Rispondi a: il Premio Nobel Luc Montagnier: ABBIAMO TELETRASPORTATO IL DNA!

Home Forum SALUTE il Premio Nobel Luc Montagnier: ABBIAMO TELETRASPORTATO IL DNA! Rispondi a: il Premio Nobel Luc Montagnier: ABBIAMO TELETRASPORTATO IL DNA!

#60373
Richard
Richard
Amministratore del forum

http://piers.org/piersproceedings/download.php?file=cGllcnMyMDExTWFycmFrZXNofDRBNl8xNTkwLnBkZnwxMDA4MjYxMTMzMDI=

Electromagnetic Information Transfer of Speci¯c Molecular Signals
Mediated through Aqueous Systems: Experimental Findings on
Two Human Cellular Models
Alberto Foletti1, Settimio Grimaldi2, Mario Ledda2, and Antonella Lisi2
1Independent Researcher, Lugano, Switzerland
2Institute of Neurobiology and Molecular Medicine, CNR, Rome, Italy

Si riporta che campi elettromagnetici a bassa frequenza di 50 o 60hz stimolano la rigenerazione dei nervi, alterano la trascrizione dei geni e giocano un ruolo sinergico nei processi cellulari già attivati, come la proliferazione cellulare. Nonostante un crescente numero di pubblicazioni dimostrino un effetto delle frequenze molto basse elettromagnetiche sui sistemi biologici, altri esperimenti in vivo e vitro suggeriscono l'opposto. Inoltre il possibile meccanismo di interazione non è ancora ben compreso. Un possibile meccanismo evocato per spiegare l'azione del campo em sui sistemi biologici riguarda il trasporto di Ca2+ nella membrana per stimolare la cascata di trasduzione del segnale. Il potenziale della terapia elettromagnetica puo essere visto nell'efficacia provata dei campi magnetici a bassa energia pulsata nella guarigione delle fratture ossee, confermando che in certe condizioni l'energia elettromagnetica non ionizzante puo influenzare i processi fisiologici negli organismi. Sono necessari i paradigmi fisiologici degli effetti della radiazione non ionizzante. Indizi possono trovarsi nei meccanismi con i quali i campi em interagiscono con le cellule in coltura in condizioni di laboratorio e correlando i dati in vivo con quelli in vitro. La maturazione cerebrale dipende sulla sequenza degli eventi postnatali. I segnali di informazione em dalla soluzione retinoica acida ra-emit sono stati catturati e trasferiti all'obiettivo come prima descritto con un oscillatore disponibile in commercio vegaselect 719. I segnali sono prima stati trasferiti al mezzo della coltura cellulare quindi le cellule (LAN-5 neuroblatoma and NT2/D1 human teratocarcinoma) seeded with RA-EMIT off

L'effetto di differenziazione della soluzione RA culla coltura è stato riportato. Queste scoperte sperimentali hanno dimostrato che il mezzo condizionato dalla RA-EMIT si comporta come acido retinoico inducendo la differenziazione cellulare in entrambe le linee cellulari dimostrando effetti significativi sulla proliferazione portando ad una inibizione del 30% del metabolismo cellulare.

Questi dati assieme supportano un effetto evidente del campo em dell'acido retinoico trasmesso elettronicamente ra-ems nel guidare le cellule lan-5 e nt2/d1 verso una differenziazione neuronale, che sembra l'effetto determinato dai morfogeni, come l'acido retinoico nella sua forma chimica. La possibilita di indurre differenziazione tramite il nostro sistema con campi elettromagnetici a bassa frequenza rappresenta uno strumento biotecnologico con minima manipolazione e sicuro per migliorare la differenziazione neurogenica nelle malattie neurodegenerative.

La natura fisica delle nanostrutture che supportano la risonanza ems rimane da determinare. Si propongono ipotesi speculative per spiegare l'effetto del mezzo condizionato dalla ra-emit sulla differenziazione cellulare che vanno da strutture dell'acqua autosostentanti dovute all'esposizione del mezzo condizionato ra-emit, fino ad una alterazione tra calcio libero e legato nel mezzo condizionato ra-emit.