Rispondi a: Project Camelot…Wilcock, Cayce e Braden

Home Forum PIANETA TERRA Project Camelot…Wilcock, Cayce e Braden Rispondi a: Project Camelot…Wilcock, Cayce e Braden

#75140
Richard
Richard
Amministratore del forum

[quote1330542772=farfalla5]
[quote1330541872=Xeno]
Slideshow di Klaus Dona: La Storia Nascosta della Razza Umana – Sub Ita


[/quote1330541872]
Ora anche a Vojager ne hanno parlato… !lol

[/quote1330542772]
mitico ! 🙂

http://www.starrylink.it/portale/esoterica/386.html
Roberto Giacobbo, «2012 fine del mondo o fine di un mondo?»,
edizione Rai-Mondadori, 187 pagine, € 17,00

Particolarmente interessanti i capitoli dedicati da Giacobbo alla metafisica Maya, soprattutto alla concezione dell’Essere. «All’origine di Tutto è Hunab Ku, la Farfalla Cosmica. Hunab Ku è il dio supremo, il più grande Creatore, un “disco turbinante”, la coscienza che ha organizzato la materia in stelle, pianeti e sistemi solari. E’ il “Datore Unico di Movimento e Misura”, il principio della vita al di là del Sole. Hunab Ku è il centro della galassia, è l'energia intelligente che pervade l'universo. E’ una divinità androgina composta dalla parte maschile e dal suo doppio femminile, la Dea Madre Ixquic. E’ la porta per accedere ad altre galassie e alla coscienza universale. Hunab Ku è il grembo che dà alla luce nuove stelle in continuazione, il grembo che ha dato alla luce il Sole e la Terra. Dal centro della nostra galassia Hunab Ku guida ogni cosa attraverso l'emanazione di esplosioni di energia di coscienza periodiche. Da lui ha origine il tempo e da lui il tempo è controllato. Da lui dipendono la storia del genere umano e il suo futuro. Kuxan Suum, “la via del cielo che porta al cordone ombelicale dell'universo”, è il tessuto galattico che collega l'individuo e i pianeti a Hunab Ku; e lo fa attraverso il Sole. Hunab Ku è la massima divinità del pantheon maya e la sua storia è narrata da secoli nel Popol Vuh, il “Libro della Comunità”».
Questa definizione dell’Essere, o di Dio – chiamato dai Maya Hunab Ku – è sorprendente e si collega a quelle dei più elevati pensatori dell’antichità. A conferma del mistero che da sempre avvolge il Creatore « del Cielo e della Terra e di tutte le cose visibili e invisibili».