Rispondi a: Formazione di un Gruppo di Ricercatori

Home Forum SALUTE Formazione di un Gruppo di Ricercatori Rispondi a: Formazione di un Gruppo di Ricercatori

#60908

viandante
Partecipante

[quote1359372008=Genio]
Si ipotizza che certe terapie alternative siano modalità bioenergetiche che utilizzano l'”élan vital” o energia vitale. I proponenti di queste tecniche hanno affermato che questa forza prima non riconosciuta, infonda gli organismi di energie che sostengono la vita e/o bilanciano le energie esistenti, migliorando la salute. Questa credenza diffusa e di lunga data nell'esistenza di una forza eterica guaritrice, detta “prana” dagli Hindu, “chi” dai Cinesi e “ki” dai Giapponesi, è la fonte più spesso associata ad “anima, spirito e mente”. Infatti troviamo riferimenti ai campi energetici umani o aura del corpo, in 97 culture diverse, secondo John White nel suo libro “Future Science”(1).

Ugualmente inspiegabili sono i numerosi fenomeni parapsicologici come percezione extrasensoriale, precognizione, visione remota, ecc. che hanno evaso la descrizione scientifica. Gli scienziati moderni hanno ripetutamente cercato l'evidenza della sostanza dello spirito. Newton, dopo aver pubblicato le sue leggi della meccanica, dell'ottica e della gravità, ha passato molti anni cercando la forza vitale tramite l'alchimia. Alla fine del 19° secolo, importanti scienziati, William Crookes e Oliver Lodge, hanno cercato quella che chiamarono “forza psichica”. La loro premessa era l'esistenza di una connessione tra le forze eteriche/spirituali e le onde elettromagnetiche da poco scoperte. Nel 1905 si riconosceva che i segnali elettromagnetici fossero trasportati da pacchetti di luce o fotoni, ma non erano collegati scientificamente alle energie curative (2).

Numerosi altri scienziati hanno cercato di conoscere e dare un nome a questo etere sfuggente. Una lista abbreviata includerebbe “pseudo magnetismo”, “quinta forza”, “onde vuote”, una parte significativa della fenomenologia di Tesla, l'”energia di radiazione” di H.Moray, “i campi tachionici” di Fienberg, la “free energy” di Kelly, il “campo di energia gravitazionale” di Nieper, l'”energia dello spazio” di Schaffranke ed Harris, il “campo unificato” di Mahareshi-Jagelin, l'”energia del vuoto” di Reichenbach, il “magnetismo vitale” di Messmer, l'”energia biocosmica” di Hieronymus, la “Mumia” di Paracelso, la “Forza-X” di Eemen, la “radiazione N” di Biondio, le “forze ponderomatoriche” di Myshin, l'”energia di radiazione” di Abrams, la “radiazione-O o Orgonne” di Reich, il “campo-M” (campo morfogenetico) di Schaldrein e B.Haeim. Una realtà fisica comune dietro a queste fenomenologie è stata postulata da molti ricercatori, in particolare, in forma più completa da D.A.Kelly nel 1986 e Antwort Schema nel 1989(3).

Attraverso il 20° secolo, i proponenti della “élan vital” e della medicina bioenergetica non sono riusciti a dare evidenza definitiva della connessione elettromagnetica tra terapie di guarigione alternative ed organismi viventi, per non parlare di una teoria scientifica verificabile della sua esistenza. Questo ha lasciato il campo aperto a forte critica dei professionisti medici e scienziati, che escludono ogni possibile effetto di guarigione di un etere “immaginario”. Tuttavia, la recente ricerca può documentare l'esistenza dell'energia curativa e descrivere un nuovo paradigma per la guarigione bioenergetica che include un plausibile meccanismo d'azione.

Ho riportato una parte dello studio pubblicato da Richard, per indicare la possibile soluzione delle inspiegabili e misteriose guarigioni citate dai ricercatori in questo studio.

Con tutta probabilità la realtà è questa:

Ipotizziamo che in una parte del corpo vi siano delle cellule cancerose, il Cervello può intervenire in questo modo: le Aree Cerebrali del Sistema Nervoso Centrale rilasciano certe sostanze chiamate NEUROTRASMETTITORI, indirizzandole nella parte del corpo dove persistono le cellule cancerose, i Neurotrasmettitori sono intercettati da cellule delle arterie chiamate ASTROCITI, queste cellule hanno il compito della VASODILATAZIONE, verificandosi così questo meccanismo terapeutico di guarigione: gli ASTROCITI dilatando le arterie dell'area cellulare malata, permettono un maggiore apporto di sangue e quindi di Ossigeno Disciolto in quell'area, L'ENERGIA “misteriosa” Paramagnetica dell'Ossigeno Disciolto nel sangue, produce una MAGGIORE ATTIVITA' BIOELETTRICA LA QUALE ELIMINA LE CELLULE CANCEROSE, permettendo nello stesso tempo la RICRESCITA DI NUOVE CELLULE sostituendo così le cellule deteriorate, verificandosi in questo modo la guarigione.

Ecco spiegato il meccanismo di azione terapeutica delle misteriose guarigioni riscontrate dai ricercatori.

Ora, quello che dobbiamo fare noi è suggerire a chi di competenza di sperimentare l'Energia Paramagnetica dell'Ossigeno Disciolto, quando i ricercatori capiranno che è la forza Paramagnetica dell'Ossigeno a produrre Energia, avremo risolto molti problemi che riguardano la Salute, inoltre sapremo utilizzare l'energia dell'Ossigeno Paramagnetico per le nostre attività, evitando l'inquinamento che producono i combustibili fossili.
Forza Richard! Continuiamo le ricerche!
[/quote1359372008]
Sono stato molto combattuto se intervernire o meno su questo post, in quanto credo che ognuno possa scrivere cio' che vuole, se in qualche modo non lede gli altri.
La domanda che mi sono fatto è: questo post puo' in qualche modo influenzare negativamente la mente di qualcuno? La risposte è: non lo so.
Ma se la funzione di questo giornale è informare correttamente, come io credo, allora non posso esimermi dal sottolineare una serie di cattivel informazioni contenute nel suddetto post.
1) i neurotrasmettitori,come la stessa parola dice,vengono rilasciati e ricaptati dalle stesse cellule nervose, e non si dirigono da nessuna parte, tantomeno nei tessuti tumorali.
2) Gli astrociti non sono cellule delle arterie ma del sistema nervoso centrale, e quindi sicuramente non hanno il compito di vasodilatazione in quanto non presenti nelle arterie.
Non entro nemmeno nel merito nel seguito del discorso perchè privo di qualsiasi logica.
Scusami Genio, ma questo mi sento di dire nella verità.
Ti consiglio una viva pausa di riflessione.