Rispondi a: Cambia il DNA? Uomo nuovo!

Home Forum SALUTE Cambia il DNA? Uomo nuovo! Rispondi a: Cambia il DNA? Uomo nuovo!

#59102
Richard
Richard
Amministratore del forum

:ummmmm:

http://www.stazioneceleste.it/articoli/wilcock/Wilcock_DNA-1.htm
allora il DNA non può semplicemente essere una fredda, morta molecola.

Deve interagire con un Campo.

O il Campo spinge il DNA a ristrutturarsi in base al suo codice interno… oppure il Campo carica nuovi codici… direttamente nel DNA!

..

https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.966
..la spirale luminosa di energia del DNA era già lì e le molecole fisiche semplicemente si sono formate attorno all' energia spiraloide quando il pianeta si è trovato nella giusta posizione di frequenza. La Galassia è “sintonizzata” per formare il DNA umano nel sistema planetario quando ne esiste la possibilità

http://www.edgarcayce.it/media/diol%27energia.htm
La vita è creativa ed è la manifestazione di quell’energia, quell’unità che non potrà mai essere completamente percepita o scoperta nella materialità — eppure è la base di tutte le forze e influenze motivanti nelle esperienze di un individuo. 2012-1

Elettricità o vibrazione è quella stessa energia, la stessa forza che chiamate Dio. Non che Dio sia una luce elettrica o una macchina elettrica, ma vibrazione che è creativa è della stessa energia della vita stessa. 2828-4

La vita come un tutt’uno è una cosa continua; che emana da potenza, energia, coscienza di Dio, sempre. 1472-1

Quello della forza vibratoria vitale nella vibrazione elettrica è della vibrazione elettrica più bassa, quello che determina la costruzione di forze o principi attivi con quello che è della vibrazione conosciuta più alta in un corpo umano. 2155-1 http://www.edgarcayce.it/media/dio%E8ilprincipio.htm
——–

Mistero del DNA: Scienziati sorpresi da abilità “Telepatiche”
https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.5489.11

il DNA intatto a doppia elica ha la capacità “sorprendente” di riconoscere similarità in altri filamenti di DNA a distanza.

In qualche modo riescono ad identificarsi tra loro e le piccole parti di materiale genetico tendono ad unirsi con simile DNA. Il riconoscimento di sequenze simili nelle sottounità chimiche di DNA, avviene in un modo non riconosciuto dalla scienza. Non ci sono ragioni conosciute per cui il DNA possa essere in grado di combinarsi in questo modo e da un punto di vista teorico corrente questa capacità dovrebbe essere impossibile.

http://www.lswn.it/comunicati/stampa/2007/dai_frammenti_di_dna_nuova_chiave_lettura_per_spiegare_formarsi_vita_sulla_terra
L'originale formarsi, nell'antichità del nostro pianeta, delle lunghe molecole di DNA e RNA che sono alla base della vita può essere spiegata con il fatto che i frammenti del DNA hanno, nell'acqua, la tendenza a formare cristalli liquidi, ovvero strutture molto ordinate nelle quali le molecole, pur mantenendo il loro carattere liquido, si equiorientano e si posizionano in modo regolare.
..
e abbiamo osservato che tendono ad aderire gli uni agli altri non chimicamente, ma con tenui interazioni attrattive di tipo fisico

https://www.altrogiornale.org/news.php?item.8101.1
Cristalli auto-replicanti nello Spazio, possono essere una Forma Primordiale di Vita inorganica?

hanno osservato particelle di polveri inorganiche formare strutture ad elica e passare per altre modifiche simili a quelle dei sistemi viventi.. Gli esperimenti sono avvenuti in condizioni simulate del plasma, rappresentative dello spazio e della Terra primordiale. Queste strutture inorganiche, come suggerito dal team, potrebbero persino portare alle molecole organiche della vita che conosciamo e di cui siamo fatti…

“Queste strutture complesse e auto-organizzanti di plasma esibiscono tutte le proprietà necessarie per essere qualificabili come candidate a materia vivente inorganica”, dice (V.N.) Tsytovich, “sono autonome, si riproducono ed evolvono”.

http://www.corriere.it/scienze_e_tecnologie/08_settembre_08/dna_spazzatura_evoluzione_86e80640-7dbb-11dd-8ad1-00144f02aabc.shtml
Secondo uno studio le regioni del nostro genoma considerate «spazzatura» sono determinanti nell'evoluzione
Pollice opponibile e andatura eretta, due caratteristiche che ci distinguono (insieme ad alcuni primati) dal resto del mondo animale, si sarebbero evolute anche grazie a cambiamenti in quelle regioni del nostro genoma tradizionalmente considerate «junk» (spazzatura), che non codificano proteine ma, a quanto pare, servono come interruttori che regolano l'attività dei geni

