Rispondi a: Lampadine a basso consumo: contengono mercurio e sono cancerogene a breve distanza

Home Forum SALUTE Lampadine a basso consumo: contengono mercurio e sono cancerogene a breve distanza Rispondi a: Lampadine a basso consumo: contengono mercurio e sono cancerogene a breve distanza

#59111
Richard
Richard
Amministratore del forum

bisogna indagare meglio
questa ad esempio mi puzza
sul mercurio sono d'accordo, ma il pericolo degli uv mi puzza
“Radiazioni-UV

Le LFC senza il doppio guscio protettivo (ed anche alcuni tipi di lampade alogene) emettono radiazioni UV-B e tracce di UV-C. E' ben noto che questo tipo di radiazioni sono dannose per la pelle (i.e. tumore della pelle) e per gli occhi (i.e. cataratta). Diversi studi, infatti, dimostrano che le lampade fluorescenti aumentano il rischio di contrarre tumori della pelle (6).”

Leggiamo qua
http://www.bag.admin.ch/themen/strahlung/00053/00673/02326/index.html?lang=it#sprungmarke2_18

“Mercurio
Le lampadine a basso consumo contengono generalmente solo una quantità molto esigua di mercurio, inferiore a 5 milligrammi. Il mercurio è chiuso ermeticamente nel tubo fluorescente, ma può liberarsi in caso di rottura del vetro. In tal caso esso può influire, per un breve momento, sull'aria all'interno del locale. Considerate le ridotte quantità di cui è questione, ciò non costituisce un pericolo per la salute.
Se la lampadina si rompe, raccomandiamo di smaltire i pezzi rotti come descritto in precedenza e di aerare il locale. Non vi è alcun rischio di contaminazione da mercurio a lungo termine nell'aria del locale, poiché la quantità di metallo che fuoriesce è esigua.
Le lampadine a basso consumo non devono essere gettate nella spazzatura domestica, poiché contengono mercurio e altri elementi che hanno un impatto sull'ambiente.”
http://www.bag.admin.ch/themen/strahlung/00053/00673/02326/index.html?lang=it#sprungmarke2_18

e qua
http://www.fabiomarchesi.com/__la_luce_che_cura.html
http://www.fabiomarchesi.com/lucepag59.pdf
http://books.google.it/books?id=FwsHNiXUpcYC&pg=PA210&lpg=PA210&dq=lampade+spettro+completo+fabio+marchesi&source=bl&ots=7NsA2IkUwR&sig=_S6CkXCUTQXfpqJx-bI_Co1uezA&hl=it&ei=hUmsTJTzO4LJswbl3cy1BA&sa=X&oi=book_result&ct=result&resnum=2&ved=0CBgQ6AEwAQ#v=onepage&q&f=false

http://www.biodream.com/files/sorgenti_di_luce_l4j_ad_ampio_spettro_e_uv-10.pdf

http://www.bioblog.it/2008/10/16/lampade-fluorescenti-pericolose-per-la-salute/20084646
http://www.saluteme.it/documenti/236-lampadine-fluorescenti-pericolose.html

però forse dovevamo iniziare ad usare queste
http://www.osram.it/osram_it/Consumer/Iluminazione_generale/Lampade_LED/index.html

————-
“Le vecchie lampade fluorescenti contengono mercurio che è estremamente inquinante e molti componenti che possono essere riciclati. Dopo l'uso devono essere smaltite in maniera differenziata tra i materiali RAEE e non con il vetro. Per questo vanno obbligatoriamente consegnate al rivenditore o all'apposito centro di riciclaggio spesso presso le discariche comunali. Inoltre, c'è chi sostiene che le Lampade Fluorescenti Compatte arrechino fastidio e danni a persone con problemi di fotosensibilita (elettrosensitività, autismo, epilessia, emicrania), e emettano radiazioni potenzialmente pericolose di UV-B e tracce di UV-C (lampade senza il doppio guscio protettivo ed anche alcuni tipi di lampade alogene) [1]

La Direttiva 2002/95/CE vietava nell'UE a partire dal luglio 2006 di commercializzare apparecchiature elettriche ed elettroniche contenenti sostanze tossiche quali piombo, mercurio, cadmio, cromo esavalente, bifenili polibromurati (PBB) o etere di difenile polibromurato (PBDE). La Direttiva esentava da tale obbligo la vendita di lampade fluorescenti compatte per un quantitativo massimo di mercurio pari a 5 mg per lampada, dato che il mercurio era un elemento necessario per il funzionamento di queste lampade. Tale esenzione non è stata riesaminata in seguito alla comparsa in commercio di lampade fluorescenti completamente prive di vapori di mercurio.”
http://it.wikipedia.org/wiki/Lampada_fluorescente