Rispondi a: Lampadine a basso consumo: contengono mercurio e sono cancerogene a breve distanza

Home Forum SALUTE Lampadine a basso consumo: contengono mercurio e sono cancerogene a breve distanza Rispondi a: Lampadine a basso consumo: contengono mercurio e sono cancerogene a breve distanza

#59120

sephir
Partecipante

[quote1288439225=farfalla5]
[quote1288434454=sephir]
Io da un'annetto circa le ho eliminate con molto piacere farfalla, non solo
avevo letto su terra nuova e su internet di questi effetti, ma la mia compagna
ha iniziato ad avere fortissimi fastidi agli occhi, con mal di testa e alterazioni della vista dopo costanti esposizioni a questo tipo di luce fluorescente davvero fastidioso e irritante!
é una luce terribile a mio avviso!

Ovviamente qualcuno chiederà prove scientifiche in doppio cieco, ma da quando
abbiamo messo almeno quelle alogene gli occhi si sono ripresi.
é certo che vale per persone già sensibili.

Oltretutto come per tutti i beni del mondo, che l'uomo pensa di scoprire dal nulla,
mi irrita da morire tutto il giro ipocrita di ricatti economici… “spendi di meno prendi questa!”

Ma perchè devo spendere per la luce (e l'acqua, e il gas…e l'aria)? Quanto costerà in realtà ai nostri produttori di luce elettrica il passaggio complessivo di energia e la sua creazione? E quei costi rispondono a reali esigenze o a convenienze di mercato/di persone? Non possiamo produrci noi la nostra sana energia da utilizzare! Basta!
Che le reali fonti alternative arrivino presto!

[/quote1288434454]
Sephir, ma allora che luci usare…
non ci sono più andata a leggere sul forum polacco, so che c'è una ricercatrice che porta delle prove scientifiche sull' argomento. Devo approfondire…
[/quote1288439225]

Farfalla, qualcuno dice il led (ma credo abbiano controindicazioni anche queste, forse meno… dobbiamo informarci e non è facile trovare chi sappia), qualcuno le lampadine ad incandescenza classiche (ma togliendole dalla circolazione ci hanno fatto lo scherzetto!)…

quasi sarebbe meglio prendere spunto dagli amish, http://it.wikipedia.org/wiki/Amish… no elettricità…:ummmmm: … o forse la risposta ce la stavano dando tesla, ce la ripetono quelli del disclosure, quelli della fusione fredda… insomma, direi che per il momento io userò le lampadine alogene….

uff, ecco cosa ho trovato sulle alogene che purtroppo sto usando a casa http://it.wikipedia.org/wiki/Lampada_alogena … spero siano fatte di materiali idonei… spero qualcuno sappia di più

Svantaggi e rimedi [modifica]

I limiti di questi dispositivi sono riconducibili all'emissione di raggi ultravioletti, dannosi per l'occhio umano e capaci di provocare cancro della pelle e causa di sbiadimento degli oggetti illuminati. Il fenomeno è in parte dovuto all'uso del quarzo al posto del vetro per la costruzione del bulbo. Il quarzo è infatti più resistente alle alte temperature ma trasparente ai raggi ultravioletti. La schermatura di queste radiazioni avviene ponendo davanti alla lampada una lastra di vetro, che serve anche come protezione in caso di esplosione accidentale dell'ampolla. Recentemente nella composizione delle ampolle sono state introdotte sostanze in grado di bloccare i raggi ultravioletti e dei pigmenti fluorescenti che li convertono in luce visibile, aumentandone l'efficienza complessiva.

Per ridurre il flusso di raggi infrarossi verso oggetti danneggiati da un eccessivo riscaldamento, esistono speciali lampade alogene dicroiche [e quanto costeranno!], dotate di uno schermo posteriore che riflette solamente la luce visibile lasciando disperdere i raggi infrarossi.

Vantaggi [modifica]

Il rendimento luminoso di una lampada alogena, grazie alla luce più bianca rispetto ad una lampadina tradizionale, è del 50-100% superiore rispetto a questa, mentre la vita utile varia da 2000 a 6000 ore. [1] Essendo basate sullo stesso principio delle comuni lampade ad incandescenza, le lampade alogene sono spesso progettate con l'obiettivo di poter essere usate come sorgente luminosa ad intensità variabile, e pertanto sono la scelta naturale per i punti luce controllati da un varialuce o dimmer.