Rispondi a: Scie chimiche

Home Forum PIANETA TERRA Scie chimiche Rispondi a: Scie chimiche

#64890
prixi
prixi
Amministratore del forum

[quote1296830630=deg]
Penso anch'io che sia come dici tu Prixi…
Ma come cavolo si fa ad andare ad ammazzare la gente, i bambini, avendo magari dei figli a casa?
… bisogna essere condizionati … come lo siamo tutti del resto, magari per cose meno appariscenti, e che noi consideriamo “normali ..
Per esempio, secondo te è normale andare a lavorare tutti i giorni a orari fissi, sei giorni alla settimana? E' normale pagare il valore di più della metà del TUO stipendio a uno stato che dovrebbe proteggere i tuoi diritti e che invece protegge i diritti di quelli che dirigono? E' normale pagare un debito che non esiste? E' normale dipendere da un sistema per ogni cosa che fai, ed essere controllato dallo stesso “per il tuo bene”, tramite lo studio di ciò che mangi, ciò che bevi, tutto ciò che fai e che compri?
Disinformazione. Programmazione mentale subdola … O-O

[/quote1296830630]
No. non è “normale”.
lo facciamo perchè ci hanno insegnato che è normale, anzi, giusto … e senza pensare, abbiamo eseguito un ordine credendo magari di fare bene.
Io per prima sono caduta in questa [u]trappola[/u] senza sapere che lo era.
Non è molto tempo che mi sono accorta che normale non è, e neppure giusto, anzi, proprio per niente.
Prenderne coscienza, lo ritengo un grande passo.
Ma non basta.
La trappola è molto ben congeniata … non è per nulla semplice uscirne … soprattutto se oltre che per te devi scegliere per i tuoi figli.
Sarebbe semplice mollare tutto e andare da qualche parte, in un luogo remoto, e vivere di radici e bei tramonti (stile isola di white), ma non è cosi semplice se hai famiglia.
Penso che ci vorrebbe un coraggio che per ora non ho.
Non è un'idea che abbandono completamente, almeno concettualmente, ma per ora la tengo come emblema.
Nell'immediato, stò però cercando di “contenere il danno”.
Stò gradualmente assumendo uno stile di vita, come se fossi “costretta da un evento” a ridimensionare tutto …
Per spiegarmi meglio, posso dirti che faccio cose che non facevo di certo prima, per sottrarmi il più possibile a questo perverso meccanismo … cioè, non spreco, rammendo i calzini, compro l'indispensabile, non faccio scadere le cose in frigo, la sera accendo le candele, … insomma, mi limito il più possibile, come se fossi in un epoca di carestia … non compro niente a rate, e nulla di superfluo … e lavoro solo mezza giornata, (tranne in casi rari durante l'anno) e mi dedico di più alla “vecchia economia domestica” al “riciclaggio” e alla mia esistenza e a quella di chi amo e agli altri …
Non è molto, ma è un altro passetto in avanti 😉


"Il cuore è la luce di questo mondo.
Non coprirlo con la tua mente."

(Mooji - Monte Sahaja 2015)