Rispondi a: Scie chimiche

Home Forum PIANETA TERRA Scie chimiche Rispondi a: Scie chimiche

#64960

deg
Partecipante

Scie chimiche: E' possibile chiudere l'incubo pacificamente?

In una lunghissima esposizione, la Dr.ssa Ilya Sandra Perlingieri, descrive le nefaste conseguenze delle scie chimiche. Poi, lancia un invito ad “organizzarsi pacificamente” per mettere fine all'incubo. Ma è davvero possibile?

Io resto pessimista perchè troppe persone, per ignoranza o per cattiva fede, si sono vendute alla folle, anti-scientifica idea del Nuovo Ordine Mondiale- un solo mondo, un solo governo – e tanti saluti alla diversità. Si sono venduti alle elites che propagandano la falsa teoria del Riscaldamento Globale da CO2 e, mentre si dichiarano ambientalisti, restano in silenzio di fronte alle mille conferenze che si stanno tenendo sulla perversa “geoingegneria”, in tutto il mondo.

Dichiarano che la bomba demografica sta per scoppiare e veicolano le idee del consigliere di Obama per scienza e tecnologia, John Holdren, noto per essere un neo-malthusiano e per la sua formula per calcolare l'impatto di più fattori sull'ambiente.

Questa formula I = P x A x T – dove I sta per environmental Impact e rappresenta l'Impatto ambientale, P sta per Population e si riferisce all'ammontare della popolazione umana, A sta per Affluence=ricchezza e si riferisce al livello di consumo della popolazione, e T sta per Technology e si riferisce ai processi usati (tecnologia) per ottenere risorse e trasformarle in beni utili e rifiuti – descrive il contributo di popolazione, ricchezza e tecnologia al degrado ambientale.

E così, senza neanche sapere che c'è stato chi, se non altro, ha introdotto delle varianti alla formula, si continua a fare propaganda ad uno “scienziato” che non si è fatto alcuno scrupolo di consigliare Obama “per il meglio”, sui soggetti da finanziare e sulle ricerche da fare. Naturalmente è compresa la ricerca sulle inquinanti nanotecnologie, per l'anno fiscale 2012, senza contare il fatto che Holdren è anche favorevole alla geoingegneria.

La formula IPAT è anche conosciuta come equazione di Ehrlich e Holdren, proprio lui, il famoso.
Fa sempre un bell'effetto, all'interno di un articolo, citare una formula algebrica e anche chi non conosce la definizione di “formula algebrica”, brandisce questa particolare formula, come una spada contro l'umanità cattiva, il cancro della terra che deve essere sconfitto.

La formula IPAT è di una semplicità sconcertante ed esprime davvero una valida relazione. Inoltre, fa sempre la sua bella figura e, cavoli, funziona proprio come un'equazione algebrica; se conosci tre variabili, puoi calcolare la quarta.

Ma, in verità, questa formula non ha mai significato niente, nè significa niente attualmente, perchè, in questa formula, non ci sono colpevoli, nè cause. E' come avere la formula per calcolare la superficie dell'area di un rettangolo e non avere metri per misurare le lunghezze.
Questa formula non fa distinzioni tra popolazione inquinante e quella che non ha alcuna colpa. Applicarla è come tagliare tutti i tubi dell'acqua che arrivano in casa mia, perchè non so quale di questi è quello che perde acqua e provoca umidità.

Pensate, se noi abbattessimo, in gran parte, i portatori di povertà, debito e militarismo, quell'insieme di ufficiali governativi, multinazionali, elites e corrotti di ogni genere che ci rovinano la vita, avremmo risolto tutto il problema dell'impatto sull'ambiente. Si tratterebbe di poche persone, rispetto alla popolazione globale.

Questi portatori di inquinamento e miseria, sono anche quelli che decidono dei nostri consumi e dunque, finiti loro, il resto della popolazione potrebbe restare al suo posto. Ma perchè combattere le cause, scientificamente, quando si può sparare a zero su tutti? Questo è quello che devono aver pensato i neo-malthusiani uniti.

Potrei scendere in molti particolari ma a che scopo e per chi? Dico solo che continuo a considerare questa deriva, insensata e pericolosa
(Dakota Jones)

Quello che segue è l'articolo integrale della Dr.ssa Perlingieri:

Scie chimiche:le conseguenze di metalli tossici e aerosol chimico sulla salute umana

Della D.ssa Ilya Sandra Perlingieri
aircrap.org
Sappiamo da decenni che i metalli pesanti e le sostanze chimiche possono causare gravi danni fisici. Fin dalla “Primavera silenziosa” di Rachel Carson, abbiamo appreso e siamo stati ampiamente avvertiti delle gravi conseguenze dell'utilizzo o dell'esposizione a questi veleni nella nostra attività quotidiana. Migliaia di questi sono ben documentati agenti cancerogeni.

Sulla base della ricerca pionieristica di Carson, sappiamo anche che alcuni tipi di sostanze chimiche possono distruggere e distruggono tutto il sistema immunitario umano [e di altri animali]. Andando indietro di 30 anni, i ricercatori stavano indagando su quelli che divennero noti come prodotti chimici distruttori endocrini [ormoni] e su come essi stavano colpendo le rane [che a volte avevano cinque zampe o caratteristiche ermafrodite ], altri animali acquatici e mammiferi. Questi animali erano i proverbiali canarini nelle miniere di carbone. In un altro libro pionieristico, “Our Stolen Future”, gli autori, Dr. Theo Colburn, Dianne Dumanoski e John Peterson Myers, dimostrano chiaramente che 1 + 1 sostanze chimiche distruttrici degli ormoni non è uguale a 2. Piuttosto, in un incubo di proporzioni matematiche, questi veleni agiscono in sinergia; e 1 + 1 potrebbe essere uguale fino a 1600 volte la dose originale. Siamo inoltre esposti a più di 100.000 sostanze chimiche sistematicamente. La maggior parte di esse non sono mai state testate per la sicurezza umana. Così, quasi nulla è stato fatto per ridurre l'esposizione umana ad una miriade di sostanze chimiche pericolose. Infatti, nell'ultimo decennio, l'amministrazione Bush ha smantellato molte leggi ambientali in vigore da 30 anni, a ha tirato le corporazioni fuori dai proverbiali guai. [Basta guardare a ciò che si sta svolgendo nel Golfo, con la fuoriuscita di petrolio BP.]

Articolo intero http://ilupidieinstein.blogspot.com/2011/03/scie-chimiche-e-possibile-chiudere-l.html