Rispondi a: Scie chimiche

Home Forum PIANETA TERRA Scie chimiche Rispondi a: Scie chimiche

#65980

sephir
Partecipante

Pasgal posto un post trovato in una discussione di un altro forum http://beppegrillo.meetup.com/136/boards/thread/2088815/0
non so se sia fattibile,nel senso della privacy, in caso elimina subito!

Volevo solo chiedere a zret se avrebbe voglia di analizzare queste ossevazioni (che dal contesto mi sono parse in buona fede, cioè non per partito preso…anche perchè ad un certo punto afferma che degli augelli possono erssere nben utilizzati come in vietnam ma pensa che non essendo in guerra perchè dovrebbero fare una cosa simile?eh si beata ingenuità) e magari sintetizzarnee gli errori (che ripeto spero in buona fede)…per quanto mi riguarda mi lascia perplesso questo:

Ad esempio se la condensa tende a ghiacciarsi forma delle micro formazioni di ghiaccio che possono restare in sospensione per ore e appaiono come nubi.


ma rimane comunque il fatto che all'approssimarsi di più aerei spesso alcuni hanno scie normali e altre persistenti…
ed è interessante anche ciò che dice sui piloti…rende bene l'idea e chiarisce a paolo-r come mai nessuno parla!

Zret spero tu non lo ritenga inutile in quanto già presenti delucidazioni in altri siti, se fosse non ti preoccupare comunque capisco che ripetere a volte stanca!

Scusa Zio, ne abbiamo già parlato e io mi sono perso. Se ti riferisci alle scie bianche che lasciano gli aerei quando il cielo è terso si tratta principalmente di vapore acqueo dovuto alle alte temperature dei gas di scarico dei motori. Siccome la temperatura dell'aria a quelle quote è dai -40 ai -60°C il calore fa condensare l'acqua, se poi le correnti d'aria sono basse come nei giorni scorsi la condensa rimane ferma per molti minuti prima di disperdersi.
Gli aerei creano condensa bianca anche dai bordi delle ali e dai timoni (tutte le zone dove l'aria aumenta bruscamente la sua temperatura durante il volo).
Evidentemente dai motori non esce solamente aria caldissima ma anche i gas prodotti dalla combustione, ossido di carbonio azoto etc.etc. tutte sostanze molto inqunanti. Inoltre il carburante utilizzato negli aerei è benzina Avio (praticamente kerosene) il quale lascia un residuo molto oleoso allo scarico, una cosa che può accadere raramente, ma che ti assicuro accade, è che parte del carburante viene scaricata nebulizzata durante il volo, la prova è che nelle vicinanze degli aeroporti tutto è ricoperto da una schifosissima patina untuosa. Le ultime generazioni di velivoli, quindi di motori, lavorano con miscele aria-benzina molto magre quindi inquinano un po' meno di quelli vecchi. Una cosa che crea sospetto potrebbe essere l'aggiunta di sostanze estranee ai carburanti specialmente quando le compagnie si riforniscono nei paesi del terzo mondo ci sono pochi controlli.
Un discorso a parte bisogna farlo per i velivoli militari i quali non hanno certo restrizioni anti-inquinamento quindi la mente umana si è sbizzarrita. Alcuni utilizzano additivi chimici speciali a base di zolfo che sono riconoscibili da una scia giallo scura. Altri spruzzano carburante sull'uscita dei gas incandescenti del motore (post-bruciatori) riconoscibili da una scia nera e da un rumore assordante.etc.etc.
Anche qui vale il discorso che “a volte è meno velenoso quello che si vede rispetto a quello che non si vede”.

Se sono bianchi o verdi senza scritte sono certamente militari e da sempre i militari scaricano che c..o vogliono.
Il fatto che vedi passare molti o nessun aereo dipende dall' orario, infatti ci sono, come sulle strade, orari di traffico di punta, ma soprattutto dipende dall' aerovia che viene utilizzata. A secondo di molte variabili (condizioni meteo, correnti in quota, condizioni traffico aeroporti e radar) le aerovie vengono cambiate drasticamente, a volte tutti gli aerei transitano in una zona e nessuno in un' altra.
Non è proprio vero che la condensa si disperde in pochi secondi e sempre allo stesso modo, ma dipende da variabili che ci sono in quel momento in atmosfera. (vento, temperatura, pressione, umidità).
I buffetti ad esempio sono dovuti a condizioni differenti che trova l'aereo durante il volo anche in brevissimi spazi. Ad esempio se la condensa tende a ghiacciarsi forma delle micro formazioni di ghiaccio che possono restare in sospensione per ore e appaiono come nubi.

Belin che bella discussione….

Gli strani ugelli che vedi nelle foto in realtà non sono tanto strani. Ce ne sono due tipi: quelli completamente esterni ai motori vengono utilizzati per colorare la scia dell'aereo durante le sue manovre nelle manifestazioni aeree (tipo frecce tricolori per intenderci). Ci sono poi gli ugelli all'interno del cono di scarico dei motori, servono per la post-combustione, cioè spruzzano carburante e addittivi sui gas incandescenti in uscita dai motori per dare un'ulteriore spinta all'aereo.
Certo i primi potrebbero anche essere utilizzati per disperdere qualcosaltro (ad esempio nelle guerra in Vietnam spruzzavano i defoglianti sulle foreste. Defoglianti che erano cancerogeni e hanno fatto nascere migliaia di figli deformi) ma se non siamo in guerra !!!…..
Gli aerei venivano normalmente utilizzati per cospargere sostanze sulle coltivazioni ma volando a bassa quota e quindi molto visibili.
Per quanto riguarda i piloti ne conosco anche più di uno ma chiaramente non ci dicono mai niente per due motivi: il segreto professionale e perchè anche loro a volte sono all'oscuro degli addittivi che vengono riforniti sugli aereomobili cioè sanno di avere degli additivi ma non conoscono l'esatta composizione chimica.
Sia chiaro, secondo me, gli aerei inquinano e inquinano molto ma purtroppo è così: combustione=inquinamento da sempre e per sempre, il resto è un po' romanzato.