Rispondi a: Preparativi per il 2012

Home Forum PIANETA TERRA Preparativi per il 2012 Rispondi a: Preparativi per il 2012

#62364

altair
Partecipante

Un saluto a tutti.

Nel ribadire il mio punto di vista sulla discussione (punto di vista che, ahimè, ha goduto di scarsissima attenzione) vorrei sottoporvi alcune questioni di carattere pratico.

Il problema di chi vorrebbe salvarsi da una eventuale catastrofe di queste proporzioni non è la semplice lontananza da una centrale nucleare.

Bisogna considerare l'impatto globale di tutte le centrali nucleari quando verranno travolte contemporaneamente dal disastro.

Inoltre il problema non si limita a quello che potrebbe uscire da ciascuna centrale in attività.

Ci sono anche numerosissimi ed ingenti depositi di scorie radioattive il cui stoccaggio non è stato certamente concepito per resistere ad un impatto simile.

Ci sono. oltre alle centrali nucleari e ai loro depositi di scorie, gli enormi arsenali bellici sparpagliati in tutto il mondo ( e nessuno è in grado di valutare quanto siano enormi, presumibilmente tanto).
Questi arsenali sono attrezzati per scatenare guerre NBC (nucleare, batteriologica, chimica).
Questo significa che esistono ingenti stoccaggi (nei casi di superpotenze in grado di contaminare interi continenti) sia di pericolose sostanze chimiche concepite per disperdersi nell'aria, sia di colture batteriche concepite per disperdersi nell'aria e nell'acqua.

A questo sconfortante quadro, in ultima analisi, bisogna aggiungere tutti i potenziali pericoli che proverrebbero dall'industria civile. Enormi industrie chimiche sparse per il mondo, laboratori di ricerca che studiano chissà quali sostanze e agenti patogeni.

Non resta, a questo punto, che fare la somma di tutte queste considerazioni.

Ci sarà ancora un posto del pianeta dove l'uomo potrà vivere?

Spero vogliate accogliere con benevolenza la mia attività di “grillo parlante” svolta nei vari forum ma queste constatazioni (constatazioni, non semplici punti di vista) andavano fatte.