Rispondi a: Scandalo delle mozzarelle blue

Home Forum SALUTE Scandalo delle mozzarelle blue Rispondi a: Scandalo delle mozzarelle blue

#58974
farfalla5
farfalla5
Partecipante

Latte sorvegliato speciale

Questa volta le mozzarelle color blu sono italiane
. E il ministero della Salute interviene a razzo. Il caso delle confezioni di latticini contaminate a marchio Granarolo non poteva passare inosservato, così il ministro Ferruccio Fazio per ora non apre un’inchiesta, ma intanto ordina controlli a tappeto. E rassicura sulle azioni continue di monitoraggio degli stabilimenti di produzione di mozzarelle, come sulle fasi di lavorazione e commercializzazione dei prodotti caseari. Nas, istituti zooprofilattici sperimentali, servizi veterinari delle Asl, delle Regioni e delle province autonome di Trento e Bolzano: tutti allertati per l’emergenza del latticino azzurro. Non solo, il dicastero ha convocato un tavolo operativo con l’Istituto superiore di sanità e gli istituti zooprofilattici per valutare i risultati delle analisi effettuate finora con i dati scientifici a disposizione. Obiettivo del vertice ministeriale, poter offrire indicazioni operative agli organi di controllo ed alle aziende. L’intervento ministeriale è davvero massiccio: previsto a breve anche un incontro con le associazioni del settore lattiero caseario per sensibilizzare quanti operano nell’alimentare, chiedere collaborazione alle autorità sanitarie ed elaborare un piano strategico comune sul fronte igienico sanitario. Da parte sua Granarolo, dopo la dichiarazione di estraneità rispetto alla provenienza del latte tedesco, ora punta il dito. Il colosso bolognese infatti, fa sapere che i loro tecnici si erano accorti che nella Milchwerk Jager non tutto funzionava a dovere e tira anche fuori una raccolta di documenti (già consegnata agli investigatori) in cui sembra abbiano espresso le loro perplessità. Granarolo conferma di aver acquistato dall’azienda della Germania formaggio a pasta filata, poi trasformato in provola dolce. Soprattutto rivela di aver verificato negli anni che la Jager non era “conforme” agli standard. Eppure ha continuato ad acquistare i suoi prodotti.

http://ricerca.gelocal.it/ilcentro/archivio/ilcentro/2010/07/26/CA3PO_RA201.html


IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.