Rispondi a: l’ italia in rovina

Home Forum PIANETA TERRA l’ italia in rovina Rispondi a: l’ italia in rovina

#70168
InneresAuge
InneresAuge
Partecipante

Da un bel po' di tempo, ho intuito che i temi dei diritti civili, gay e non, vengono usati come bandierina fumosa per il popolo che segue i media di regime, per coprire il fatto che in tanti temi, destra e sinistra e centro, ormai seguono la stessa identica politica economica e non solo!

Oggi scopro che non sono l'unico che l'ha capito…! :hehe:

[size=24]In viaggio con Goofy parte V: luogocomunismo e costi della politica



Vorrei fare una precisazione, magari qualcuno non intendesse il senso delle mie parole. Io non ho nulla contro il matrimonio fra omosessuali, beninteso, ma sono sfavorevole alla svalutazione interna (taglio dei salari).

Mi dispiace allora molto che un tema serio (il primo), venga usato, come tanti altri (l'ambiente, ecc.) da politici poco seri, per far finta di essere di sinistra, mentre portano avanti quelle politiche pinochettiane, che poi sono le sole che l'euro gli permette di attuare. Ma loro l'euro non lo rinnegano.

E questo non succede solo qui. Paese che vai, sognatori che trovi, e anche i tagli son quelli. Vedrai Hollande come sta fresco…

Aggiungo anche un'altra precisazione. Comunismo fa rima con luogocomunismo, e in Italia i luogocomunisti più accaniti sono in effetti i piddini in senso stretto, cioè gli eredi del Pci, cioè i comunisti. Un mio conoscente (diciamo così) sostiene che ce l'hanno nel Dna questo fatto di essere satelliti di una potenza straniera. In effetti, sono passati con disinvoltura dal servire l'Unione Sovietica al servire la Riunificazione Germanica. Si ha la sensazione che l'Italia non gli piaccia molto perché la conoscono poco, ma è un problema loro.

Va detto che, finché servivano l'URSS, almeno i salari erano allineati alla produttività, il che non era un male per i lavoratori, e di questo gli siamo ancora grati.

Ma detto questo, volevo precisare che l'allusione alle vittime del comunismo è fatta per simmetria retorica con le tante vittime del luogocomunismo, e non implica ovviamente il disconoscere le vittime di tutte le altre ideologie.

Lo specifico, perché pare che per gli economisti di sinistra il termine “fascista” non sia di bon ton usarlo. Lo ho scoperto da poco con un certo stupore. Il luogocomunista, in quanto sositene l'euro, in effetti è un fascista, perché l'euro è fascista: imposto coi metodi della shock economy, per comprimere i diritti economici e politici delle classi subalterne. Sono contento che oggi se ne sia accorto anche Tremonti. Io l'ho detto circa un anno fa, assistendo a spallucce e brividi di raccapriccio nella platea della sinistra per bene e decotta, quella platea nella quale sono sicuro che molti se ne sono accorti prima di me, ma per bon ton preferiscono glissare.

Facendosi sorpassare a sinistra da Tremonti (come nota un lettore qua sotto). Peggio per loro.

Quindi:: sì, ci sono ovviamente anche le vittime di tutte le ideologie (fascismo, nazismo, ecc.). Ma a me la conta dei morti non interessa. Ogni vita umana ha valore infinito, e infinito più infinito non fa infinitissimo: fa ancora infinito. Un'aritmetica paradossale che ha un contenuto etico preciso. Quello che interessa a me qui e ora, è che qui e ora il luogocomunismo sta uccidendo la coscienza di decine di milioni di persone, le sta privando di speranza e soprattutto di dignità. Se non è fascismo questo, come vogliamo chiamarlo?


(P.s.: ho invece qualcosa contro il matrimonio fra eterosessuali, infatti ancora non mi hanno fregato. E poi a quelli degli altri mi faccio due coglioni, e si mangia troppo, e c'è troppo rumore, e poi tutti sono così finti quando si sposano, ma proprio in quel giorno lì, chissà perché, si infliggono centinaia e centinaia di foto… Insomma: una cosa tipo euro: meglio un bel funerale… Ah, naturalmente su questo è meglio che non apriamo un dibattito…).


Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
- Franco Battiato