Rispondi a: 2012: ma ci credete veramente?

Home Forum PIANETA TERRA 2012: ma ci credete veramente? Rispondi a: 2012: ma ci credete veramente?

#62205

darwindeus
Partecipante

ho letto l'articolo…la validità della teoria (che in realtà teoria non è visto che non porta alcuna valida alternativa a quella evoluzionistica) è riassumibile nel seguente discorso

…dopo di avere meditato scrupolosamente su questa teoria (il darwinismo), ho notato che va contro la realtà vivente di tutti i giorni. Se seguiamo i processi di sviluppo, per es. di un singolo organismo quando da una cellula-uovo nasce un organismo molto complicato che contiene le varie differenziazioni cellulari, notiamo che tutte le cellule lavorano insieme, l'una per l'altra, in simbiosi collaborativa, e contemporaneamente ognuna per sé stessa. Mi sono chiesto cosa succederebbe se queste cellule si comportassero come dice Darwin, cioè se cominciassero a moltiplicarsi in dimensione geometrica secondo i processi di mancanza di risorse, in condizioni di deficit di energie e di sostanze? Ormai sappiamo che quando questi processi succedono in realtà, si chiamano cancro, dunque il processo di sviluppo del cancro corrisponde alla teoria di Darwin….

cioè, prendiamo per esempio quanto avviene nell'economia mondiale. Cento aziende inizano a produrre trattori. All'interno di queste aziende lavorano operai che collaborano fra loro per produrre le macchine. Dopo qualche anno, i trattori delle aziende Tizio e Caio vendono e sopravvivono, quelli della aziende Franco e Ciccio no, e chiudono. Questo è quello che suggerirebbe il darwinismo, riportato ad un esempio di vita di tutti i giorni.
Ma Voeikov vede più lontano…se c'è competizione fra le aziende, deve ESSERCI COMPETIZIONE PURE FRA GLI OPERAI DI UNA STESSA AZIENDA! Operai del settore carpenteria che boicottano il lavoro degli operai del settore assemblaggio della stessa azienda! Amministratori contabili che sabotano le pratiche degli impiegati dell'ufficio acquisti! Tutto un gran calderone…
La realtà è un po' diversa. In tutte le aziende, i dipendenti collaborano fra loro (come le cellule di un organismo) e la competizione non è fra loro, ma fra le strutture che essi formano, quindi fra le aziende.
Fuori di metafora, non si può riportare arbitrariamente un processo che avviene ad un livello (individuo, comunità) ad un altro livello (cellulare, molecolare). Ad ogni livello avvengono processi diversi, regolati da leggi ed equilibri diversi.
La competizione che avviene fra gli individui di una stessa popolazione (tanto casa ai creazionisti per via della definizione molto marziale di selezione naturale, il che fa pensare un po' ad una guerra senza quartiere fra esseri viventi) non avviene fra le cellule di uno stesso individuo, in cui vi è al contrario un legame di reciproca collaborazione (le cellule del sangue collaborano con quelle dei fegato, dei reni ecc…portando ossigeno ai tessuti e drenandoli degli scarti metabolici).
Ci vuole molto di più per mettere in crisi il darwinismo…