Rispondi a: Scie chimiche

Home Forum PIANETA TERRA Scie chimiche Rispondi a: Scie chimiche

#64981
Richard
Richard
Amministratore del forum

vi ho ridimensionato il materiale entro i 500 pixel di larghezza altrimenti sballa la visibilità della pagina..

elerko
ho avuto anche io l'idea che quelle sfere vicino alle scie siano una conseguenza di qualche attività magnetica applicata alle scie stesse..ad esempio per fare una ipotesi

però poi le vediamo andare contro senso verso gli aerei, avvicinarsi e rallentare per poi allontanarsi

oppure abbiamo visto scene nei video come questa in assenza di scie

o cose come questa

https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.3255

che penso abbia delle forti similitudini con questo
http://www.edicolaweb.net/nonsoloufo/perego02.htm

fatico a pensare che siano opera dei militari..

———-
aggiungo questo non so se lo hai letto

https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.6941
“L'SR-71 venne progettato come aereo spia per la CIA negli anni '60 e chiamato A-12. L'aereo superva i Mach 3 e volò la prima volta nel 1962, partendo dalla Groom AFB nell'Area 51. Più tardi, quando operava come aereo di ricognizione per l'Air Force, venne chiamato SR-71 black bird. Il mio amico, Chuck, pilota di SR-71, mi raccontò un incidente in volo degli anni '70. Stava rientrando da un volo di ricognizione e ad una altitudine di 74000 piedi e alla velocità di quasi Mach 3 (3 volte la velocità del suono), si accorse di qualcosa con la vista periferica. Sospesa sopra la sua ala sinistra c'era una sfera che sembrava di plasma luminoso. Era così brillante che poteva osservarla solo per pochi secondi, poi aveva dolore agli occhi. Chuck cercò di usare le sue strumentazioni di comunicazione UHF-HF e VHF, ma sentiva solo disturbi. Guardando ripetutamente per poco la sfera di luce, capiva che seguiva senza sforzi il suo aereo. Ad un certo punto la luce si posizionò a pochi metri davanti al largo cono appuntito della presa d'aria. L'enorme quantità d'aria aspirata avrebbe dovuto asprirare e distruggere quasi ogni cosa, ma la sfera luminosa non ne risentiva.

La luce agiva in modo curioso, se qualcosa di inanimato può agire in qualche modo. Si spostava ogni tanto in altri lati del veicolo e rimase con lui fino alla Beale AFB in California. Quando la Base Aerea divenne visibile, la luce si allontanò in un ampio arco a velocità crescente. Chiaramente, dopo aver letto la sua testimonianza, il suo Comandante Operativo gli ordinò di non parlarne. Quando Chuck mi raccontò questa storia, mi disse di essere assolutamente convinto che la sfera di luce fosse controllata da qualche intelligenza. Conosco almeno due dozzine di storie simili con UFO e sfere di plasma.”