Rispondi a: 2012: ma ci credete veramente?

Home Forum PIANETA TERRA 2012: ma ci credete veramente? Rispondi a: 2012: ma ci credete veramente?

#62268
InneresAuge
InneresAuge
Partecipante

[quote1257965563=skorpion75]
Il 21 dicembre 2012, o giù di lì, sarà un gigantesco/immenso rito iniziatico da parte di entità che si serviranno della paura, odio, incertezza, etc. da loro stessi scatenati e amplificati di proposito (vedi sopra) per veicolare energia verso un loro obbiettivo (che ignoro e poco m'interessa).
Chi è centrato sul proprio vero Essere nulla potrà toccarlo minimamente.
[/quote1257965563]
Perché non ti interessa? Se in questo momento vivi su questa terra, dovrebbe riguardare anche te, nel bene e nel male…
[quote1257965563=skorpion75]
“Un ribelle è una persona che ha abbandonato ogni speranza di rivoluzione sociale, è una persona che sa che la società rimarrà sempre la stessa. La rivoluzione ne cambierà la forma esterna ma in profondità rimarrà la stessa. Soltanto l’individuo può cambiare, soltanto l’individuo può diventare un Buddha. La società non potrà mai illuminarsi, tutte le società rimarranno barbare,rozze,primitive. Soltanto l’individuo può raggiungere la vetta suprema, la vetta delle vette: essere totalmente solo, totalmente silenzioso, totalmente uno con l’esistenza.[/quote1257965563]
Condivido solo in parte. Ovvero è corretto che una società è costituita da individui, che compiono scelte ogni giorno… Ma, anche se i difetti dell'uomo sono sempre gli stessi, le società un pochino si sono evolute, di sicuro quanto non vorremmo noi… ma questo perché gli individui votati all'elevazione e al cambiamento, anche della società, sono troppo pochi… a fronte di una massa collettiva di corrotti conservatori dello status quo, e troppo distratti a fare altro piuttosto che a guardarsi dentro e intorno.
L'uno non esclude l'altro. Anzi…
Non a caso il potere ci vuole sobbarcati di lavoro e nel poco tempo libero, se mai c'è, di distrazioni.


Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
- Franco Battiato