Rispondi a: 2012: ma ci credete veramente?

Home Forum PIANETA TERRA 2012: ma ci credete veramente? Rispondi a: 2012: ma ci credete veramente?

#62181

Omega
Partecipante

[quote1248864082=psychok9]
E quindi? Non ha logica quel che dici…
[/quote1248864082]
C'è una differenza fondamentale tra gli Esseri Animali e gli Esseri umani, non te ne ho parlato prima per portarti alla soluzione progressivamente, per farti riflettere, ma non ci sono riuscito ( :hehe: ) nonostante tutti i miei sforzi ( :dsfg: ) tu continui a non vederla, la differenza – quindi pazienza te la rivelo chiaramente senza più giochi di parole:

L'essere umano è un Robot biologico autoriproducibile E autoprogrammabile, mentre l'Essere Animale è un Robot autoriproducibile ma NON autoprogrammabile il che vuol dire che gli Animali non possono riprogrammarsi essendo già definitivamente programmati – mentre l'uomo sì, l'uomo PUO' rimettere in discussione in qualunque momento della propria vita, anche tutti i giorni, ogni singolo aspetto della (dis)educazione ricevuta, della conoscenza, delle proprie abitudini come individuo o quelle sociali nel contesto di una comunità, che ha stabilito delle regole per lui.

Può analizzare e riscrivere le tradizioni ossia le fondamenta sulle quali poi l'individuo intende costruire l'interazione sia con se stesso (la riscoperta dell'Essere) sia con il prossimo e l'universo. Gli Animali non possono scegliere tra Essere e il non essere, tra il Giusto e l'ingiusto, tra la Qualità e la superficialità, Sostanza e l'apparenza, Semplicità e confusione, l'inganno e Trasparenza – dato che qualcuno l'ha fatto per loro, questa scelta (c'è chi dice DIO, c'è chi parla della coscienza, chi dell'Evoluzionismo, chi della creazione scientifica – in ogni caso è comunque una operazione compiuta nel passato e loro sono nati come esseri non auto-manipolabili).

L'uomo può tentare di scoprire le proprie origini e di comprenderle – tamite la Scienza, invece gli Animali non possono farlo (autonomamente), gli Animali l'origine o la conoscono “per istinto” ovvero perché questa informazione è stata inscritta nel loro codice genetico (inscritta, dagli altri, quindi senza il loro diretto contributo), oppure se questo dato non esiste nei loro geni, nella forma dell'Archetipo, allora non possono cercarla – quindi, nel secondo caso non la scopriranno mai.

L'uomo può cercare di comprendere il perché e come funziona il mondo, gli esseri viventi, l'universo, computer ecc.. mentre gli Animali non possono capire come e perché funziona il mondo, l'universo, il computer, gli esseri viventi. C'è una cosa che gli Animali possono benissimo fare: Amare l'infinito, la Natura, il Tutto quindi Vivere immersi in questa Armonia cosmica (e lo stanno facendo, di certo non si lamentano come gli umani più o meno inconsapevoli), per cui essi possono sfruttare la loro esistenza per questa meravigliosa avventura che è la Vita; l'uomo può fare lo stesso, ma spesso non lo fa, non sa Amare se stesso, non sa ri-Conoscersi, di conseguenza non è in grado di vedere la Realtà con gli occhi interiori, non sa Amare la Natura come gli Animali sanno fare.

Perché? Non perché gli Animali sono superiori all'uomo, nessuno è “superiore”; semplicemente gli Animali NON possono sbagliare mentre l'uomo PUO' sbagliare, anche se non è obbligatorio errare. L'uomo PUO' scegliere di ri-educarsi, ossia ri-programmarsi, se per caso la società gli ha insegnato menzogne e stupidaggini, ma NON TUTTI lo fanno, anzi lo fa una piccola minoranza. In queesto senso gli Animali sono effettivamente (ma non potenzialmente) più intelligenti dell'uomo perché sfruttano il massimo, e sono più vicini a “DIO”.

