Rispondi a: In punta di piedi

Home Forum SALUTE In punta di piedi Rispondi a: In punta di piedi

#61601
maraxma
maraxma
Partecipante

[quote1383239554=Xeno]
[quote1383147820=maraxma]
… secondo te questo tipo di scarpe potrebbero aiutare la camminata e, soprattutto, la postura da fermi?


[/quote1383147820]
Qualche tempo fa maraxma su questo topic avevo scritto questo:

In realtà esiste in commercio qualcosa che si avvicina abbastanza al discorso che stai facendo che tempo fa avevo visto ma non ho mai comperato per via del costo troppo alto
Mi fermo per non andare off topic

mi riferivo proprio alle mbt
Ora nel caso optassi per queste scarpe, ti consiglio vivamente di guardare questo video dato che le imitazioni (che costano almeno la metà) che facilmente si trovano anche in vendita on line,non hanno la vera funzione della originale mbt
meglio buttare 15 min di video che 80/100 euro di pseudo scarpe
(donna avvisata mezza…… :kkk: )

😉

[/quote1383239554]

La tecnologia usata per le MBT fa riferimento alla camminata classica (tacco – punta), e nel video che hai segnalato si sottolinea la differenza con le imitazioni sostanzialmente proprio per le caratteristiche del “masai” sotto al tacco che deve essere particolarmente morbido.
Nel nostro caso, seguendo le indicazioni di mezzigrafici, il tacco non si deve comunque appoggiare, così mi chiedevo se, avendo una suola basculante, non venga agevolata la posizione, visto che portando il peso sull'avampiedi si alza automaticamente il tacco.

… poi ho trovato questo … :

Ma, come riporta il Los Angeles Times, negli ultimi tempi le cose sono cambiate. Un crollo delle vendite ha comportato un ribasso del prezzo medio, da 200 a 50 dollari, con una perdita per i produttori di molti milioni di dollari. Le scarpe “tonificanti” infatti non offrirebbero secondo nuovi studi nessun reale beneficio. E un’organizzazione di consumatori americani afferma che sarebbero persino pericolose per caviglie e articolazioni. Nel gennaio 2011 la New Balance è stata accusata di pubblicità ingannevole: un gruppo di consumatori delusi dalle promesse non mantenute delle “toning shoes” si è organizzato in una class action che ha portato in tribunale la società americana. Il risarcimento richiesto è di 5 milioni di dollari. http://www.ilpost.it/2011/07/29/crisi-scarpe-masai/