Rispondi a: A proposito di petrolio

Home Forum PIANETA TERRA A proposito di petrolio Rispondi a: A proposito di petrolio

#71555
Richard
Richard
Amministratore del forum

In risposta all'emergenza energetica il Governo cinese ha messo a punto una precisa strategia destinata a ridisegnare gli equilibri geopolitici del mondo.

Sul fronte interno il Governo di Pechino ha messo in campo una Strategia articolata (Piano Energetico Nazionale) che va dal Risparmio energetico, alla realizzazione di nuove centrali elettriche, all'utilizzo delle energie rinnovabili.

“La strategia in termini energetici è quella di svincolarsi sempre piu' dalla dipendenza dal petrolio importato sia per ragioni politiche ed economiche (e.g. crisi potenziali internazionali nell'area mediorientale; l'Iran detiene l'11,3% delle riserve mondiali di petrolio), sia per ragioni strategiche a lungo termine, che veda la CINA approvvigionarsi di energia attraverso fonti proprie. Il modello disegnato dal Governo cinese è un mix di interventi che privilegiano minicentrali idroelettriche, eolico, nucleare, biomasse e ad interim il carbone pulito” osserva Ermanno Delia (www.assolaw.com ).
http://www.gazzettadisondrio.it/16356-il_piano_energetico_nazionale_cinese_va_dal_risp.html

Cina. Piano per gigantesco impianto idroelettrico in Tibet
http://www3.lastampa.it/ambiente/sezioni/news/articolo/lstp/226542/

Piani di risparmio energetico e tutela ambientale Stampa E-mail
Friday 12 October 2007

Il governo cinese ha reiterato l’intenzione di realizzare gli obiettivi di stretta efficienza energetica e riduzione dell’inquinamento, che sono stati falliti nel 2006.

Il Piano d’Azione Generale per la Conservazione dell´Energia e la Riduzione dell’Inquinamento mostra che la Cina si atterrà al piano originario di risparmio energetico e di riduzione del 10% dei principali scarichi inquinanti. In base ad un piano quinquennale che arriva fino al 2010, la Cina intende tagliare del 20% ogni anno il rapporto consumi energetici/unità di PIL, tuttavia i consumi sono calati solo dell’1,23% l’anno scorso.
http://portalino.org/cina/index.php?option=com_content&task=view&id=205&Itemid=30

In Cina cala il consumo energetico per unità di Pil e raddoppia l’eolico in 6 mesi
http://www.greenreport.it/_new/index.php?page=default&id=420

La Cina è verde, parola di accademico
Venuto in Italia per il G8 delle scienze un vertice mondiale degli scienziati sulle emergenze del pianeta Terra presso l'Accademia dei Lincei – il presidente della Accademia cinese delle scienze Lu Yongxiang ha concesso in anteprima a Scienzainrete una intervista sulle politiche ambientali e scientifiche della Cina.
http://www.lascienzainrete.it/contenuto/articolo/La-Cina-%C3%A8-verde-parola-di-accademico

26 gennaio 2010: Tra le destinazioni più interessanti al mondo per gli investimenti in progetti legati alle energie rinnovabili, la Cina sale al secondo posto. L’Italia balza al quinto, ormai a pari merito con la Spagna. Questi i risultati principali del “Renewable energy country attractiveness indices”, il consueto rapporto di Ernst & Young, con la classifica dei paesi “più attraenti” per gli investimenti in energie rinnovabili, come eolico o solare. Che sottolinea come, superato il clima negativo creato l’anno scorso dalla crisi finanziaria, il settore può tornare a guardare con fiducia al futuro.

http://www.zeroemission.tv/Objects/Pagina.asp?ID=8066