Rispondi a: A proposito di petrolio

Home Forum PIANETA TERRA A proposito di petrolio Rispondi a: A proposito di petrolio

#71575
Richard
Richard
Amministratore del forum

http://www.sciencedaily.com/releases/2002/02/020221072948.htm
“To answer difficult questions such as this we depend a lot on our computer models, and in this area different models reach different conclusions,” said Peter Clark, an OSU professor of geosciences and one of the world's leading experts on glaciers and prehistoric climate changes.

L'Europa sta per ghiacciarsi?

..”Per rispondere a tale difficile domanda dipendiamo molto da modelli al computer e in quest'area diversi modelli raggiungono diverse conclusioni” ha detto Peter Clark, professore OSU di geoscienze e uno degli esperti principali sulla glaciazione e i cambiamenti climatici preistorici.

————–

http://it.wikipedia.org/wiki/Corrente_del_Golfo
Se il nastro trasportatore si fermasse avremmo inverni rigidissimi in Europa e nell’America del Nord mentre avremmo forti siccità in molte parti dell’emisfero australe poiché non vi sarebbero più i monsoni provocati dalle correnti calde risalenti verso nord.

L'analisi dei dati sul clima preistorico ha fornito alcuni indizi che vanno in questa direzione, ma la loro interpretazione è ancora controversa. Ad esempio sembra quasi certo che, circa 11.000 anni fa, la fusione di estesi ghiacciai posti sul Labrador causò il rallentamento della Corrente del Golfo. Una delle conseguenze dell'evento fu il raffreddamento del clima europeo per un periodo approssimativo di 1.000 anni.

L'aggravarsi o l'inizio di nuova era glaciale non è comunque prevedibile con i modelli climatici attuali. In base alle ipotesi più pessimistiche, il clima potrebbe mutare in modo drastico e imprevedibile in pochi decenni.
—————–

Effettuando alcune ricerche sull'argomento alcuni luminari da anni e negli ultimi anni hanno avanzato la teoria secondo la quale la corrente del Golfo potrebbe in tempi brevi indebolirsi, deviare il suo corso o addirittura scomparire, lascio a voi immaginare gli effetti sul clima mondiale.
http://www.sqtradiometeo.it/images/La%20corrente%20del%20golfo/La%20corrente%20del%20golfo.htm

——————

http://www.express-news.it/?p=2199
Dopo oltre cinquant’anni, crollano le teorie che sostenevano la presenza di un “nastro trasportatore ” che collega la Corrente del Golfo con una corrente fredda profonda in discesa lungo il Labrador. Questo renderà difficile la realizzazione di modelli climatici attendibili.

Per oltre 50 anni è stato sostenuto dagli studiosi un modello di circolazione a forma di “nastro trasportatore” all’interno del quale la Corrente del Golfo, in moto dal Golfo del Messico fino alle Isole Svalbard, cedeva il proprio calore alla libera atmosfera per poi inabissarsi, raffreddatasi, sul fondo marino, e da qui ripartire lungo le coste groenlandesi e del Labrador per risalire in prossimità del Golfo del Messico.

Questo “modello” era stato suggerito per spiegare un fondamentale fenomeno climatico di origine oceanica, quale è la mitezza del clima europeo, e da qui sono partiti molti “allarmi” su di un possibile blocco di tale “nastro trasportatore” in seguito al Global Warming, con un paradossale raffreddamento del Continente Europeo in pieno riscaldamento mondiale.

In realtà, un articolo pubblicato su “Daily Science”, che anticipa una pubblicazione su “Nature”, mette di nuovo in discussione questo tipo di modello oceanico.
——————

il falso mito della Corrente del Golfo

A proposito della recente ripresa di lanci giornalistici e non solo circa il possibile rallentamento della Corrente del Golfo addirittura – con estremo errore – per spiegare il recente freddo (ma non eccezionale) inverno inglese: bene vorrei richiamare alcuni studi che stravolgono questa teoria errata e a cui non è stato dato alcun risalto a conferma che, anche nella Climatologia e nelle Scienze dell'Atmosfera in genere, le convinzioni diventano religioni (a volte).
http://forum.meteonetwork.it/meteorologia/120801-falso-mito-corrente-golfo.html

http://daltonsminima.wordpress.com/tag/corrente-del-golfo/
Gli ultimi studi cancellano la vecchia teoria molto semplicistica del nastro trasportatore per riformulare un´altra teoria molto piú complessa, che ha il “difetto” di distruggere tutto quello che l´IPCC aveva scritto riguardo al pericolo che lo scioglimento dei ghiacci artici portasse ad un possibile blocco o rallentamento della Corrente del Golfo.
Ma questo sará l´argomento di alcuni prossimi articoli.
Per ora posso dirVi solo, “scordateVi tutto quello che avete letto sul nastro trasportatore profondo della Corrente del Golfo…. perché… non esiste, come hanno mostrato le boe profonde.

http://lescienze.espresso.repubblica.it/articolo/Le_ragioni_del_clima_europeo/1292726
la teoria percui il clima relativamente mite dell'Europa sarebbe dovuto agli effetti della Corrente del Golfo è un mito che va sfatato. Di Richard Seager
La teoria più accreditata per spiegare il clima mite dell'Europa occidentale si basa sugli effetti della Corrente del Golfo. Una spiegazione ripresa da tutti gli organi di informazione che l'hanno fatta diventare opinione comune.
Un'analisi attenta delle ricerche già presenti nella letteratura scientifica evidenzia, però, che l'importanza della Corrente del Golfo per il clima europeo è una leggenda metropolitana da sfatare.
In realtà, la differenza tra il clima dell'Europa occidentale e della costa atlantica nordamericana è causata sia dal contrasto tra clima marittimo e continentale sia dal passaggio delle masse d'aria dirette verso l'Europa sopra catene montuose.
———————

comunque sia esisterebbero tanti altri pericoli e la distruzione ambientale