Rispondi a: Preparativi per il 2012

Home Forum PIANETA TERRA Preparativi per il 2012 Rispondi a: Preparativi per il 2012

#62664
farfalla5
farfalla5
Partecipante

so che può essere discutibile la fonte…
ma quanti di noi si sentono così…

Shaumbra Speaks

TOBIAS :

In Ogni Cosa che Vivi,Vi E' un Dono

E così il Bruco voleva tornare alla sua vecchia vita.Anche se ne aveva parlato a volte, in realtà il Bruco non voleva morire, voleva solo tornare alle sue vecchie abitudini. Avrebbe ora rinunciato ad essere un grande e verde bruco, per poter tornare al passato. Ma era ora nella Zona di Mezzo.

Poi si accorse che si stava formando una crosta su di lui, come una rete per essere tessuta intorno a lui, egli pensava: “forse è un nuovo tipo di prigione”. Il bruco ha così provato a piangere, ma non sempre ci riesce.Cercò di farsi forza e coraggio – in questo stato di essere,in questa depressione che era dentro di lui, cercando di concentrarsi su qualcosa che gli piaceva, ridere di qualcosa, ma non trovava nulla. Non c'era niente, niente che lo potesse aiutare.

Qualsiasi sentimento di amore e passione che avesse avuto, si era dissolto nell’aria. Qualsiasi sentimento di connessione con il vecchio sè stesso, se ne andava. E ben presto questo bozzolo, questo recinto, fu tutto intorno a lui. E 'stato come se fosse intrappolato dentro di sé, nel nulla.Così gridò allo spirito, al bruco Dio e disse: “Caro Dio bruco, questo è il mio ultimo grido. Ti prego di salvarmi o di farmi morire oggi stesso. Non sopporto questo Nulla,questo Vuoto ”

Ma non accadde niente. Così il bruco pensò: “Dio non esiste. Non c'è speranza. Non c'è una sola persona o energia che possa sentire la mia voce,che possa aiutarmi. Io mi trovo non solo nelle tenebre,ma nel Nulla. Ho creato il mio inferno. Non ho modo di uscirne “.

Ora, come si sa del resto della storia, questo bruco che stava nel bozzolo, al momento ultimo e definitivo, lasciando andare tutto quello che aveva mai pensato, è poi emerso. E’ scoppiato fuori dal bozzolo, nuovo e diverso , con delle ali colorate.Poteva anche volare. Poteva vedere le cose in un modo completamente nuovo. Aveva una Coscienza del tutto nuova . Era ormai una Farfalla.

La farfalla è qualcosa che il bruco non avrebbe mai immaginato prima. Mai. Come potrebbe un bruco che conosceva solo la sua limitata vita, immaginare una farfalla? Ma ora guarda in cosa si è trasformato !

Caro amico, questo è ciò che ti sta succedendo. Come base, la metafora è ciò che esattamente sta accadendo a te,che stai passando questo buio,a volte il peggio del peggio. E perché? Perchè avevi pianificato la tua resa finale. Per le tue convinzioni umane . Finale rilascio di qualsiasi connessione che hai avuto con il Vecchio Sé umano, in modo che possa emergere il Nuovo Sè.

Tu dici: “Ma perché devo passare attraverso il peggio del peggio? Perché devo sentirmi tradito da Dio e dagli esseri umani? E' una condizione veramente infelice.”

Vi sono alcuni che sono stati tra i primi a passare in questo Processo,un Gruppo chiamato Shaumbra. Loro sanno cosa vuol dire passare attraverso tutto questo. Si passa attraverso questo Processo, al fine di disporre la resa finale e il rilascio finale, e potrà venire un giorno qui sulla Terra, dove questa Notte Oscura dell'Anima non sarà più necessaria, quando la depressione non farà più parte del Processo di Integrazione della tua Divinità. Ma in questo momento va in questo modo,ed è così difficile accettarlo.

Comunque, bisogna arrivare ad accettare la Depressione generata da cause spirituali, come un Processo Naturale.

Sò che la si vuole combattere,che la si vuole negare, che si desidera liberarsi di essa.

Stò ora per chiederti invece di respirare profondamente,di accettarla, per scoprire ciò che è in essa.

Per ogni cosa che ti capita, c'è qualcosa da scoprire, vi è un Dono.

Continua..


IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.