Il DNA “capisce” la meccanica quantistica
Una collaborazione israeliana e tedesca sembra dimostrare che il DNA sia in grado di distinguere lo stato quantico conosciuto come “spin”
http://www.astronomia.com/2011/07/11/il-dna-capisce-la-meccanica-quantistica/

https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.821
All'interno della nostra galassia a circa 300 anni luce dal famelico buco nero centrale
la nebulosa in questione ha una strana somiglianza con la più nota struttura molecolare organica conosciuta, il DNA, mattone fondamentale della vita come noi la conosciamo.

https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.556
Il fatto che il DNA funzioni come antenna ricevente e stato recentemente dimostrato mediante esperimenti di controllo remoto di apertura della doppia elica realizzati dal Centro BITS & ATOMS del MIT Media Lab. L'esperimento “Remote Electronic Controll of DNA”, consiste nell'accoppiare per induzione elettromagnetica il DNA ad una nano-antenna di metallo la quale viene investita da Radio Frequenze, l'antenna di metallo per induzione provoca la apertura del DNA nei suoi due filamenti in modo relativamente veloce

Studi recenti hanno estrapolato ed esplorato il genoma umano ad alta risoluzione e a tre dimensioni. Ne è derivata una scultura matematicamente armoniosa ed elegante. Un magnifico frattale!
https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.5509

Nel campo della nano-bio-elettronica, il settore di ricerca avanzato che studia molecole biologiche per costruire circuiti elettronici, si studia il DNA come un possibile filo conduttore di dimensioni molecolari, per realizzare bio-chip più piccoli ed efficienti dell’attuale elettronica su silicio.
https://www.altrogiornale.org/comment.php?comment.news.1275

https://www.altrogiornale.org/comment.php?comment.news.8271
Questi RNA sono spesso stati considerati “la spazzatura” del genoma, in quanto, per molti di essi, la loro funzione non è ancora del tutto chiara. Questo studio dimostra inequivocabilmente che anche gli RNA poco trascritti possono avere una funzione nel mantenere l’integrità del genoma.”

https://www.altrogiornale.org/comment.php?comment.news.7176
I ricercatori hanno scoperto che la vita non sembra scegliere i suoi 20 mattoni in modo casuale. “Abbiamo scoperto che il solo caso molto difficilmente porterebbe ad un set di amminoacidi migliore di quello scelto dalla vita”

Una recente analisi matematica dice che la vita per come la conosciamo, è scritta nelle leggi della realtà

https://www.altrogiornale.org/comment.php?comment.news.390
Una possibile risposta è stata ipotizzata dal matematico tedesco Walter Schempp e dal fisico britannico Peter Mercer i quali hanno sviluppato un modello matematico per spiegare in che modo il DNA codifica la forma e l’auto-organizzazione. La loro ipotesi è che il DNA sia un medium oscillante, come una stazione radio, che invia e riceve ogni sorta di informazione genetica attraverso onde.

https://www.altrogiornale.org/comment.php?comment.news.8057
Alik Kasumov e colleghi del Laboratoire de Physique des Solides in Francia, hanno mostrato che le molecole di DNA agiscono come conduttori ohmici sopra 1°K e che sotto questa temperatura possono supercondurre

https://www.altrogiornale.org/comment.php?comment.news.1630
Il Dna è come un diapason
«Il nostro genoma – spiega Ventura – è fatto da una miriade di anse, di ripiegamenti che non hanno solo la funzione di 'impacchettare' i circa due metri della molecola del Dna in poche decine di millesimi di millimetro di diametro del nucleo. Per molto tempo – aggiunge – si è pensato che queste anse servissero a guadagnare spazio, ma oggi sappiamo che, pur facendo parte del cosiddetto Dna “spazzatura”, cioè che non codifica alcuna proteina, hanno una precisa funzione di “architettura”».

https://www.altrogiornale.org/comment.php?comment.news.6640
Montagnier, premio Nobel per la medicina nel 2008, in un esperimento che riguarda l'ipotetica capacità del DNA di inviare una sorta di impronta elettromagnetica di se stesso a fluidi e cellule.

eh sì tutto dovuto al caso..

“Dio non gioca a dadi” A.Einstein