Se però l'uomo invece di perdere tempo dietro al denaro, politica, potere, tecnologia (spesso superflua) si impegnase nella Ricerca interiore, ecco che potrebbe 'svegliarsi' dal sonno mllenario Oscurantista e “superare” gli Animali (che per loro natura sono 'perfetti'); non in quanto “migliore” (nessuno è migliore, l'uomo è nato così, non è un suo vanto) ma in quanto ha deciso di sfruttare le proprie potenzialità donategli sempre da qualcun'altro (creatore? evoluzione?). E' una scelta. Per questo tra gli umani esistono saggi e Criminali, mentre tra gli Esseri Animali non esistono i Criminali ma solo saggi, e se qualche esemplare apparentemente agisce con l'aggressività – è solo perché così fu programmato fin dal principio (la questione della catena alimentare) e se diventa molto violento è solo come una NATURALE reazione (anch'essa programmata nei geni dell'Animale) alla distruzione e l'avvelenamento del loro habitat da parte dei delinquenti degli esseri non-esseri della razza umana. Ma anche da come vengono trattati -senza amore- dagli umani, molti anche se non tutti.

L'uomo quindi può andare dalle stelle alle stalle, l'uomo può divinizzarsi e demonizzarsi nello stesso tempo, mentre gli Animali non possono demonizzarsi. L'uomo deve rischiare per elevarsi, l'Animale è già 'tra le stelle' (simbolicamente è lo specchio del Cielo), ma non l'ha scelto. Perciò se l'uomo ad esempio sceglie la Giustizia, l'illuminazione, il risveglio, l'autoRealizzazione – a questo punto dimostra di conoscere la vera Realtà, sa scorgere le Priorità, mentre l'uomo che sceglie il Caos manifesta la parte satanica dell'essere o non-essere che E'.

L'Animale è sempre felice, mentre l'uomo non essendo limitato ma avendo il libero arbitrio, non è costretto ad accettare una pre-programmazione fatta da qualcuno'altro, è l'unico essere della Terra capace di modificare qualsiasi cosa, ma l'uomo spesso diventa infelice, depresso, disperato immediatamente a seguito della sua infanzia, perché si 'programma' male, rifiuta l'Esperienza della Coscienza, il vero Sapere logico e dimostrabile. Questa facoltà che è stata donata all'uomo non fa di lui un privilegiato né un dittatore (padrone) ma una creatura con maggiore responsabilità poiché dovrebbe occuparsi non soltanto di se stesso ma ANCHE e soprattutto degli Amici Animali e dell'ambiente, della Terra e del Sistema Solare nel suo insieme.

Tutt'oggi ci sono uomini che non sanno vivere in città, embè?

Non ho detto che tutti sanno vivere in città, ma ho detto che l'essere umano ha la capacità (mentale/ cerebrale) di amministrarle, delle Città, in quanto le Città umane fanno parte della manipolazione della Realtà (che può essere positiva o negativa, dipende dalla Consapevolezza dellindividuo e della Collettività); poi se ci sono stupidi incapaci di farlo per pigrizia o malattia – le loro disavventure urbane non fanno testo perché non spiegano le potenzialità e le vere caratteristiche di una specie o razza di esseri Viventi.

Cosa c'azzecca la tecnologia con lo spirito, l' anima etc?!
Mica stiamo parlando di livello evolutivo uguale… perché ripeto, esistono differenze evolutive abissali tra specie… eppure li chiamiamo pur sempre animali…

La Scienza & Tecnologia è soltanto un test per scoprire se una specie sa o non sa risolvere certi problemi al di là dell'Archetipo primordiale che la tiene in costante connessione con il Tutto e quindi capaci “di miracoli“.

Il fatto che il nome che noi diamo ad un gruppo è qualcosa di arbitrario, quasi soggettivo e fortemente dipendente dal cosa intendiamo per esso…

I due “gruppi” sono: 1.) esseri auto programmabili e 2.) esseri non (auto) programmabili.

Beh mi sembra qualcosa che ancora nessuno ha dimostrato pubblicamente, come è difficile del resto dimostrare il contrario… ovvero che “nessuno” al mondo ci riesce (questo è uno dei tanti temi in cui tra integralisti vi scontrate :P).
Ah comunque se qualcuno vuol fare del bene al mondo, basti che dimostri un fatto paranormale al cicap e vi daranno tanti soldini… da gestire come meglio credete ^^

C'è chi dipende dal Cicap, c'è chi è un Ricercatore autonomo; io preferisco la seconda – mai vendere l'Anima al Diavolo (dello scientista). Per cosa? Un po di denaro? Quanto vale la dignità Umana? Qualche migliaio o milione di €? Siamo caduti così in basso da commerciare la Coscienza superiore, il Sé?

