Rispondi a: Alimentazione Pranica. Disinnescare il sistema degli Illuminati

Home Forum SALUTE Alimentazione Pranica. Disinnescare il sistema degli Illuminati Rispondi a: Alimentazione Pranica. Disinnescare il sistema degli Illuminati

#60104

Medico omeopata
Partecipante

[quote1336210159=InneresAuge]

Alla fine del percorso si potrà arrivare a non mangiare e bere per niente, oppure, nei casi in cui si avesse necessità di cibo in piccola quantità (o nei casi in cui si sia costretti a mangiare, per gola o per necessità sociali) si potrà mangiare mele rosse, uva nera, o anche pomodori e altre verdure. Le mele rosse sono comunque l'alimento più ricco di Prana e che dà maggiore senso di sazietà rispetto agli altri, che dovrà essere privilegiato rispetto a tutti gli altri alimenti.

Vantaggi e svantaggi di questo metodo.

Vantaggi:
– Maggiore salute, aumentata resistentenza alle malattie
– Migliore termoregolazione corporea (quindi si avrà meno freddo d'inverno e meno caldo d'estate)
– Maggiore resistenza fisica
– Drastica riduzione delle ore dedicate al sonno, con conseguente aumento del tempo libero a disposizione
– Aumento della durata della vita

– Svantaggi sociali. Riesce più difficile mantenere le relazioni interpersonali, con il rischio di essere esclusi dal consesso in cui si vive, atteso che la maggior parte degli eventi socializzanti avvengono a tavola, con i classici inviti a pranzo o cena. In tali casi è possibile rimediare limitandosi a mangiare poco, e prevalentemente frutta o verdura.

[/quote1336210159]

Scusate ma ad una vita passata così preferisco di gran lunga campare meno e vivere in maniera più “gustosa”. Non capisco poi perchè si debba rincorrere sempre e a tutti i costi il prolungamento della vita. Meglio vivere 70 anni pieni, gioiosi e intensi che 120 da vegetali che hanno dovuto rinunciare a tutto. Siamo solo di passaggio nel nostro corpo fisico e, una volta compiuto il nostro processo evolutivo in questo corpo, l'Anima ha la necessità di liberarsene e di rigenerarsi in un altro per compiere ulteriori evoluzioni.
Ritengo questa dieta fattibile solo per un eremita o un asceta che viva isolato dal mondo (senza partner, figli amici o altro). A un occidentale creerebbe invece un tale disagio sociale e una tale depressione psichica che i danni supererebbero di gran lunga i benefici. In ogni cosa ci vuole moderazione e qui ne siamo lontani anni luce. E lascerei perdere i riferimenti alla bibbia visto che le frottole che vi sono narrate sono state ampiamente smascherate.

Un paio di letture consigliate:

http://www.macrolibrarsi.it/libri/__la-fine-del-cristianesimo-gesu-e-gli-apostoli-non-sono-mai-esistiti-le-prove-libro.php

http://www.ibs.it/code/9788830424272/odifreddi-piergiorgio/perche-non-possiamo.html