Rispondi a: Acqua Pura

Home Forum SALUTE Acqua Pura Rispondi a: Acqua Pura

#59465

deg
Partecipante

Menomale ora posso utilizzarla di nuovo!! !dodge

I limiti dell'arsenico nell'acqua potabile comodamente raddoppiati

La Commissione Europea ha autorizzato la deroga sul valore dell’arsenico consentito nell’acqua potabile (comprese le acque minerali imbottigliate), elevando il limite da 10mg/l a 20mg/l fino al 31 dicembre 2012.
Ovviamente le amministrazioni locali sono rimaste compiaciute della decisione in quanto ciò gli permetterà di crogiolarsi ancora per quasi due anni.
A gennaio era stata nominata Commissario Straordinario per l’emergenza arsenico la presidente della Regione Lazio Renata Polverini la quale avrebbe dovuto predisporre un piano di interventi mirati per la difesa della salute pubblica.
I 30 giorni a disposizione della Presidente sono ormai passati (il termine era stabilito per il 12 febbraio u.s.) e di soluzioni nemmeno l’ombra.
Intanto i 91 comuni laziali, ovvero circa 350mila cittadini, coinvolti nella emergenza acqua continuano ad utilizzarla e a poco servono le macchine ad uso familiare per la depurazione.
E’ vero il limite di 20mg/l di arsenico nell’acqua non è molto ma non è nemmeno poco e la preoccupazione maggiore è la disinvoltura con la quale i signori del potere moltiplicano con tanta facilità questi margini.
Gruppi di utenti, sparsi in tutte le provincie laziali, si stanno organizzando per accogliere consensi tra i cittadini e rifiutarsi di pagare le prossime bollette dell’acqua.
Chissà se questa sia la soluzione, speriamo comunque che si accentri maggiormente l’emergenza e che le amministrazioni locali trovino una soluzione al problema.
Da tempo si è scoperto che numerosi antichi pompeiani, prima dell’infausto evento del 79 d.c., morirono prematuramente avvelenati anch’essi dall’acqua contaminata… di piombo. Insomma passati a miglior vita a causa di un altro elemento chimico ma pur sempre iti.
Dunque la storia ci insegna che gli anni passano ma i problemi restano.
http://www.ilpuntodivistaonline.it/?p=568