Mischi cose plausibili a cose difficilmente dimostrabili, ma in ogni caso, fonte delle tue info? Non sono sarcastico, son sempre interessato alle “fonti” e terribilmente curioso di natura…

Le fonti, sono la mia Esperienza nel campo Spirituale, tutto qui. Come ogni esperto della Ricerca sa, la Conoscenza esistenziale non è Trasferibile da un Umano ad un altro Umano.

Beh siamo tutti fallibili e inaffidabili… non esiste la perfezione su questa terra…

Non esiste la perfezione su questa terra? Quale dunque credito dare alla Teoria dell'Evoluzionismo considerata ATTUALMENTE infallibile da parte di Darwindeus?

Ma magari dacci qualche dritta dove andare a parare/cercare?

Dritta? Osservare la Realtà, non le congetture umane. Guardare dentro di voi non al di fuori di voi.

Beh ci sarà chi lo farà perché ci crede, e chi con il tempo lo farà per potere, danaro, etc… Normale routine sulla terra!

Giusto! Ma come esiste la cieca credenza nella (FALSA) Religione, nello stesso modo esiste la cieca credenza nella (FALSA) Scienza. La vera Religione e la vera Scienza vanno d'accordo, è sempre stato così e sempre sarà. La vera Religione e la vera Scienza sono un tutt'Uno indivisibile.

Le tue no? Perché? Quali sono?

Le mie fonti non sono ufficiali, non passano il filtro del sixtema. Le mie fonti non sono ego-dipendenti, non sono carne ma Spirito che non mente. Il corpo incosciente sopravvive per truffare l'interlocutore, è la sua ragione di esistere, non può farne a meno, come un tossicodipendente deve procurarsi la canna o la dose quotidiana, uno scientista deve consultare tutti i giorni le ipotesi imperiali ed il credente deve cercare l'opnione del sacerdote di turno. Poi gli idoli in fondo sono uguali per tutti: illusione di conoscere, una trappola.

!? Il problema vero, di tutte le interpretazioni di un testo, e dimostrare, senza ombra di dubbio, che la propria è l'interpretazione corretta… il che è quasi impossibile.

Non è impossibile, perché… se quanto viene narrato è solo favola, essa non rappresenta (direttamente) la realtà quindi non è vincolante per la Storia, mentre se non è favola per conoscere l'interpretazione corretta bisogna comprendere l'intenzione dell'Autore di uno scritto. Non è affatto impossibile. L'uomo incosciente si autolimita dicendo “non se può fa“, sbagliando.

Quoto in parte Socrate, ma è una tragedia IMHO 😀
Ma meglio sapere di NON sapere, che fingere a se stessi di sapere quando in realtà NON si sa nulla! by psychok9 =_=

E come facciamo a spiegare a Darwindeus che Darwin, in parte, si è sbagliato parecchio e che i suoi discepoli 'non sanno', pensando di sapere? E' una credenza, non essendo una ricerca a 360°. C'è chi dice:”voglio credere in un dio” e ugualmente c'è chi dice: “voglio credere nella teoria evoluzionistica”, non è uno scandalo. E' la stessa e identica cosa. Sapere si può, ma non ascoltando le fonti ufficiali, perché la Religione e Scienza ufficiali, imperiali… sono una falsa religione e una falsa scienza. Occorre cercare per conto proprio, ognuno per se (fa per tre*).

* –> La Scienza, –> la Religione e –> la Coscienza.

Neanche un rigo vero? Invece le altre bibbie? Che ce l'hai con la chiesa cattolica apostolica romana si è capito… :hehe:

Sai, ho dovuto rispondere in quella maniera, perché se no poteva essere frainteso. Qualsiasi frase della Bibbia, una presa a caso, può avere sempre minimo due significati, dunque tutto è vero e tutto è falso, dipende se la comprendi o non la comprendi, la bibbia. Chi non comprende, per lui TUTTO è falso, chi la comprende, per costui tutto è vero almeno nella forma di frammento, verità parziale. Anche una falsa bibbia può diventare vera se hai potuto vedere chi c'è dietro alla sua trascrizione, studio, interpolazione, traduzione, interpretazione, edizione e stampa. Ci viene in aiuto l'intelligenza innata dentro di noi, la coscienza da riattivare, la comunicazione con la sorgente. L'Autore… ('DIO').