Rispondi a: Metodo Stamina

Home Forum SALUTE Metodo Stamina Rispondi a: Metodo Stamina

#61702
Richard
Richard
Amministratore del forum

http://www.repubblica.it/salute/medicina/2013/09/11/news/metodo_stamina_cosa_prevede-66341626/
Secondo la tesi portata avanti da Fondazione Stamina, è possibile trasformare queste stesse cellule anche in neuroni, utilizzando una sostanza nota per la funzione che svolge nello sviluppo delle cellule, come l'acido retinoico, e diluendola nell'etanolo.

Indirizzare il differenziamento delle cellule staminali
http://www.cellule-staminali.biz/lezioni/81-indirizzare-il-differenziamento-delle-cellule-staminali.html
Si è visto che la combinazione di acido retinoico con insulina porta ad un differenziamento preferenziale, ma non selettivo, in senso adipocitario; oppure un cocktail di fattori di crescita somministrato a tempi diversi, -FGF e successivamente FGF2 e DGF) porta al lineage differenziativo di cellule neurali (oligodendrociti -sintetizzano la guaina mielinica nel SNC- e astrociti).

Perché una proprietà dell’acido retinoico è proprio quella di far maturare le cellule immature (che crescono in modo incontrollato) e di ripristinare il naturale ciclo delle cellule: nascita, vita e morte (le cellule tumorali nascono, vivono e non muoiono mai). Questo è un fatto acquisito in medicina. Tant’è che il metodo Stamina, messo a punto da ricercatori russi, prevede l’acido retinoico per differenziare le cellule prima di trapiantarle nei pazienti.
http://blog.ilgiornale.it/locati/2013/04/02/toh-nelle-staminali-ci-sono-i-retinoidi/

http://www.italnews.info/2011/04/15/l%E2%80%99acido-retinoico/
le proprietà benefiche della vitamina A nei confronti della nostra pelle sono ben conosciute e una corretta alimentazione, ricca di cibi “arancioni” (melone, carote, etc……) già può garantire la copertura del fabbisogno giornaliero. La vitamina A (o retinolo), di per sé non ha attività. La parte attiva di questa vitamina è la sua versione acida: l’acido retinoico.

L’acido retinoico, invece, se applicato sulla pelle, può in parte penetrare e raggiungere il nucleo delle cellule esplicando azioni di riprogrammazione delle attività biochimiche. ….- See more at: http://www.italnews.info/2011/04/15/l%E2%80%99acido-retinoico/#sthash.7PsxUVx3.dpuf