Rispondi a: Formazione di un Gruppo di Ricercatori

Home Forum SALUTE Formazione di un Gruppo di Ricercatori Rispondi a: Formazione di un Gruppo di Ricercatori

#60985

Genio
Partecipante

[quote1361275750=Richard]
[quote1361268706=Genio]
Bravo Richard! Questa è la strada giusta per descrivere le esatte cause e cure per gravi malattie Neurodegenerative, Cardiovascolari, Oncologiche. ..
[/quote1361268706]
magari..

comunque ho voluto precisare ciò che leggiamo da quelle fonti
Il discorso che fai può essere parte dei fattori in gioco ed è giusto indagare come fa Zamboni a mio parere.
[/quote1361275750]

http://www.adnkronos.com/Archivio/AdnSalute/2009/08/04/Neurologia/salute-rischio-danni-cerebrali-da-immersioni-in-apnea_145120.php

Riguardo alla ricerca nella giusta direzione per capire le cause delle malattie, è anche necessario riflettere su questo studio che ho già inviato, del quale però è bene approfondirne il contenuto.

Come si legge, un gruppo di Ricercatori Svedesi hanno studiato nove Persone le quali facevano delle prolungate immersioni nuotando in apnea, riscontrando un rischio di danni Cerebrali avendo osservato nell'analisi del sangue una proteina, la S100B, la quale normalmente si trova nel Cervello, ma, nel caso degli apneisti la proteina S100B trovandosi nel sangue segnalava possibili danni Cerebrali.

Cosa possiamo intuire da questa realtà?

Facendo apnee prolungate il rischio non è tanto la carenza di Ossiemoglobina la quale è presente nel sangue in grande quantità, circa il 97-98% del totale dell'ossigenazione, ma l'osservazione della proteina S100B segnala il rischio di danni Cerebrali che insorge a causa della carenza di Ossigeno Disciolto, il quale è presente nel sangue in minima quantità circa il 2-3% del totale.

Molte Persone affette dalla malattia neuromuscolare SLA, praticavano le Attività Occupazionali, che possono definirsi Attività Anaerobiche Prolungate, attuando le quali, a causa dei frequenti sforzi fisici RIDUCEVANO GLI ATTI RESPIRATORI, causandosi la carenza di Ossigeno Disciolto Paramagnetico nel sangue, la quale, riducendo l'Energia per i Motoneuroni e per altre Cellule del Cervello, ha provocato la neurodegenerazione progressiva che si riscontra nella SLA.
Con tutta probabilità se a tutte queste Persone si fosse effettuata l'analisi del sangue, si sarebbe riscontrata frequentemente la proteina S100B la quale segnala i danni Cerebrali.

Questa può essere un'altra dimostrazione del rischio che si corre quando si verifica la carenza di O2 paramagnetico, il quale, come ho già scritto in molte occasioni, produce Energia Elettrochimica per le Cellule Cerebrali, e, non dimentichiamo, è presente nel sangue in minima quantità, ripeto ancora circa il 2-3% del totale dell'ossigenazione sanguigna, ma se non si riduce a causa delle apnee ripetute, è comunque sufficiente per sviluppare l'Attività Bioelettrica per tutte le Cellule.