Rispondi a: Project Camelot…Wilcock, Cayce e Braden

Home Forum PIANETA TERRA Project Camelot…Wilcock, Cayce e Braden Rispondi a: Project Camelot…Wilcock, Cayce e Braden

#75121
farfalla5
farfalla5
Partecipante

Project Camelot, Domanda 7

Per cortesia, parla dell’Ascensione dal tuo punto di vista (o di coloro per i quali stai parlando).
Cos’è esattamente l’Ascensione? Come consiglieresti le persone di vederla e attenersi ad essa nella loro consapevolezza spirituale?

James, Risposta 7

Per capire l’ascensione è necessario comprendere la sua origine. Il concetto di ascensione nasce dalla divisione e dallo scollegamento. La religione concepisce la Sorgente o Dio esterna al Sé, che vive in qualche remota dimensione dello spazio, totalmente separata dalla condizione umana.

Gi esseri umani non sarebbero veramente degni di Dio, ma la religione, nel suo stato di autoilluminazione, fornisce agli umani il concetto di “fede”. Avendo fede, Dio scenderà e vi salverà dalla condizione umana, sempre che – naturalmente – abbiate fede e applichiate i Suoi comandamenti.

L’ascensione proviene non tanto dalla religione quanto dalle fonti mistico-spirituali che hanno postulato che gli umani non devono passivamente esercitare la fede, ma possono ascendere alla Fonte. In altre parole, invece di attendere che Dio scenda verso di voi, voi potete andare a Dio.
Gli umani, sotto l’appropriata tutela dei maestri possono imparare come ascendere e ottenere lo stato divino e diventare essi stessi maestri, servendo Dio e il Suo universo come emissari di Luce.

Religione e spiritualità in realtà hanno il medesimo concetto, l’unica differenza è che la religione utilizza la fede passiva mentre la spiritualità utilizza pratiche attive. Il Primo Punto dell’ascensione è l’anelito verso una Fonte esterna al Sé, da qui la divisione e lo scollegamento.
Ogni Primo Punto che origina dalla separazione viene attratto dal campo gravitazionale del Sistema Mente Umana e si perde negli inganni presenti in esso.

Quindi, l’ascensione non è un aspetto dello stato di Sovranità Integrale. Come scritto nella mia precedente risposta, voi siete qui, lo siete sempre stati e sempre lo sarete. Non c’è un posto al di fuori di voi verso cui andare per trovare o Dio, o la Luce, o l’illuminazione, o l’ascensione.

Vedetela in questo modo: se voi siete autonomi, se la Sovranità Integrale è veramente dentro di voi in ogni momento, allora dove esattamente dovete ascendere? Si tratta di realizzazione, non di ascensione. E la realizzazione ha, come suo Primo Punto, l’unità, l’uguaglianza e la sincerità incondizionata del Sé in tutte le espressioni della vita. Il Primo Punto dell’ascensione è: io non sono uguale alla mia Sorgente, la mia Sorgente è esterna a me e, quindi, devo ascendere per
divenire un essere più grande, maggiormente degno di amore e luce.

L’ascensione fa parte dell’ordinamento dell’universo insegnante-studente che risiede nel SMU. Definisce gli aspetti invisibili dell’auto-inganno impliciti nei sistemi di credenza spirituali sia della Terra sia dei piani interdimensionali. Se credete di trovarvi nel processo di ascensione, chiedetevi: dove sto ascendendo? Come so che il punto d’arrivo non sia il Sistema Mente Umana? Ciò che immagino dell’ascensione si basa sulla mia esperienza personale o l’ho ricevuto dai sistemi di informazioni e dalla conoscenza dell’umanità, in altre parole dal reame dell’inconscio?

Tutta l’energia, gli sforzi, l’attenzione e l’apprendimento che sono posti sul processo
dell’ascensione sono un diversivo dalla vostra personale realizzazione della Sovranità Integrale.
È come se perseguiste l’ombra invece che l’essenza. Il sentiero dell’ascensione è posto nella comodità dei guru e dei maestri – sia fisici sia interdimensionali – che si presume aiutino il vostro viaggio nella Luce e nell’Amore di Dio. In questo viaggio voi vi vedete assolti dalle responsabilità collegate alle reali condizioni di questo mondo, da fame, ineguaglianza, stupro, guerra, abuso, schiavitù, malattia, razzismo e un centinaio di altri mali. L’assoluzione viene dal vostro viaggio in sé. Il diversivo. La separazione.
Realizzare la coscienza della Sovranità Integrale è realizzare il proprio Vero Sé come presente in tutti gli altri. Vedete la condizione della famiglia umana come vostra e la vostra condizione come quella di tutti gli altri. Siete nel momento, impegnati a smontare il SMU, sapendo che quando lo fate state chiamando la coscienza della Sovranità Integrale a manifestarsi sulla Terra in uno strumento umano dove si trova una completa e incondizionata trasparenza e, quindi, espansione…..


IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.