal segnale. Perciò quella che si usa chiamare informazione biologica ha una natura diversa dall’informazione di cui si occupa la teoria di Shannon (12). Nella teoria di Shannon sia l’informante che l’informato sono oggetti passivi incapaci di auto-organizzazione per cui il messaggio informativo deve contenere tutti i dettagli dell’operazione da compiere in quanto l’informato non può intuirli sulla base base della propria dinamica interna.

Ciao Viandante, è tutto molto scientifico e non so se ho capito bene. Quello che ho capito è, che quando saremo pronti e coscienti di queste potenzialità, potremo usare l'acqua, il suono, i colori e le vibrazioni per armonizzare il nostro organismo. Qualsiasi stimolo esterno ha su di noi una risonanza...
Mi viene da pensare quando i giovani ascoltano la musica di oggi che non è fatta nemmeno dagli strumenti ma è fatta solo elettronicamente , che effetto farà su di loro? :ummmmm:
[/quote1390568613]

:ok!:

http://www.acquainformata.eu/archivio/verso-una-biologia-coerente/
È possibile descrivere il corpo umano come una grande rete di calcolatori elettronici costituiti da componenti organiche organizzate secondo domini coerenti (piccoli laser capaci di trasmettere informazione elettromagnetica). L’organismo umano può essere considerato come un generatore di frequenze elettromagnetiche che emette in un ampio spettro (da pochi Hz fino alla banda dell’ultravioletto)..

Possiamo concludere affermando che in un sistema vivente esista un livello elettromagnetico, capace di operare su grandi distanze, che dialoga continuamente con il livello chimico attraverso codici di riconoscimento e di richiamo. La patologia che fenomenicamente appare come una anomalia del livello chimico del corpo, rinvia, in questa prospettiva ad un disturbo nella rete elettromagnetica di controllo del traffico molecolare. Siamo agli inizi della costruzione di una biologia coerente.
[/quote1390578427]