Rispondi a: Cerchi nei campi di grano

Home Forum MISTERI Cerchi nei campi di grano Rispondi a: Cerchi nei campi di grano

#7542
farfalla5
farfalla5
Partecipante

[quote1285845447=Richard]
Sul finire degli anni ’70, il famoso astronomo e scrittore americano Carl Sagan propose e ottenne dall’ente spaziale statunitense che a bordo di una capsula in procinto di essere lanciata nelle profondità dello spazio siderale fosse alloggiata una sottile lastra di titanio con inciso un messaggio, a futura testimonianza dell’esistenza della nostra specie. Non potendo certo prevedere in quale mondo, in quale tempo e da quali esseri essa sarebbe stata raccolta – ammesso che un giorno lo sia – l’estensore di tale testamento dell’umanità fece ampio uso di relazioni matematiche: queste e solo queste – egli pensò- sono veramente universali! Infatti la matematica, come recita il titolo del mio breve intervento, è il linguaggio della scienza e la scienza studia e descrive i fenomeni naturali i quali, fin dove siamo finora riusciti a spingere la nostra osservazione, risultano essere ovunque governati dalle medesime leggi. Ma qualcuno va ancora più in là, sostenendo che l’universalità della matematica sia ancora maggiore, in quanto essa è astrazione logica pura, ragionamento puro: dovrebbe quindi essere valida anche in universi retti da diverse leggi fisiche! Questo drastico punto di vista sembrerebbe confermato dal fatto che, nella storia del pensiero, matematica e geometria sono nate ben prima del metodo scientifico: millenni prima!”
http://www.aaslvr.it/La%20matematica,%20linguaggio%20universale%20della%20scienza.pdf
[/quote1285845447]
molto, molto interessante questo saggio sulla matematica, a pensare che io con i numeri non ci so proprio fare, chi sa se è la colpa del sistema scolastico che ho seguito….????


IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.