Rispondi a: l’ italia in rovina

Home Forum PIANETA TERRA l’ italia in rovina Rispondi a: l’ italia in rovina

#70339

Anonimo

http://www.lettera43.it/economia/personal/adusbef-e-federconsumatori-nel-2013-stangata-da-1500-euro_4367577801.htm

Adusbef e Federconsumatori: «Nel 2013 stangata da 1.500 euro»
L'allarme di Federconsumatori e Adusbef: «Le famiglie spenderanno 1.500 euro in più».

Per la Tarsu è stato previsto un aumento del 25%.

Una stangata da quasi 1.500 euro a famiglia. Secondo le previsioni di Adusbef e Federconsumatori, tra alimentari, biglietti dei treni, rc auto, bollette, bolli e servizi postali e bancari, pedaggi, tariffa rifiuti e ricadute dell'Imu gli aumenti «saranno insostenibili, pari a 1.490 euro». Un altro dato negativo dopo le rilevazioni sul pranzo di Natale, che aveva segnato i consumi più bassi degli ultimi 10 anni.
PER LA SPESA 300 EURO IN PIÙ. «Un vero e proprio balzo», hanno stimato le associazioni dei consumatori, «sarà quello della tariffa rifiuti che aumenterà da aprile dell'anno prossimo del 25%, pari a 64 euro in più a famiglia. A salire saranno però anche i prezzi degli alimentari (+5%, 299 euro in più legati all'incremento dei prezzi internazionali delle derrate), l'assicurazione auto (+5%, 61 euro in più), le tariffe professionali e artigianali (114 euro in più), le tariffe aeroportuali (dopo il rinnovo dei contratti di programma di Sea a Milano e Adr a Roma) oltre alle bollette di luce e gas, anche se in modo più contenuto rispetto al 2012, e dell'acqua, la cui tariffa sarà presto aggiornata dall'Autorità per l'energia».
SALE ANCHE IL CANONE. Piccolo rincaro infine (1,5 euro in più) anche per il canone Rai, a cui si aggiungerebbero però anche gli aumenti di bancoposta, francobolli e raccomandate.
«Pesanti ricadute su prezzi e tariffe deriveranno dall'Imu applicata sui settori produttivi a cui si aggiungerà», hanno sostenuto Adusbef e Federconsumatori, «anche il malaugurato aumento dell'Iva da luglio. Il risultato quindi, anche per l'anno alle porte, sarà drammatico. La stangata prevista, infatti, sarà di +1.490 euro a famiglia. Si tratta», hanno proseguito, «di aumenti insostenibili che determineranno nuove e pesantissime ricadute sulle condizioni di vita delle famiglie (già duramente provate) e sull'intera economia, che dovrà continuare a fare i conti con una profonda e prolungata crisi dei consumi».
«SERVE UN PROGETTO PER USCIRE DALLA CRISI». Le parole d'ordine per risollevare le sorti dell'economia sarebbero quindi, secondo le associazioni, «ripresa della domanda di mercato, liberalizzazioni, investimenti per l'innovazione e lo sviluppo tecnologico e, soprattutto, per il lavoro che rimane il problema fondamentale del Paese. In assenza di un serio progetto che vada in questa direzione, la fuoriuscita dalla crisi si farà sempre più lontana ed improbabile», hanno dichiarato i presidenti di Adusbef e Federconsumatori Elio Lannutti e Rosario Trefiletti.
Giovedì, 27 Dicembre 2012