Rispondi a: Project Camelot…Wilcock, Cayce e Braden

Home Forum PIANETA TERRA Project Camelot…Wilcock, Cayce e Braden Rispondi a: Project Camelot…Wilcock, Cayce e Braden

#75111
farfalla5
farfalla5
Partecipante

Project Camelot, Domanda 3
Secondo me il nostro pianeta è un essere cosciente e il pianeta e l’umanità si stanno spostando dalla terza alla quarta e quinta densità nei prossimi anni. Da quanto ho capito, attualmente siamo entrati nella quarta. Secondo il Ra Material non tutta l’umanità entrerà nella quinta densità ma rimarrà sicuramente su una Terra di terza densità, e questo per l’enfasi data al servizio al sé ripetto al servizio agli altri.
• Tu cosa ne pensi?
• Se la pensi diversamente, vorresti gentilmente entrare nei dettagli?
James, Risposta 3
La Terra, come coscienza, è indefinibile. Nel momento in cui descrivi la coscienza della Terra, la definisci, nel momento in cui la definisci la inquadri nella separazione, e nel momento in cui la distingui in elementi, tradisci la sua vera essenza. La Terra è una Coscienza Ospitante, questa è la sua essenza anche se questa definizione crea ugualmente separazione e, quindi, un certo grado di inganno.

Sì, le densità stanno spostandosi, ma questi sono artifici del Sistema Mente Umana (SMU).
Anche la credenza che le dimensioni pressoché infinite del piano astrale e mentale siano reali fa riferimento a una comparazione con il piano fisico. Vorrei suggerirti che ciò che è nell’ambito dello strumento umano, cosa che include le densità o dimensioni fisiche, emozionali (astrali) e mentali, sono tutte raccolte nel SMU e nella struttura di soppressione. Non riguarda la Sovranità Integrale ed è, quindi, transitoria in quanto sta nella polarità, nella separazione e nell’inganno. In altre parole, è una creazione progettata per celare chi siete veramente.
La Terra non sta spostandosi in una nuova dimensione per elevare la sua coscienza e ascendere a uno stato più elevato. E neppure i pochi fortunati che seguono a ruota per aver fatto qualcosa meglio degli altri, e sono quindi i prescelti. Noi, come famiglia umana, siamo stati preparati a vivere come Sovranità Integrali sulla Terra. Accadrà nel 2012? No.

La maggioranza delle persone sentirà il 2012 come un anno qualsiasi. Non c’è un anno o un tempo specifico che definirà l’era della trasparenza e dell’espansione, il sorgere della Sovranità Integrale. Avverrà silenziosamente nei luoghi più inaspettati. Le persone cominceranno a vedere che ciò che era stato codificato nel loro strumento umano è un sistema di controllo, inganno e manipolazione. E, a livello più profondo, intravedranno una nuova chiarezza, per quanto fuggevole; sentiranno di essere più di un insieme di sentimenti e di pensieri imballati dentro un corpo. E’ così che sarà… persone che si risvegliano da una realtà virtuale all’interno di una realtà virtuale.

La Terra partecipa a questa nuova trasparenza. La natura ha già indossato questa nuova veste e la porta con orgoglio, ma gli umani non l’hanno notata perché i programmi che abbiamo mancano di sensibilità. Sarà, in parte, grazie alla Natura che la famiglia umana si risveglierà e la Terra si sta preparando a questa eventualità. Quando avverrà, non sarà perché la Terra è vendicativa o perché Dio, tramite la Terra, scarica la Sua ira. Sarà la Terra/Natura che esprime la sua nuova trasparenza ed espansione a modo suo.
Considerate questa storia. Degli umani evoluti, che vivevano a livello interdimensionale, furono abilmente indotti a incarnarsi nello strumento umano progettato da un’intelligenza aliena, gli Anunnaki. Una volta prodotta questa “forza lavoro”, gli umani materialmente incarnati assunsero completamente le loro limitazioni perché fu sistematicamente soppressa la coscienza di Sovranità Integrale – la forza vitale infinita ed eterna che alimentava gli strumenti umani.
Presto la discendenza umana si mischiò con quella dei suoi progettisti e il cammino
dell’evoluzione umana nella diversità si accelerò. Parte di questa diversità era contenuta nelle società delle elite che avevano contribuito a definire la separazione della famiglia umana nella Griglia Denaro-Potere. Gli “Dei” progettisti, gli Anunnaki, furono infine soddisfatti delle loro operazioni estrattive e abbandonarono la Terra lasciando dietro di sè la loro creazione umana.
Il genoma umano si adattò alla matrice del Sistema Mente Umana (SMU) e si evolse nell’attuale famiglia umana del 21° secolo. Quindi, ora abbiamo una razza di esseri intrappolati nella struttura di soppressione ignari della loro condizione, che adorano Dei inesistenti, che credono a un cielo e a un inferno che rientrano nel panorama del SMU, che pregano maestri e salvatori affinché li assolvano dai loro peccati e dalla loro apatia morale, e che continuano a temere la morte e la non-esistenza come se fossero del tutto ignari della loro vera natura.
Diciamo che siete il vero Dio, la Sorgente Primaria. Cosa fareste per risvegliare le persone alla loro vera natura? Quale procedimento usereste per portare la famiglia umana a comprendere che ciò in cui hanno creduto era un inganno e la soppressione della loro vera natura, sapendo che le componenti della struttura di soppressione non possono essere rimosse nel giro di una notte o che l’individuo potrebbe facilmente impazzire o, peggio, perire? Cosa fareste?
La Sorgente Primaria ha mosse limitate da giocare sulla “scacchiera” perché l’umanità si cela in una prigione dove le guardie e il direttore della prigione controllano il sistema monetario e detengono e distribuiscono il potere solo tra di loro. I leader spirituali e religiosi sono altrettanto imprigionati, occupandosi delle sezioni più relative alla morale ma sempre all’interno della medesima prigione. Gli esseri interdimensionali, come i maestri ascesi e gli angeli, sono altrettanto imprigionati, anche se la loro libertà sembra pressoché infinita se paragonata a quella dei loro compagni di carcere umani.
C’è un manipolo di umani che hanno eliminato il Sistema Mente Umana e i suoi vari sistemi di separazione e sono evasi dalla prigione, ma la percentuale di questi è infinitesimamente bassa e i loro scritti, le loro vicende, le loro tecniche sono considerate “vaneggiamenti” dai loro compagni di prigione. Anche se un manipolo di umani evade dalla prigione, la prigione invia le sue guardie per ri-catturarli o screditarli, presentando le loro azioni come “soprannaturali” o, peggio ancora,
demoniache.

