Rispondi a: l’ italia in rovina

Home Forum PIANETA TERRA l’ italia in rovina Rispondi a: l’ italia in rovina

#70899

Omega
Partecipante

[quote1403698441=InneresAuge]
I buoni rifiutano il dialogo? Chi sarebbero i buoni?
[/quote1403698441]
Un “dialogo” che esclude alcuni interlocutori oppure include i nemici di comodo è comunque monologo. Se parliamo soltanto con quelli che, confusi, ci dicono sissignore! non ci accorgeremo mai delle eventuali lacune delle nostre posizioni e teorie. Ecco, io intendo quelli che contano tra coloro che si spacciano per “buoni”. Quelli che usano e abusano, magari inconsciamente e quasi certamente involontariamente, tecniche di marketing o di manipolazione mentale ad esempio la ripetizione e la parzialità per “bucare lo schermo”, come si suol dire in gergo televisivo ma vale anche per il Web e la carta stampata o rapporti interpersonali, quindi indirizzare l'opinione pubblica verso una certa direzione che affascina, che appare ottima senza esserlo. Sono coloro che si impongono come i portavoce del popolo e che con trucchetti psicologici si identificano con la volontà popolare pur non avendo una visione d'insieme, di quello che accadde o non accadde – e la macroeconomia non lo è – né una soluzione che soddisferebbe tutti i ceti sociali, scomparsi o meno. Più in dettaglio sarebbe gente comune che, in buona fede crede di poter rattoppare uno straccio vecchio e logorato con infinite pezze anche di qualità e con tanta dedizione; il fatto però è che quando si conosce il retroscena si comprende che un tale risultato favorisce ancora una volta i padroni dei mondi ovvero colui “che vede tutto” e controlla tutto per “riportare le pecorelle sperdute” ossia per anestetizzare, impoverire o eliminare i ribelli di turno… e il tutto programmato (sembra) fin dal principio.

[quote1403698441=InneresAuge]
Qui c'è un élite che sta imponendo un modello …
[/quote1403698441]
E' l'effetto dell'alterazione della realtà dei fatti per opera dei “cap(r)i-buoni” ovvero i boss dei perbenisti – in realtà non è esattamente così.

[quote1403698441=InneresAuge]
“Prima di tutto vennero a prendere gli zingari. E fui contento perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei. E stetti zitto, perché mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli omosessuali, e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi. Poi vennero a prendere i comunisti, ed io non dissi niente, perché non ero comunista. Un giorno vennero a prendere me, e non c'era rimasto nessuno a protestare.„
– Bertolt Brecht
[/quote1403698441]
Non basta protestare quando vengono a prendere qualcuno, bisogna capire perché loro vengono a prenderli. Mai visto il film “Il Fascismo ordinario” e simili documentari? Della serie: ognuno ha quello che si merita di avere. Non è fatalismo, il mio ma al contrario la consapevolezza che occorre agire a monte sulle cause dei mali della civiltà, inutile filosofeggiare o fantasticare sulla bacchetta magica in grado di modificare o eliminare gli effetti che noi stessi abbiamo causato, e che continuiamo a generare tutti i giorni. Loro vengono a prenderti, non perché sono “cattivi” ma perché la società attuale funziona in quel modo; essendo coerenti con le loro scelte non fanno altro che attuare la legge del più forte oppure del più criminale, sulla quale è stata fondata la loro visione della vita da sempre, dalla loro infanzia dunque non potrebbero fare altrimenti – e nemmeno si sentono in colpa. Per loro è “normale” e divertente, del resto il loro obiettivo è normalizzare e standardizzare tutti quanti. Queste persone sono in contatto con certi “arconti” o eggregore (quindi protetti) che decidono le sorti dell'umanità, ma NON casualmente. I Guardiani che fanno capo alla coscienza collettiva e universale devono rispettare un'agenda estremamente precisa, la quale poi regola le vicende umane. Quando l'opinione pubblica pende da una parte, si attiva il piano A, quando pende da un'altra parte si attiva il piano B e nessuno potrebbe cambiare alcunché una volta intrapresa una determinata avventura economica, militare, politica, culturale, sociale – salvo cambiare strada a senso unico al prossimo bivio, se lo trovi. Il piano A, che agisce nella direzione della felicità, reale duratura, dell'intera popolazione mondiale dipende direttamente e senza intermediari dall'integrità “spirituale” degli abitanti della Terra, di conseguenza ogniqualvolta si decide di percorrere una scorciatoia in combutta o no con le Mafie legalizzate interviene automaticamente il “diavolo” (la parte Oscura dell'umanità) per infiltrare i suoi agenti ovvero persone-maschere frust(r)ate, abituate alla sofferenza perpetua, depresse, infelici quindi fermare o stravolgere i progetti dei “buoni”, secondo le esigenze degli archetipi, ai quali non si sfugge e davanti ai quali anche gli 'Dèi' indietreggiano: Necessità, Giustizia, Amore. Se un piano apparentemente “A”, non considera l'insieme degli Uomini e dell' “ecosistema” (Natura, e la vera natura degli Esseri umani) allora viene imancabilmente trasformato in “B”, ragion per cui oggi abbiamo innumerevoli ideologie politiche e dottrine religiose terrificanti, partite all'inizio in buona fede da uomini per nulla stupidi per difendere l'individuo dal rullo compressore che è questo sistema, divenute in seguito quel rullo compressore che appiattisce tutto e dal quale i vari comunismi e cristianesimi dicevano desideravano difenderci. Ogni idea volontariamente imperfetta o parziale, che non considera gli effetti globali a lungo termine ha il destino segnato volenti o nolenti, presto queste filosofie diventano lo strumento principale del potere quindi oppressione degli schiavi presentate però falsamente sotto il nome assegnatogli dai loro rispettivi fondatori, per ingannare e comprare il consenso. Tornando a discorsi più semplici, l'errore nelle varie proposte che circolano nei paesi europei e non per “superare” la (finta) crisi consiste nel mescolare – non so se appositamente o per ignoranza – elementi di coscienza e di progresso con elementi chiaramente di incoscienza e di regresso, in effetti la sacrosanta sovranità (non solo monetaria) nulla c'entra con le spinte naziste- nazionalistiche pilotate e teleguidate dagli 'yankees' :hehe: (NATO), ma sempre più popolari tra pecore beelanti bipede. Insomma, non si vende l'anima (DNA) per poter vivere. La libertà è un diritto naturale di ogni… nato, non dobbiamo chiederlo all'Europa o alla Merkel e con libertà intendo la piena autonomia degli Stati o delle Regioni, dipende dagli sviluppi futuri – oltre a quella individuale.

Tu potresti anche essere un'eccezione alla regola perché probabilmente sai distinguere, ma la massa – quella che conta – assieme alle loro false guide e falsi profeti, no.