Rispondi a: Scie chimiche

Home Forum PIANETA TERRA Scie chimiche Rispondi a: Scie chimiche

#65155
Richard
Richard
Amministratore del forum

E' sicuramente cosi.Non vi è dubbio che il programma delle “scie chimiche” rientri nella ricerca del controllo climatico.Ma…….sono convinto che ci siano altri scopi,sottoprogrammi ancora piu segreti,che contribuiscono alle ingenti spese.
Non ci sono prove a cio che affermo, ma utilizzando i numerosi indizi come tessere di un puzzle,si puo formare un quadro abbastanza chiaro(e molto,molto inquietante).

http://www.enzopennetta.it/2012/06/rubbia-negazionista/
Il 1 giugno scorso l’ANSA ha pubblicato un breve articolo intitolato Clima: Rubbia, non c’e’ riscontro cambiamenti-emissioni CO2, una vera bomba che avrebbe dovuto far tremare i vetri delle redazioni di tutti i giornali, invece niente.

I raggi cosmici che provengono dallo spazio potrebbero essere all’origine della formazioni di nubi nell’atmosfera terrestre e di variazioni climatiche
http://www.lescienze.it/news/2011/08/26/news/i_raggi_cosmici_influenzano_il_clima_si_no_forse-550934/

https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.4284.10

http://www.scienzainrete.it/contenuto/articolo/levento-dansgaard-oeschger-e-il-paradigma-dei-micro-quanti
Ciò spiega una serie di fatti, tra cui gli eventi sismici e le oscillazioni di temperatura dovute a rapido riscaldamento (Dansgaard-Oeschger) come descritto nel paper su Applied Physics Resarch. In realtà la spiegazione basata su una notevole potenza termica emessa avrebbe potuto prevalere da tempo, visto che vi sono osservazioni astronomiche della potenza infrarossa emessa dai pianeti giganti del sistema solare, che risulta 7-10 volte superiore a quella di un pianeta inerte che si raffredda nello spazio.

conclude Dickey. “Il nostro studio implica che l’influenza umana sul clima negli ultimi 80 anni maschera la correlazione naturale tra la rotazione della Terra, il momento angolare del nucleo e la temperatura media della superficie”.

Ciò che resta da spiegare è perché questi tre elementi siano correlati. Di sicuro non è la temperatura superficiale a indurre variazioni nel nucleo o nel periodo di rotazione. Però sappiamo che ciò che succede nel nucleo modifica il campo magnetico. Un’ipotesi allora potrebbe essere che il campo durante le variazioni sia meno efficace nello schermare la Terra dai raggi cosmici.
http://www.stukhtra.it/?p=5608

http://www.stazioneceleste.it/articoli/wilcock/wilcock_TDC_08.htm
Ritornando alla Terra stessa, un’altra anomalia curiosa che osserviamo è il fenomeno de La Nina o El Nino. Su molte fotografie dei satelliti meteorologici, come in figura 8.9, c’è un chiaro dato infrarosso che mostra che attualmente sta avvenendo un massiccio riscaldamento sotto la superficie degli oceani terrestri

La radiazione solare non è in nessun modo forte abbastanza da causare questo riscaldamento, dato che queste temperature anomale si ritrovano molto sotto la superficie degli oceani. Questo suggerisce che gli oceani vengono riscaldati dall’interno della terra stessa [3]. Inoltre, il dott. Dmitriev ha mostrato che la forza del campo magnetico terrestre cresce e decresce in diretta sincronia con questi cambiamenti di temperatura negli oceani.

https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.7694
La ricerca di un fisico Danese suggerisce che l'esplosione delle supernove in vicinanza del Sistema Solare, abbia influenzato molto lo sviluppo della vita

http://daltonsminima.altervista.org/?p=24846
1. Prof. Scafetta, c’è una preoccupazione generale sugli effetti negativi che l’attività umana può portare all’ambiente. Quali sono i comportamenti che l’umanità dovrebbe adottare per una crescita sostenibile?

Dovrebbe essere responsabile. Questo implica che deve sapere pragmaticamente distinguere tra cose che possono danneggiare per davvero l’ambiente e cose che non lo danneggiano. E dovrebbe considerare le varie opzioni che sono disponibili. Il CO2 , ad esempio, non è un veleno per l’uomo o per l’ambiente, ma è cibo per le piante che crescono respirando CO2 dall’atmosfera. Con l’acqua e l’ossigeno il CO2 è il principale ingrediente della vita. Detto in parole povere, senza CO2 nell’atmosfera il cibo non esisterebbe.

3. Cosa sta succedendo ai ghiacciai? Perché continuano a ritirarsi?

I ghiacciai si sono ritirati negli ultimi decenni perché c’è stato un riscaldamento globale. Tuttavia i ghiacciai si sono ritirati e riformati numerose volte nel passato perché il clima è anche caratterizzato dai fenomeni ciclici.