In questa storia, il vero problema è che gli umani dentro la prigione non vedono la prigione come prigione e le guardie come guardie. Sono inconsapevoli della loro prigionia, quindi non cercano di fuggire dalla prigione, piuttosto cercano di scappare da tutto il resto, sia esso noia, ansia, dolore, relazioni spiacevoli, malattie, depressione e disperazione. Nella loro ricerca non prendono neppure in considerazione la soppressione della loro identità come Sovranità Integrale che vive eternamente e nell’unità, nell’uguaglianza e nella sincerità incondizionata.
La Terra – in quanto regno animale, vegetale e minerale, come anche gli elementi di aria, acqua, fuoco e terra, uniti nella Natura come definita dal cosmo – è la “Regina” sulla scacchiera che la Sorgente Primaria può utilizzare. Questi sono strumenti strategici tramite i quali è possibile abbattere alcuni specifici muri della prigione, e gli individui che sono adeguatamente preparati possono rivendicare la loro identità di Sovranità Integrale e stabilire una nuova trasparenza ed
espansione nella loro totalità.

Ora, il fatto che alcuni muri della prigione saranno abbattuti non significa che tutti usciranno di corsa incarnando la loro nuova libertà. La prigione è costituita da molti muri e, con la caduta di uno e la susseguente corsa di relativa libertà, resta un altro muro e un altro ancora dopo di quello.
La prigione è un labirinto e fin quando l’individuo non smette di dipendere da visioni, immagini, suoni, parole, sentimenti e pensieri per interpretare il suo mondo, rimane all’interno di uno dei muri della prigione che ho descritto prima come Struttura di Soppressione della Sovranità Integrale.
Molti non si sentiranno a loro agio con le caratteristiche spaziali e i vasti orizzonti di questa nuova era. Resisteranno alla trasparenza e all’espansione perché sono arrivati a identificarsi così fortemente con il loro SMU che tutto ciò che li strappa da questa identificazione minaccia quella che essi percepiscono come loro presa sulla vita.
Altri, che sono preparati, incarneranno con facilità questa nuova era ed entreranno in essa come un aquilotto prende il primo volo – all’inizio un po’ impacciato ma poi pronto a padroneggiare le abilità richieste. Se da una parte la Terra e la Natura Universo giocano un ruolo chiave nella manovra di liberazione, dall’altra la preparazione dell’individuo è una sua responsabilità
personale.
È un’equazione equilibrata: Terra/Natura + Preparazione Individuale = Realizzazione
della Sovranità Integrale.
Il Primo Punto del processo è il fattore chiave della preparazione. Se il vostro Primo Punto nel rivendicare lo stato di coscienza della Sovranità Integrale è meno dell’unità, dell’uguaglianza e della sincerità incondizionata espresse in ogni singolo momento, allora potrete colpire molti muri della prigione e, ogni volta che lo farete, vi ritroverete a ricominciare. Quindi, il punto iniziale dell’auto-realizzazione deve essere allineato alla realizzazione in se stessa e questo è dato dalle equazioni matematiche che guidano questo processo…..


IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.